;
Home / Archivio dei Tag: made in italy (pagina 7)

Archivio dei Tag: made in italy

Il “made in Italy” e l’illusione della qualità: un lettore contesta la superiorità a priori degli alimenti nazionali

grano campo agricoltura 146785820

Personalmente sostengo la tesi che non è certo l’origine di un prodotto a renderlo qualitativamente di pregio. Inoltre nella situazione in cui siamo ha contribuito senza dubbio anche la politica agricola comune (PAC). Ma non sempre in modo negativo a mio parere. L’ho detto commentando l’articolo “Pasta De Cecco: se il grano non è tutto italiano, è corretto scrivere made …

Continua »

Pasta De Cecco: se il grano non è tutto italiano, è corretto scrivere “made in Italy”? Risponde l’azienda

Sulla pasta De Cecco c’è la frase “made in Italy” sotto la bandiera tricolore. qualche tempo fa, se non sbaglio, all’azienda Voiello è stato proibito di inserire il riferimento all’Italia perché il grano utilizzato non era italiano. Per il grano De Cecco credo valga la stessa cosa anche perché in etichetta non è indicata la provenienza, né il sito internet …

Continua »

Allarmismo o vere frodi? Un lettore si interroga sulla disinformazione e le bufale che mettono in crisi i consumatori

pomodoro

Facendo riferimento al suo articolo di tempo fa sui pomodori cinesi, in particolare, ricordavo questo passaggio “Le confezioni di pelati, le bottiglie di passata e di polpa vendute in Italia contengono il 100% di prodotto italiano, come scritto in etichetta.” Capirà allora lo sconcerto che ho provato nel leggere alcuni estratti del libro “Cibo criminale. Il nuovo business della mafia …

Continua »

Alla ricerca del pomodoro cinese! Viaggio tra le conserve di passata e pelati esposte sugli gli scaffali del supermercato

pomodoro passata salsa

Il pomodoro cinese è una minaccia sbandierata in modo strumentale da Coldiretti e da noti rappresentanti delle istituzione per dimostrare la necessità di difendere il made in Italy. In realtà le conserve vendute sugli scaffali dei supermercati sono per la stragrande maggioranza ottenute da prodotto italiano.   È vero che importiamo da Cina, California, Grecia e altri Paesi, bidoni da …

Continua »

Made in Italy: solo il produttore garantisce che gli alimenti siano fatti davvero nel nostro Paese

Gentile redazione de Ilfattoalimentare.it scrivo per conto di un’azienda produttrice di pasta fresca la quale intende apporre un logo, un’immagine, un segno con la dicitura “Made in Italy”. Fermo restando che le materie prime e la lavorazione sono fatte in Italia e alla luce della legge n°166 del 20 novembre 2009 (art. 16), l’azienda può liberamente e volontariamente apporre il …

Continua »

Etichettatura d`origine: quello che non si dice sulla nuova legge

La legge sull’etichetta di origine presentata in questi giorni  come un vero  strumento per  tutelare  il made in Italy è l’ennesima bufala. Basta analizzare alcuni articoli della norma per rendersene conto.Innanzitutto l’articolo 6 della nuova legge distingue tra prodotti alimentari non trasformati (ad esempio il latte  a lunga conservazione) e quelli trasformati (biscotti, pasta, pane… ). Per gli alimenti non …

Continua »

Etichetta di origine: tutti la vogliono ma nessuno considera le leggi europee. Demagogia o ingenuità?

Il Parlamento nazionale, nonostante le diatribe in corso sulla legge finanziaria e la fiducia al Governo, é unito nella corsa per definire il disegno di legge italiana sull’origine dei prodotti alimentari. Perché, di che si tratta, quali sono le prospettive? Il “Made in Italy” alimentare Ad avviso delle Confederazioni agricole Coldiretti e Cia, si può parlare di alimenti “italiani” solo …

Continua »

Coldiretti confonde la qualità con l`origine. Made in Italy non è (sempre) sinonimo di buon prodotto

Secondo un’indagine Coldiretti-Swg il 97% dei cittadini ritiene necessario trovare sulle etichette alimentari indicazioni precise sull’origine. “In questo modo – dice il comunicato  – i consumatori  potrebbero  scoprire che  due prosciutti su tre provengono da maiali allevati all’estero, che tre cartoni di latte a lunga conservazione su quattro sono stranieri, mentre la metà delle mozzarelle sono fatte con latte o …

Continua »

Il quotidiano La Repubblica difende il made in Italy a tavola, ma lo racconta in modo furbesco e un pò troppo superficiale

L’articolo di Paolo Berizzi pubblicato il 3 settembre sul quotidiano la Repubblica è inquietante. Un consumatore con scarse conoscenze in materia dopo avere letto il testo, apre la dispensa di casa e ha la sensazione di  essere accerchiato da scatole di pomodoro cinese, pasta greca, mozzarella tedesca, prosciutto olandese, latte polacco…. Il quadro descritto da Berizzi è furbescamente drammatico, perché …

Continua »