Home / Richiami e ritiri / Aggiornamento del 21/01/19: richiamo revocato. Barrette proteiche Protein+ White 31% a marchio +Watt richiamate per Salmonella

Aggiornamento del 21/01/19: richiamo revocato. Barrette proteiche Protein+ White 31% a marchio +Watt richiamate per Salmonella

barrette proteiche +watt gusto crema limone

Aggiornamento del 21/01/2019: il Ministero della salute ha revocato il richiamo delle barrette proteiche Protein+ White 31% a marchio +Watt perché le analisi di revisione hanno rilevato l’assenza di Salmonella nel prodotto. Viene spontaneo domandarsi perché ci siano voluti tre mesi e mezzo per arrivare alla revoca di un richiamo, che era stato pubblicato il 04/10/2018.

Il Ministero della salute ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto di barrette proteiche Protein+ White 31% a marchio +Watt per la presenza di Salmonella spp, riscontrata in alcuni campioni del prodotto. Le barrette interessate sono quelle al gusto crema-limone, vendute in confezioni da 40 grammi, con il numero di lotto 770317, da consumarsi preferibilmente entro il 01/2019.

Le barrette proteiche richiamate sono state prodotte dall’azienda Nutravant, nello stabilimento di via Baione, nella zona industriale di Monopoli, in provincia di Bari.

A scopo precauzionale, si raccomanda di non consumare il prodotto con le caratteristiche segnalate e di restituirlo al punto vendita d’acquisto.

Dal 1° gennaio 2018, Il Fatto Alimentare ha segnalato 104 richiami, per un totale di 176 prodotti, e una revoca. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

franken brau birra urhell pilsner natur radler

Birra Franken Bräu richiamata per possibile contaminazione chimica: coinvolte Urhell, Pilsner e Natur Radler. Guasto all’impianto di pulizia

Il ministero della Salute ha diffuso il richiamo precauzionale di alcuni lotti di birra Urhell, …