Home / Richiami e ritiri / Aggiornamento del 27/07: il richiamo è stato revocato, le analisi scagionano il prodotto. Salamini di puro suino Cavalleri Carni richiamati per presenza di Salmonella

Aggiornamento del 27/07: il richiamo è stato revocato, le analisi scagionano il prodotto. Salamini di puro suino Cavalleri Carni richiamati per presenza di Salmonella

etichetta salamini suino

Aggiornamento del 27/07/2018: il Ministero della salute ha diffuso oggi la revoca del richiamo a seguito dell’esito favorevole di ulteriori analisi eseguite sul prodotto.

Il Ministero della salute ha diffuso il richiamo di un lotto di salamini di puro suino a marchio Cavalleri Carni per la presenza di Salmonella spp. Il prodotto interessato è distribuito in singole unità e in filze con data di produzione 16/05/2018 e data di scadenza 16/05/2019.

I salamini richiamati sono stati prodotti da Cavalleri Carni Srl di Cavalleri Angelo e figli nello stabilimento di via Italia 47, a Paitone, in provincia di Brescia. A scopo precauzionale si raccomanda di non consumare i salamini con la data di scadenza segnalata.

Dal 1° gennaio 2018, Il Fatto Alimentare ha segnalato 81 richiami, per un totale di 147 prodotti e una revoca. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

Per capire come funziona il servizio di allerta alimentare e come viene effettuato il ritiro dei prodotti dai punti vendita leggi il libro “Scaffali in allerta” edito da Il Fatto Alimentare. È l’unico testo  pubblicato in Italia che  rivela i segreti e le criticità di un sistema che funziona poco e male. Ogni anno in Italia vengono ritirati dagli scaffali dei punti vendita almeno 1.000 prodotti alimentari. Nel 10-20% dei casi si tratta di prodotti che possono nuocere alla salute dei consumatori, e per questo scatta l’allerta. La questione riguarda grandi aziende come Barilla, Mars…, catene di supermercati che commercializzano migliaia di prodotti con i loro marchi (Esselunga, Coop, Carrefour, Auchan, Conad, Lidl, Eurospin…), e anche piccole e medie imprese. Il libro di 169 pagine racconta 15 casi di richiami che hanno fatto scalpore.

I lettori  interessati all’ebook, possono fare una donazione libera e ricevere il libro in formato pdf  “Scaffali in allerta”, scrivendo in redazione all’indirizzo ilfattoalimentare@ilfattoalimentare.it

© Riproduzione riservata

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Yellow curcuma root with wooden spoon and pills on orange background

Integratori alla curcuma richiamati: segnalati due casi di epatite acuta. Interessati due prodotti venduti via internet

Aggiornamento del 16 maggio 2019: dopo che l’Istituto superiore di sanità ha segnalato altri due …