;
Home / Richiami e ritiri / Richiamo precauzionale per 12 marchi di latte fresco: presunta presenza di sostanze inibenti (Aggiornamento)

Richiamo precauzionale per 12 marchi di latte fresco: presunta presenza di sostanze inibenti (Aggiornamento)

latte fresco bianco friuli cadoro mungi e bevi, latte carso latteria coderno latte vivoAggiornamento del 14 settembre 2021: il ministero della Salute ha revocato per superamento della data di scadenza il richiamo del latte fresco con i marchi Bianco Friuli, Cadoro, Latte Carso, Latteria Coderno, Latte Vivo, Mungi e Bevi, Cadoro Ticonviene, Affresco Alta Levità, Blanc, Io Fvg, Latteria Cividale e Lessinia.

Aggiornamento del 9 settembre 2021: il ministero della Salute, in un secondo momento, ha segnalato il richiamo precauzionale del lotto di latte fresco pastorizzato parzialmente scremato anche dei marchi Cadoro Ticonviene, Affresco Alta Levità, Blanc, Io Fvg, Latteria Cividale e Lessinia.

Il ministero della Salute ha pubblicato il richiamo in via precauzionale di un lotto di latte fresco pastorizzato parzialmente scremato venduto con i marchi Bianco Friuli, Cadoro, Latte Carso, Latteria Coderno, Latte Vivo, e Mungi e Bevi, per la “presunta presenza di sostanze inibenti”(*). I prodotti interessati dal provvedimento sono stati distribuiti in bottiglie o cartoni in formato da 1 litro e, solo per quanto riguarda i marchi Latte Vivo, Lessinia e Blanc, da 500 ml, con la data di scadenza 12/09/2021, corrispondente al lotto di produzione.

Le bottiglie di latte fresco richiamate, di tutti i marchi coinvolti, sono state prodotte dall’azienda Latte Vivo Srl nello stabilimento di via Lombardia 2 a Tavagnacco, in provincia di Udine (marchio di identificazione IT 06 33 CE).

A scopo cautelativo, si raccomanda di non consumare il latte fresco con i marchi e la data di scadenza segnalati, e restituirlo al punto vendita d’acquisto.

Dal 1° gennaio 2021, Il Fatto Alimentare ha segnalato 184 richiami, per un totale di 338 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

(*) Si definiscono sostanze inibenti, le sostanze ad azione antimicrobica o batteriostatica, come gli antibiotici.

© Riproduzione riservata Foto: ministero della Salute

Il Fatto Alimentare da 11 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare... e dà ai lettori l'accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

Coop, richiamato preparato per pane e pizza senza glutine: ancora ossido di etilene nella farina di semi di carrube

Coop ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto di preparato per pane e pizza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *