Home / Richiami e ritiri / Richiamati piatti monouso in polipropilene Elios e Sea Party per migrazione eccessiva di sostanze nel cibo

Richiamati piatti monouso in polipropilene Elios e Sea Party per migrazione eccessiva di sostanze nel cibo

piatti monouso elios sea partyIl Ministero della salute ha diffuso il richiamo a scopo precauzionale di tutti i lotti dei piatti monouso di polipropilene dei marchi Elios e Sea Party dopo che le analisi di Arpa Puglia hanno individuato livelli oltre i limiti di migrazione totale di sostanze nel cibo in uno dei lotti interessati di piatti bianchi fondi Elios (1ELIOSFO8 lotto 20180807).

I prodotti coinvolti sono venduti in confezioni di varia pezzatura e dimensione, identificabili dai codici referenze:

  • Elios: 1ELIOSFO8, 1ELIOSPI10, 700ELIOSFO12, 700ELIOSPI14, 500ELIOSFO18, 500ELIOSPI20
  • Sea Party: 1SEAPARTYFO10, 1SEAPARTYPI12, 700SEAPARTYFO, 700SEAPARTYPI, 500SEAPARTYFO28, 500SEAPARTYPI30

I piatti monouso sono stati prodotti da T&M Trade & Marketing Srl nello stabilimento di via B. Buozzi traversa via del Deserto, a Bari.

A scopo precauzionale, si raccomanda di non utilizzare i piatti monouso con il codice referenza segnalati.

Dal 1° gennaio 2018, Il Fatto Alimentare ha segnalato 118 richiami, per un totale di 194 prodotti, e 3 revoche. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata

Ogni giorno oltre 40mila persone ci seguono.
Siamo indipendenti e liberi da logiche politiche e aziendali. Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori che coprono il 20% delle spese

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Despar Veggie dolce Natale richiamo

Dolce di Natale vegano al cioccolato Despar Veggie richiamato per possibile presenza di tracce di latte. Rischio per allergici e intolleranti

Aggiornamento del 02/01/2019: il Ministero della salute informa che è stato richiamato anche il lotto …

3 Commenti

  1. FABIO GERMINARIO

    Sarebbe però interessante sapere quali “sostanze” si sono mischiate con i cibi.

  2. Stiamo parlando di cessione dai materiali agli alimenti, con norme specifiche che regolamentano tale situazione. La presenza di escrementi è una contaminazione esogena, non si riesce a far cos’ tanti danni nel fare un materiale o oggetto a contatto con gli alimenti inserendo nella ricetta tale sostanza.
    Seriamente si dovrebbe almeno fare un minimo di studio, se no va tutto a quel paese.