Home / Richiami e ritiri / Possibile presenza di alcaloidi tropanici: richiamo per un altro marchio di tortilla chips bio

Possibile presenza di alcaloidi tropanici: richiamo per un altro marchio di tortilla chips bio

tortilla chips trafoEataly e NaturaSì hanno pubblicato il richiamo precauzionale da parte del produttore di un diversi lotti di tortilla chips biologiche gusto naturel a marchio Trafo per la “possibile presenza di alcaloidi tropanici”. L’avviso di richiamo specifica che “il prodotto è conforme alla normativa UE, ma un consumo eccessivo può superare le dosi giornaliere di riferimento degli alcaloidi tropanici”. NaturaSì ha segnalato anche il richiamo delle tortillas gusto chili e gusto cheese. I prodotti interessati sono i seguenti:

  • Tortilla chips naturel Trafo in confezioni da 75 grammi, con i termini minimi di conservazione (Tmc) 16/08/2022, 17/08/2022, 10/09/2022, 15/10/2022, 16/10/2022, 07/11/2022, 08/11/2022, 04/12/2022 e 02/01/2023;
  • Tortilla chips naturel Trafo in confezioni da 200 grammi, con i Tmc 15/08/2022, 16/08/2022, 17/08/2022, 10/09/2022, 10/10/2022, 15/10/2022, 09/11/2022, 09/12/2022 e 03/01/2023;
  • Tortilla chips cheese Trafo in confezioni da 75 grammi, con i Tmc 20/08/2022, 17/09/2022 e 08/12/2022;
  • Tortilla chips chili Trafo in confezioni da 75 grammi, con i Tmc 17/08/2022, 15/09/2022, 13/11/2022, 09/12/2022 e 09/01/2023.

Le tortilla richiamate sono state prodotte dall’azienda FZ Organic Food BV nello stabilimento di Oppers 58, a Wolvega, nei Paesi Bassi.

A scopo precauzionale, l’azienda raccomanda di non consumare le tortilla con i termini minimi di conservazione seganalati e restituirle al punto vendita dove sono state acquistate.

Dal primo gennaio 2022 Il Fatto Alimentare ha segnalato 92 richiami, per un totale di 193 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata Foto: Depositphotos (copertina), NaturaSì

Da 12 anni Ilfattoalimentare.it racconta cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

In questi anni ci hanno sostenuto decine di aziende grandi e piccole con i loro banner e moltissimi lettori con le donazioni.

Tutto ciò ha reso possibile la sopravvivenza di un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici.

Il Fatto Alimentare dà l'accesso gratuito a tutti gli articoli e ai dossier. Questo è possibile grazie alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l'anno, senza farcire gli articoli con pubblicità invasive.

Sostieni ilfattoalimentare ci vuole solo un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche sostenerci con un versamento mensile.

Roberto La Pira

  Giulia Crepaldi

Guarda qui

Nachos chips. Delicious salty tortilla snack.

Tortilla chips biologiche richiamate per sospetta presenza di atropina e scopolamina

Il ministero della Salute ha segnalato il richiamo precauzionale di tutti i lotti di tortilla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *