Home / Archivio dei Tag: junk food

Archivio dei Tag: junk food

La pubblicità spinge bambini e ragazzi a mangiare più cibo spazzatura: servono limiti più severi

La pubblicità del cibo spazzatura destinata ai più giovani è pervasiva e si serve di molteplici strumenti, oltre a quelli più tradizionali come la televisione o la cartellonistica. La rete, nelle sue numerose declinazioni (soprattutto attraverso i social media e le piattaforme video come YouTube), ma anche gli eventi sportivi e musicali sono mezzi altrettanto utilizzati dalle aziende, che hanno …

Continua »

Bambini e pubblicità: gli impegni volontari delle aziende non proteggono dal marketing del cibo poco sano

Negli USA, le grandi aziende alimentari statunitensi come Coca-Cola e McDonald’s e alcuni dei gruppi internazionali tra i quali Ferrero, Danone e Nestlé hanno sottoscritto la Children’s Food and Beverage Advertising Initiative (CFBAI), un programma in cui si impegnano a ridurre, quando non a eliminare del tutto, il marketing di prodotti poco sani rivolto ai bambini al di sotto dei …

Continua »

I supermercati possono spingere i consumatori a comprare alimenti più salutari? Una ricerca inglese dice sì

Lady pushing a shopping cart in the supermarket. supermercati

Tra le possibili strategie in studio per ridurre il consumo di alimenti poco sani associati all’aumento di peso, c’è quella che si basa sul loro posizionamento nei punti vendita. Il primo punto è non posizionare in prossimità della casse prodotti che attraggono l’attenzione dei più piccoli ma dislocarli in scaffali lungo i corridoi meno  visibili agli occhi di un osservatore …

Continua »

Ftalati e plastificanti nei prodotti delle catene Usa di fast food, ma in Europa siamo più tutelati

Sostanze chimiche organiche derivate dal petrolio, gli ftalati sono impiegati in diversi settori per migliorare la flessibilità e rendere ‘plastici’ alcuni materiali (come il Pvc) usati per realizzare una serie di prodotti industriali e di consumo. Per anni sono stati oggetto di studio, soprattutto a causa delle eventuali conseguenze sulla salute umana dovute alla contaminazione di suoli e mangimi animali. …

Continua »

La Spagna vuole vietare agli influencer la pubblicità del junk food per contrastare l’obesità infantile

influencer smarthpone junk food

Il fenomeno degli influencer, degli sportivi, delle personalità dello spettacolo e dei media che promuovono junk food verso i bambini deve finire. E visto che non c’è modo di far capire loro quanto deleteria possa essere la persuasione esercitata, occorre introdurre una legge severa che vieti qualunque forma di marketing di questo tipo per gli alimenti ad alto tenore di …

Continua »

Junk food, calano i consumi a Londra grazie all’eliminazione della pubblicità sui mezzi pubblici

metropolitana di Londra, stazione di London Bridge

Per ridurre il consumo di junk food e combattere l’obesità c’è uno strumento che non costa nulla ed è estremamente efficace: il divieto di pubblicità sui mezzi di trasporto come autobus, metropolitane, treni, taxi e relative stazioni. Lo dimostra il caso illuminante di Londra, città che ha introdotto questo tipo di limitazioni nel 2019 per intervento del sindaco Sadiq Khan. …

Continua »

Tra alcol e junk food, i post delle celebrità influenzano le scelte alimentari dei follower

food influencer social media

I post dei personaggi celebri possono rappresentare un problema quando si tratta di cibo o di bevande. Questo vale a prescindere dal fatto che chi li mette online sia sponsorizzato dalle aziende produttrici. In uno studio pubblicato su Jama Network Open un gruppo di studiosi dell’Università di Chicago ha esaminato migliaia di post pubblicati su Instagram da oltre 181 personalità. …

Continua »

Pubblicità e junk food: per proteggere i bambini servono regole europee. Insufficienti gli impegni delle aziende secondo il Beuc

bambini tv film pubblicità pop cornDepositphotos_476981574_S

Gli impegni dell’industria alimentare per proteggere i bambini dalla pubblicità dei cibi poco sani non bastano. Lo rivela un’indagine dell’organizzazione europea dei consumatori Beuc, realizzata in collaborazione con 10 membri di varie nazioni, tra cui Altroconsumo, per chiedere alla Commissione europea regole severe. L’inchiesta, che ha raccolto pubblicità di junk food presenti sui media europei, soprattutto in televisione e internet, …

Continua »

Junk food, nel Regno Unito il 70% dei prodotti venduti dalle grandi aziende sono poco sani

Couple sitting on the supermarket floor and eating snacks junk food

Ogni 10 prodotti confezionati venduti nel Regno Unito dai marchi più famosi al mondo, sette sono poco sani dal punto di vista nutrizionale. E per alcune aziende la quota di vendite rappresentata da junk food è ancora più alta, oltre l’80 o il 90% per aziende come Coca-Cola e Mondelēz, fino ad arrivare al 100% di Ferrero. È il risultato …

Continua »

Cibo spazzatura, stop alla pubblicità online e in tv fino alle 21. Nel Regno Unito Boris Johnson detta le nuove regole

alimenti ultra-trasformati junk food fast food cibo spazzatura hamburger

Il Regno Unito vieterà la pubblicità di cibo spazzatura online e in Tv prima delle ore 21:00 a partire dal 2023. Il divieto riguarderà prodotti ricchi di grassi, sale e zucchero (Hfss) e potrebbe costare alle emittenti televisive come ITV, Channel 4, Channel 5 e Sky più di 200 milioni di sterline all’anno di entrate. In questo modo Boris Johnson cerca di …

Continua »

Un’app per dire no al junk food e dimagrire. L’esperimento di un gruppo di ricercatori

Per diminuire la quantità di junk food e in generale di alimenti poco sani consumati e perdere peso può essere d’aiuto un’app, configurata come un gioco per tenere il cervello in allenamento. L’applicazione è stata messa a punto dai ricercatori delle Università di Exeter, nel Regno Unito, e di Helsinki, in Finlandia. FoodT – questo il nome del gioco, che ha …

Continua »

Pubblicità di junk food dirette ai bambini: vincono le azioni di lobbying delle aziende. I risultati di uno studio canadese

Breaded chicken strips with two kinds of sauces and fried potatoes on a wooden Board. Fast food on dark brown background. with copy space

Nel 2016 il Parlamento canadese ha bocciato la legge S-228, lo Child Health Protection Act, con la quale si voleva introdurre il divieto di pubblicizzare il junk food in modo mirato ai bambini. Ora una dettagliata indagine ricostruisce che cosa è successo: le grandi aziende hanno esercitato un’ingombrante azione di lobbying, fino a ottenere il risultato desiderato. A raccontare tutta …

Continua »

L’obesità dipende dalla qualità del cibo piuttosto che dalla quantità di attività fisica

ragazza mangia piatto pollo fritto

Ciò che fa prendere peso ai ragazzi non è tanto la quantità di attività fisica quanto, piuttosto, la qualità di ciò che mangiano. La dieta riacquista un ruolo assolutamente centrale, nonostante da anni le aziende che producono junk food e in generale cibo industriale stiano cercando in ogni modo di far passare il messaggio che il fattore determinante, per il …

Continua »

Bando alle pubblicità online di alimenti e bevande malsani: la proposta in UK dopo l’esperienza del Covid 19

Dca, ragazzo steso sul divano con ciotola di pop corn

La Gran Bretagna accelera sulla lotta all’obesità, e propone una legge che, se dovesse essere approvata nella sua formulazione attuale, sarebbe la più severa del mondo. Nel testo, riferisce la Reuters, sono previsti divieti assoluti per qualunque forma di pubblicità online di alimenti e bevande malsani, ossia che contengano una quantità eccessiva di grassi saturi, sale e zuccheri. Sarebbero compresi …

Continua »

I baby influencer e le pubblicità su YouTube: è cibo spazzatura il 90% dei prodotti alimentari che compare nei video delle piccole star di internet

child blogger shoots video on camera, smiling, unpacking blog, video recording at home for blog for followers

La pubblicità del cibo spazzatura dedicata ai più piccoli, per la quale, solo negli Stati Uniti, le aziende spendono ogni anno 1,8 miliardi di dollari, si sta trasferendo su un mezzo di comunicazione finora poco considerato, ma popolarissimo tra i più giovani: piattaforma internet di video sharing YouTube, seconda al mondo per diffusione.  Dovendo fare i conti da una parte …

Continua »