Home / Archivio dei Tag: vera paggi

Archivio dei Tag: vera paggi

Tutti i segreti delle etichette alimentari: le novità del nuovo regolamento europeo. Scritte saranno più grandi e indicazione del tipo di grasso

Le etichette degli alimenti cambieranno a partire dal 14 dicembre 2014. Con l’entrata in vigore del Regolamento europeo 1.169 finalmente le scritte sulle confezioni diventeranno leggibili grazie all’obbligo di una grandezza minima per il carattere. Un’altra novità riguarda i grassi vegetali che dovranno precisare se sono di palma, di cocco, ecc… Il video del programma Consumi&Consumi di RaiNews24, a cura …

Continua »

Epatite A e frutti di bosco: l’approfondimento nel programma Consumi&Consumi di RaiNews24

Il virus dell’epatite A nei frutti di bosco surgelati ha contagiato 800 persone circa. Quattordici lotti sono stati ritirati dal mercato con diverse campagne di richiamo, e ce ne sono altri 29 “sospetti”, tanto che alcune catene di supermercati hanno deciso di eliminare il prodotto dall’offerta. Il rischio però c’è ancora visto che non  è stata ancora individuata la causa …

Continua »

Latte tossico: rischio reale per i consumatori o allarmismo mediatico?

video latte aflatossine

“Latte con tossine cancerogene” così hanno titolato pochi giorni fa molti giornali, leggendo il comunicato dei Nas di Udine su un’associazione a delinquere che adulterava il prodotto e lo commercializzava in diverse regioni del nord. Nella vicenda erano coinvolti il Consorzio Cospalat e 17 allevatori. L’adulterazione era semplice. Diluire latte con elevati livelli di aflatossine ad altre partite, abbassando la …

Continua »

Spazzolini da denti: pessima qualità. I risultati di un test non lasciano scampo. Nessuna tutela per i consumatori

video spazzolini

Molte aziende italiane comprano in Cina spazzolini da denti a 20 centesimi l’uno. Poi li confezionano con il proprio marchio e li rivendono a 2-4 euro. Purtroppo nella maggior parte dei casi si tratta di prodotti mediocri, se non addirittura di pessima qualità. Non bisogna però generalizzare, perché una famosa multinazionale del settore ha trasferito in Cina una parte della …

Continua »

In Italia il 15% della carne bovina è trattata con ormoni e sostanze vietate. Solo generiche positività o frode reale?

video ormoni bovini

Negli allevamenti italiani ed europei gli ormoni anabolizzanti per “gonfiare” i bovini da carne e rendere la carne più tenera sono vietati, ma diversi allevatori non rispettano il divieto. Il Centro di referenza nazionale per le indagini biologiche sugli anabolizzanti animali, istituito dal Ministero della salute ha riscontrato dati scoraggianti. A livello europeo la media di casi positivi riscontrati con …

Continua »

I segreti dell’olio extra vergine italiano: la differenza tra “provenienza” e “imbottigliamento”

video-olio-toscano

L’Olio extra vergine di oliva toscano è tra i più apprezzati, insieme a quello ligure, umbro e delle colline del Garda. Eppure rappresentano meno del 6,5% della produzione nazionale. Mentre ben il 70% proviene da Puglia, Calabria, Sicilia e Campania. I valori si invertono se si considerano le percentuali relative alla vendita di olio confezionato.   Un’altra realtà poco conosciuta …

Continua »

Olio extra vergine di oliva: la scritta “Bassa Acidità” riportata a caratteri cubitali sull’etichetta è scorretta

video-acidita-olio

Sugli scaffali dei supermercati si trovano spesso bottiglie di olio extra vergine di oliva con la scritta “Bassa Acidità” a caratteri cubitali. Si tratta di una dicitura ammessa  dal regolamento europeo, ma non certo per fare pubblicità al prodotto, come invece accade in alcune bottiglie di marche famose  e in diverse campagne promozionali per invogliare all’acquisto. Ma cos’è l’acidità libera …

Continua »

Regole in cucina: l’Istituto tedesco per la valutazione del rischio pubblica un vademecum per la casa e i ristoranti

video-regole-in-cucina

L’agenzia tedesca per la sicurezza alimentare ha redatto una sorta di vademecum in 7 lingue destinato agli addetti ai lavori, focalizzando l’attenzione sull’igiene personale e la pulizia della cucina. Questo perché ogni anno in Germania vengono riportati oltre 100.000 casi di malattie causate dalla presenza negli alimenti di batteri, virus e parassiti. Secondo le stime degli esperti i numeri reali …

Continua »

Pubblicità ingannevole: Kilocal è alla sesta censura, ma ci sono anche Sangemini, Uliveto e Rocchetta

video-kilocal-censure

Alcune aziende non sono interessate a promuovere correttamente i loro prodotti. Anche dopo avere ricevuto diverse censure ed inviti a modificare gli slogan continuano imperterrite a proporre nuove campagne poco convincenti. Così Kilocal, con la crema per il corpo Rimodella, raggiunge la sesta censura da parte del Giurì. E non è la sola. Nel 2004 una sentenza giudicava la frase …

Continua »

Carrefour mette in rete le campagne di richiamo. Un buon esempio per le altre catene di supermercati

video-carrefour-ritiro

Nel sito internet della catena di supermercati Carrefour c’è uno spazio, in basso a sinistra, dedicato ai prodotti ritirati dagli scaffali dei punti vendita. Si tratta di un’area con le schede degli articoli, esclusivamente a marchio Carrefour, sottoposti a richiamo, perchè non funzionano bene, presentano dei difetti oppure, possono essere nocivi per la salute (nel caso di prodotti alimentari).   …

Continua »

Uliveto e Rocchetta, la pubblicità delle “acque della salute” arriva negli studi dei medici

video uliveto medici

Cosa ci fa in uno studio medico, un manifesto che invita a consumare acqua minerale Uliveto e Rocchetta, definite “acque della salute” elencandone le qualità con toni simili a quelli di uno spot? L’iniziativa ha provocato qualche malcontento, oltre che tra i pazienti, anche nelle fila dei medici di base nei confronti della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (FIMMG), …

Continua »

Data di scadenza. I consigli per evitare lo spreco senza correre rischi

Data di scadenza e termine minimo di conservazione degli alimenti. Quali indicazioni vanno seguite alla lettera e cosa invece ha un valore orientativo il cui consumo posticipato di qualche giorno o settimana non determina problemi per la salute? Nonostante in linea di principio la data di scadenza sulle confezioni vada rispettata, ci sono alcuni casi in cui un’eccezione non risulta …

Continua »

Paese che vai, Nutella che trovi… Ferrero cambia porzioni, grammature e un po` la ricetta

Sul sito americano della Nutella, la porzione consigliata dalla tabella nutrizionale indica due cucchiai da tavola (2 tbsp) pari a 37g. Su quello italiano però i valori sono diversi. La porzione consigliata è di 15g (meno della metà). Come mai queste differenze?   Ecco il video del programma di Consumi&Consumi di RaiNews24, a cura di Vera Paggi in cui Roberto …

Continua »

Marmellate Zuegg e Hero: la falsa scritta "senza zucchero" costa 300mila euro di multa

Zuegg e Hero dovranno pagare rispettivamente 100mila e 200mila euro di multa per aver pubblicizzato le loro marmellate come prodotti alimentari “senza zucchero”. L’Autorità garante della concorrenza e del mercato, ha condannato queste due aziende per l’utilizzo di diciture ingannevoli . Per essere corretti va detto che il problema riguarda la maggior parte dei  produttori che da anni cercano di …

Continua »

"Ceniamo insieme": lo spot della Coca-Cola è da censurare. Basta veicolare modelli negativi

“Ceniamo insieme” è lo slogan del nuovo spot Coca-Cola ambientato in una piazza, dove un gruppo di persone si trovano a una tavola imbandita insieme ad un testimonial di grido (Simone Rugiati, chef e conduttore del programma di successo “Cuochi e fiamme” in onda su La7). L’ennesimo messaggio disastroso che propone bibite zuccherate a tavola, una pessima abitudine americana che …

Continua »