; Bacche di goji, altre confezioni richiamate per pesticidi oltre i limiti
Home / Richiami e ritiri / Bacche di goji, altre confezioni richiamate per pesticidi oltre i limiti

Bacche di goji, altre confezioni richiamate per pesticidi oltre i limiti

bacche di goji zigIl ministero della Salute ha pubblicato, con un ritardo di 11 giorni sulla data dei provvedimenti, gli avvisi di richiamo precauzionale di diversi lotti e formati di bacche di goji a marchio Zig “per il superamento dei limiti di sostanza attiva su carbofuran” segnalato da un cliente. I prodotti interessati sono i seguenti:

  • Bacche di goji Zig in confezione da 150 grammi (scatole da 12 pezzi), con i numeri di lotto 19/347, 19/334 e 19/345 e il termine minimo di conservazione (Tmc) 31/12/2020, già ampiamente superato.
  • Bacche di goji Zig Linea Ho.Re.Ca in confezione da 1 kg (scatole da 8 pezzi), con i numeri di lotto 19/354, 20/10, 20/36, 20/44, 20/63 e 20/77 (nessun Tmc indicato).
  • Bacche di goji Zig in confezione da 500 grammi (scatole da 10 pezzi), con i numeri di lotto 20/28 e 20/10 con Tmc già superato 30/01/2021, e 20/44 con Tmc 28/02/2021, anche in questo caso già oltrepassato.

Le bacche di goji richiamate sono state prodotte per Zenone Iozzino Srl da Shandong Farmer Land Foodstuff Co. Ltd nello stabilimento di Room 203, No.3 Poyanghu Road, Shinan Districta a Tsingtao, in Cina.

Per precauzione, si raccomanda di non consumare i prodotti con i numeri di lotto segnalati e restituirli al punto vendita d’acquisto.

Dal 1° gennaio 2021, Il Fatto Alimentare ha segnalato 60 richiami, per un totale di 86 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata Foto: ministero della Salute

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

Zenzero con ossido di etilene, altre barrette proteiche biologiche richiamate

Il ministero della Salute ha segnalato i richiami precauzionali di altre barrette biologiche, vendute con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *