Home / Richiami e ritiri / Richiamato un lotto di farina di mais gialla La Bresciana: troppe fumonisine

Richiamato un lotto di farina di mais gialla La Bresciana: troppe fumonisine

Un lotto di farina di mais gialla bramata è risultato contaminato da fumonisine

Un lotto di farina di mais gialla bramata La Bresciana, prodotta da Molino Bresciano, è stato richiamato in seguito alla contaminazione da fumonisine (micotossine derivate del genere Fusarium), oltre i limiti consentiti. Il lotto di farina è il numero 0810016 in confezioni da un chilogrammo e con termine minimo di conservazione 30/11/2017.

Il Ministero della salute ha pubblicato un avviso di richiamo attraverso il nuovo portale dedicato alle allerta alimentari. Tuttavia, Molino Bresciano, contattato da Il Fatto Alimentare, fa sapere di non aver ancora ricevuto da parte dell’Asl i risultati delle analisi e per questo motivo, non ha ancora avviato la procedura.

Questo è il richiamo numero 9 del 2017 segnalato da Il Fatto Alimentare.

© Riproduzione riservata

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare.  Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Bombardino Psenner richiamato per presenza di latte non dichiarato in etichetta: rischio per gli allergici

Il ministero della Salute ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto del liquore all’uovo …

2 Commenti

  1. Non condivido il modo in cui vengono diffuse in rete
    Le allerte di ritiri dal mercato di prodotti alimentari
    Sono notizie scarne ,poco esaurienti e creano inutili
    Allarmismi a scapito di prodotti di provata qualità.
    Non vi rendete conto dei danni di immagine e dei
    Costi che deve sostenere un operatore alimentare
    quando subisce un simile trattamento?
    Penso proprio di no!!
    Siate più seri e meno sensazionalistici!!