Home / Richiami e ritiri / Richiamati piatti monouso in polipropilene Elios e Sea Party per migrazione eccessiva di sostanze nel cibo

Richiamati piatti monouso in polipropilene Elios e Sea Party per migrazione eccessiva di sostanze nel cibo

piatti monouso elios sea partyIl Ministero della salute ha diffuso il richiamo a scopo precauzionale di tutti i lotti dei piatti monouso di polipropilene dei marchi Elios e Sea Party dopo che le analisi di Arpa Puglia hanno individuato livelli oltre i limiti di migrazione totale di sostanze nel cibo in uno dei lotti interessati di piatti bianchi fondi Elios (1ELIOSFO8 lotto 20180807).

I prodotti coinvolti sono venduti in confezioni di varia pezzatura e dimensione, identificabili dai codici referenze:

  • Elios: 1ELIOSFO8, 1ELIOSPI10, 700ELIOSFO12, 700ELIOSPI14, 500ELIOSFO18, 500ELIOSPI20
  • Sea Party: 1SEAPARTYFO10, 1SEAPARTYPI12, 700SEAPARTYFO, 700SEAPARTYPI, 500SEAPARTYFO28, 500SEAPARTYPI30

I piatti monouso sono stati prodotti da T&M Trade & Marketing Srl nello stabilimento di via B. Buozzi traversa via del Deserto, a Bari.

A scopo precauzionale, si raccomanda di non utilizzare i piatti monouso con il codice referenza segnalati.

Dal 1° gennaio 2018, Il Fatto Alimentare ha segnalato 118 richiami, per un totale di 194 prodotti, e 3 revoche. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

richiamo uova galantuovo avicola sagittario salmonella

Aggiornamento del 3/11: la Salmonella era presente nella pollina e non nelle uova. Presenza di Salmonella enteritidis: richiamate uova fresche a marchio Galantuovo e dell’Avicola Sagittario

Aggiornamento del 3 novembre 2018: in un comunicato a Il Fatto Alimentare, l’azienda Avicola Sagittario rende …

3 Commenti

  1. FABIO GERMINARIO

    Sarebbe però interessante sapere quali “sostanze” si sono mischiate con i cibi.

  2. Stiamo parlando di cessione dai materiali agli alimenti, con norme specifiche che regolamentano tale situazione. La presenza di escrementi è una contaminazione esogena, non si riesce a far cos’ tanti danni nel fare un materiale o oggetto a contatto con gli alimenti inserendo nella ricetta tale sostanza.
    Seriamente si dovrebbe almeno fare un minimo di studio, se no va tutto a quel paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *