Home / Richiami e ritiri / Richiamato maiale al barbecue Cha Siu a marchio Lucky Duck per sesamo non dichiarato in etichetta

Richiamato maiale al barbecue Cha Siu a marchio Lucky Duck per sesamo non dichiarato in etichetta

cha siu lucky duck maiale marinato barbecueIl ministero della Salute ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto di cha siu a marchio Lucky Duck per la presenza dell’allergene sesamo non dichiarato in etichetta. Il cha siu è un piatto tipico della cucina cinese cantonese a base di carne di maiale marinata con spezie e aromi e poi arrostita al barbecue.

Il prodotto interessato dal richiamo è venduto surgelato in confezioni da 400 grammi, con il numero di lotto 201846013 e la data di scadenza 27/05/2020. Il cha siu richiamato è stato prodotto da Lucky Duck International Food B.V. nello stabilimento di Rietdekkerstraat 5 a Uden, in Olanda.

Si raccomanda ai soggetti allergici al sesamo di non consumare il prodotto con il numero di lotto segnalato e di restituirlo al punto vendita d’acquisto. Il cha siu Lucky Duck è invece sicuro per i consumatori che non allergici.

Dal 1° gennaio 2019, Il Fatto Alimentare ha segnalato 13 richiami, per un totale di 35 prodotti, e 1 revoca. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

Per capire come funziona il servizio di allerta alimentare e come viene effettuato il ritiro dei prodotti dai punti vendita leggi il libro “Scaffali in allerta” edito da Il Fatto Alimentare. È l’unico testo pubblicato in Italia che rivela i segreti e le criticità di un sistema che ogni anno riguarda  almeno 1.000 prodotti alimentari. Nel 10-20% dei casi si tratta di prodotti che possono nuocere alla salute dei consumatori, e per questo scatta l’allerta. Il libro di 169 pagine racconta 15 casi di richiami che hanno fatto scalpore. I lettori interessati a ricevere l’ebook, possono fare una donazione libera e ricevere in omaggio il libro in formato pdf  “Scaffali in allerta”, scrivendo in redazione all’indirizzo ilfattoalimentare@ilfattoalimentare.it

© Riproduzione riservata

Ogni giorno oltre 40mila persone ci seguono.
Siamo indipendenti e liberi da logiche politiche e aziendali. Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori che coprono il 20% delle spese

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Igor gorgonzola blu

Igor richiama 5 marchi di gorgonzola, secondo il Ministero c’è presenza di Listeria. L’azienda replica: impossibile la revisione

Il Ministero della salute ha diffuso il richiamo di diversi lotti di gorgonzola Dop dolce …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *