Cornetti o croissant

La catena di supermercati Conad ha richiamato i cornetti di pasta sfoglia classici, con crema al cioccolato, all’albicocca e con crema pasticcera a proprio marchio. Il provvedimento è motivato dalla “segnalazione di presenza materiale estraneo adeso alla superficie del prodotto”. Sono interessati i seguenti prodotti:

  • Cornetti classici, in confezioni da 240 grammi (codice EAN 8003170004153);
  • Cornetti albicocca, in confezioni da 300 grammi (codice EAN 8003170046160);
  • Cornetti con crema al cioccolato, in confezioni da 300 grammi (codice EAN 8003170046177);
  • Cornetti con crema pasticcera, in confezioni da 300 grammi (codice EAN 8003170021433).

Cornetti Conad richiamo 24.01.2024

Nell’avviso di richiamo, la catena non ha indicato lotti di produzione o termini minimi di conservazione coinvolti. L’azienda FBF Spa ha prodotto i cornetti richiamati per Conad Società Cooperativa.

A scopo puramente precauzionale, si consiglia di non consumare i prodotti segnalati. Conad fa sapere che i consumatori e le consumatrici eventualmente in possesso di una confezione dei suddetti prodotti possono riportarla in qualsiasi punto di vendita della catena, che provvederà alla sostituzione o al rimborso.

Dal primo gennaio 2024 Il Fatto Alimentare ha segnalato 18 richiami, per un totale di 35 prodotti. Clicca qui per vedere tutti gli avvisi di richiamo, i ritiri e le revoche.

© Riproduzione riservata Foto: Depositphotos (copertina), Conad

Siamo un sito di giornalisti indipendenti senza un editore e senza conflitti di interesse. Da 13 anni ci occupiamo di alimenti, etichette, nutrizione, prezzi, allerte e sicurezza. L'accesso al sito è gratuito. Non accettiamo pubblicità di junk food, acqua minerale, bibite zuccherate, integratori, diete. Sostienici anche tu, basta un minuto.

Dona ora

5 2 voti
Vota
Iscriviti
Notificami
guest

1 Commento
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Gianni Gavioli
24 Gennaio 2024 16:41

Compratori, acquistate preferendo alimentari (e altro) brandizzati con il marchio di chi li produce, per farne il proprio business.
Il produrre per conto terzi a volte deve sottostare a condizioni di sacrificio economico, che tolgono serenità di valutazione del rischio.
Il pricing (determinazione del prezzo) di un prodotto di Marca e quello dei beni commercializzati, non dovrebbe risentire di una inferiore differenza di qualità.
La vera concorrenza sarebbe (per un marketing intelligente) farsi produrre da aziende specializzate nel proprio Marchio, beni di qualità diversa ma superiore a quella del produttore (elaborando gli ingredienti non é difficile alzare la qualità).
Ma la qualità superiore senza spinta pubblicitaria é più difficile da vendere, senza una motivazione di immagine efficace.
Occorre un marketing non soltanto di “facciata”.
ggg

1
0
Ci piacerebbe sapere che ne pensi, lascia un commento.x