Home / Richiami e ritiri / Maina richiama panettone “Il Gran Nocciolato” per possibile presenza di filamenti metallici. Coinvolte diverse catene di supermercati

Maina richiama panettone “Il Gran Nocciolato” per possibile presenza di filamenti metallici. Coinvolte diverse catene di supermercati

maina panettone gran nocciolatoMaina ha richiamato a scopo precauzionale alcuni lotti di panettone “Il Gran Nocciolato” per una possibile contaminazione da filamenti metallici. Il prodotto interessato è venduto in formato da 1 kg, con i numeri di lotto 801077 – 881077- 891077 e scadenza 30/06/2019 (Ean 8005190401011). Il richiamo è stato diffuso dai supermercati Esselunga e Coop, Carrefour e Unes, ma interessa anche altre grandi catene di supermercati, e dal Ministero della salute.

Il panettone richiamato è stato prodotto da Maina Panettoni Spa nello stabilimento di via Bra (Tagliata) 109, a Fossano, in provincia di Cuneo.

L’azienda rende noto a Il Fatto Alimentare che il richiamo è stato causato dalla rottura di un setaccio e riguarda la produzione di una giornata. La presenza di filamenti metallici nel prodotto non è stata rilevata dai metal detector, ma da un controllo qualità interno. Non essendo stato possibile individuare i prodotti contaminati, Maina ha deciso di richiamare l’intero lotto della giornata per tutelare i consumatori.

Maina invita le persone che hanno acquistato il panettone oggetto del richiamo a non consumare il prodotto e riportarlo al punto vendita, dove sarà sostituito.

Per ulteriori informazioni contattare l’azienda all’indirizzo e-mail gestionereclami@mainapanettoni.com, oppure al numero verde 800 617781, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

Dal 1° gennaio 2018, Il Fatto Alimentare ha segnalato 122 richiami, per un totale di 200 prodotti, e 3 revoche. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Bombardino Psenner richiamato per presenza di latte non dichiarato in etichetta: rischio per gli allergici

Il ministero della Salute ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto del liquore all’uovo …