;
Home / Richiami e ritiri / Tuodì, Fresco Market e InGrande, richiamati semi di sesamo: presenza di ossido di etilene nel prodotto

Tuodì, Fresco Market e InGrande, richiamati semi di sesamo: presenza di ossido di etilene nel prodotto

Le catene di discount Tuodì, Fresco Market e InGrande hanno segnalato il richiamo di un lotto di semi di sesamo a marchio Naturalmente Tuo per la “presenza di ossido di etilene”. Il prodotto coinvolto è venduto in sacchetti da 200 grammi, con il numero di lotto 2015515 e il termine minimo di conservazione 30/06/2021.

I semi di sesamo richiamati sono stati prodotti nello stabilimenti di via Grazia Deledda 36/38 a Montecassiano, in provincia di Macerata.

Per precauzione, si consiglia di non consumare i semi di sesamo con il numero di lotto richiamato e restituirli al punto vendita d’acquisto.

Dal 1° gennaio 2021, Il Fatto Alimentare ha segnalato 54 richiami, per un totale di 74 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata Foto: Tuodì

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

condimenti salsa tartufo cacio pepe cracker

Richiamate salsa al tartufo e cacio e pepe per ingrediente con allergeni non dichiarati, cracker sesamo e rosmarino per ossido di etilene. Aggiornamento 26/7: la nota del produttore dei condimenti

Aggiornamento del 26 luglio 2021: con una nota a Il Fatto Alimentare in merito al richiamo …