Home / Richiami e ritiri / Richiamati i salamini Bon-Ton Salumi: presenza di Salmonella nel prodotto

Richiamati i salamini Bon-Ton Salumi: presenza di Salmonella nel prodotto

Il ministero della Salute ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto di salamini stagionati Bon-Ton Salumi per presenza di Salmonella. Il prodotto coinvolto è venduto in filze da quattro salamini dal peso totale di circa 1 kg, con il numero di lotto 03/09/20.

I salamini richiamati sono stati prodotti per Bon-Ton Salumi di Barabino Santino & Co. Sas dal Salumificio Monte Penice Srl, nello stabilimento di via Roma 72 a Rivergaro, in provincia di Piacenza (marchio di identificazione IT 9 85 L CE).

A scopo precauzionale, si raccomanda di non consumare i salumi con il numero di lotto indicato e restituirli al punto vendita d’acquisto.

Dal 1° gennaio 2020, Il Fatto Alimentare ha segnalato 81 richiami, per un totale di 105 prodotti, e una revoca. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

Per capire come funziona il servizio di allerta alimentare e come viene effettuato il ritiro dei prodotti dai punti vendita leggi il libro “Scaffali in allerta” edito da Il Fatto Alimentare. È l’unico testo pubblicato in Italia che rivela i segreti e le criticità di un sistema che ogni anno riguarda  almeno 1.000 prodotti alimentari. Nel 10-20% dei casi si tratta di prodotti che possono nuocere alla salute dei consumatori, e per questo scatta l’allerta. Il libro di 169 pagine racconta 15 casi di richiami che hanno fatto scalpore. I lettori interessati a ricevere l’ebook, possono fare una donazione libera e ricevere in omaggio il libro in formato pdf  “Scaffali in allerta”, scrivendo in redazione all’indirizzo ilfattoalimentare@ilfattoalimentare.it

© Riproduzione riservata

  Giulia Crepaldi

Guarda qui

Ciotola in legno piena di semi di chia con cucchiaio in legno, su superficie scura con semi di chia sparsi attorno

Semi di chia, ancora un richiamo precauzionale per possibile presenza di soia

Carrefour ha pubblicato il richiamo precauzionale di tre lotti di semi di chia a proprio …

Un commento

  1. Perché sulle confezioni di fegato a fette, trippa tagliata non ci sono le informazioni dell’animale nato, allevato, macellato… Esselunga non risponde