Home / Archivio dei Tag: polli (pagina 3)

Archivio dei Tag: polli

Antibiotici negli allevamenti: è solo uno dei dannosi effetti collaterali. La posizione di CIWF Italia Onlus

polli

Il tema degli antibiotici negli allevamenti, presentato  in questo articolo pubblicato su Il Fatto Alimentare,  ha sollevato numerosi commenti. In particolare, riportiamo  il pensiero di Annamaria Pisapia, direttrice di CIWF Italia Onlus, l’associazione per il benessere degli animali da allevamento. A seguire pubblicheremo in un altro articolo la risposta di Lara Sanfrancesco, direttrice di Unaitalia, l’unione nazionale filiere alimentari carni …

Continua »

Il governo degli Stati Uniti propone nuovi standard per ridurre la presenza di Salmonella e Campylobacter nel pollame

Una media di 50.000 infezioni alimentari in meno ogni anno. È quanto prevede il Dipartimento dell’Agricoltura statunitense come effetto delle nuove misure proposte per la riduzione della Salmonella e del Campylobacter nei polli venduti sia interi che sezionati. Negli USA il pollame venduto in parti rappresenta l’80% del mercato ma nonostante ciò non è  sottoposto a limiti microbici specifici per  …

Continua »

Influenza aviaria, 32 mila tacchini abbattuti a Rovigo. Quasi impossibile la trasmissione del virus H5N8 dai polli all’uomo

pollame

La notizia dell’abbattimento di 32 mila tacchini in un allevamento di Porto Viro in provincia di Rovigo, dopo avere rilevato la presenza del virus dell’influenza aviaria H5N8, è stata ripresa da molti giornali e da decine di siti internet. La parola aviaria in Italia fa ancora molta paura perché nel 2005, dopo le dichiarazioni fantasiose di ministri incompetenti alla ricerca …

Continua »

Il sistema di controllo per il benessere degli animali nei macelli è inefficiente. Positivi i controlli per gli stabilimenti riservati alla carne rossa, criticità in quelli avicoli

Il sistema di controllo per verificare che gli animali – durante l’abbattimento – non provino dolore, ansia o sofferenze evitabili, come previsto dal regolamento (CE) n. 1099/2009 non sembra così efficiente. È questo il risultato dell’audit che l’Ufficio alimentare e veterinario (UAV) ha condotto dal 3 al 14 marzo proprio per stabilire se tali procedure siano efficaci. L’audit è giunto …

Continua »

L’impronta ecologica della carne consumata in Italia è tra le più alte d’Europa se si considera anche l’impatto delle importazioni

carne macello

Per la prima volta un team internazionale di ricercatori tra i quali Simone Bastianoni, del Dipartimento di Scienze fisiche, della terra e dell’ambiente dell’Università di Siena, insieme al Dipartimento di Ecologia globale della Carnegie Institution for Science di Stanford e l’Università della California di Irvine, ha calcolato l’impronta ecologica di due tra i principali gas serra, il metano (CH4) e …

Continua »

Bufale in rete: troppi falsi video di maiali morti destinati a wurstel e hamburger e di polli usati per le cotolette allarmano i consumatori

wurstel

Da circa un anno circola sul Web un video, “Como se hacen los hotdogs y salchichas?”, che mostra cosa succede nelle aziende produttrici di würstel e salsicce. È il tipico video che riesce a ottenere molte visualizzazioni su YouTube perchè contiene:  immagini truci, musica ad effetto e soprattutto un montaggio fantasioso. Nel video, infatti, si vede una macchina tritatutto in …

Continua »

Diossina nel mais ucraino: rientrato l’allerta per polli, maiali, latte e uova. Silenzio stampa del Ministero della salute e di Coldiretti

uova imballaggio

L’allerta diossina nel mais, dovuta a 26 mila tonnellate di granella contaminata arrivata il 6 marzo dall’Ucraina e utilizzata per confezionare mangimi di polli, maiali, mucche e anche animali domestici è cessata. La notizia inviata dal Ministero della salute venerdì 4 luglio a 15 associazioni di categoria non è stata diffusa alla stampa. Per essere puntigliosi anche l la notizia …

Continua »

Mangimi alla diossina, secondo allerta per polli e uova in Veneto. Migliaia di allevamenti coinvolti in tutta Italia. Black out del Ministero della salute e delle aziende coinvolte

Dopo il ritiro del lotto di mangime alla diossina per galline in Valle D’Aosta avvenuto pochi giorni fa, è scattato un nuovo allerta a Rovigo dove l’ULSS 18 ha diffuso un comunicato stampa per avvisare  i piccoli allevamenti familiari che hanno acquistato mangime contaminato da diossina. Il servizio veterinario  ha individuato otto lotti realizzati con  questo mais  e invita a …

Continua »

La rivincita dei polli: i dati in tempo reale sulla produzione di cibo nel mondo vedono i volatili al primo posto con quasi 2000 capi al secondo. Nella lista anche Coca-Cola e birra

In testa alla classifica di Poodwaddle – un sito che in tempo reale presenta i dati  sulla produzione di cibo,  sulla macellazione  di animali da reddito e altre informazioni su ambiente , mortalità …  – ci sono i polli. Il sistema di calcolo è basato sulle statistiche FAO del 2011 e permette di ottenere stime affidabili riferiti a uno spazio temporale …

Continua »

Che fine ha fatto l’influenza aviaria? Dal 1997 al 2005 l’Italia ha affrontato 6 epidemie. Convegno allo Zooprofilattico di Torino

polli, allevamento , pollaio

Che fine ha fatto l’influenza aviaria? La domanda è lecita visto che stiamo parlando di una delle infezioni più note perchè provoca sempre un’elevata mortalità tra gli animali e in grado di suscitare allarme anche tra i consumatori. Dal 1997 al 2005 l’Italia ha dovuto affrontare 6 epidemie di influenza aviaria e, ancora oggi, si sono scoperti focolai in alcuni …

Continua »

Polli e antibiotici: in Germania negli allevamenti si usano troppi medicinali in modo sistematico, lo rivela uno studio del Ministero per la tutela dei consumatori

Crolla un mito: anche in Germania, la nazione europea più all’avanguardia in tema di ecologia, riciclaggio dei rifiuti, risparmio energetico e salvaguardia dell’ambiente, gli allevamenti di polli utilizzano con larghezza gli antibiotici. Ne dà notizia Albert Agmar nel suo blog Processalimentaire.com, citando una trasmissione della Radio Svizzera Romanda (la Svizzera importa molto pollame dalla Germania). Gli antibiotici sono ampiamente usati …

Continua »

I polli a marchio Coop vincono il premio Good Chicken. Nell’arco di cinque anni solo allevamenti che garantiscano il benessere

polli

Coop ha ottenuto il premio internazionale Good Chiken, promosso da Compassion in world farming (l’associazione inglese nata per tutelare la qualità di vita degli animali di allevamento), per avere deciso di vendere polli con il proprio marchio, provenienti da allevamenti che garantiscono precisi standard di benessere. Ma cosa vuol dire benessere? «Il nostro progetto si articola nell’arco di cinque anni …

Continua »

Niente più farmaco all?arsenico per gli animali d?allevamento, la decisione presa dopo gli studi della FDA negli Stati Uniti

Negli allevamenti di molti paesi circolava dal 1944 perché sterminava i parassiti intestinali (come quelli della coccidiosi), favoriva la crescita e dava alle carni un bel colorito roseo. Ma entro trenta giorni il 3-Nitro o roxarsone, un farmaco contenente arsenico in forma organica, sparirà dal commercio perché l’azienda che lo produce, la Pfizer, ha deciso che non vuole correre rischi …

Continua »

In Germania scoppia un nuovo scandalo diossina nei mangimi per polli e maiali. Scatta l`allerta europeo. L`Italia non è coinvolta

In Germania  quasi un migliaio di allevamenti di polli, tacchini e maiali è stato sopposto a sorveglianza speciale, mentre 8000 galline ovaiole sono state abbattute per una contaminazione causata d diossina presente nei mangimi. Secondo le ultime notizie si tratterebbe di  3000 tonnellate di mangime  contaminato distribito in diversi allevamenti di polli e maiali ( sei volte di più di …

Continua »

Coldiretti confonde la qualità con l`origine. Made in Italy non è (sempre) sinonimo di buon prodotto

Secondo un’indagine Coldiretti-Swg il 97% dei cittadini ritiene necessario trovare sulle etichette alimentari indicazioni precise sull’origine. “In questo modo – dice il comunicato  – i consumatori  potrebbero  scoprire che  due prosciutti su tre provengono da maiali allevati all’estero, che tre cartoni di latte a lunga conservazione su quattro sono stranieri, mentre la metà delle mozzarelle sono fatte con latte o …

Continua »