Home / Nutrizione / Passo svelto e bicicletta sono amici della bilancia

Passo svelto e bicicletta sono amici della bilancia

I progetti volti a promuovere lo sport e l’esercizio fisico in tutte le fasce sociali e di età –  come quello di Michelle Obama negli Stati Uniti o l’Isca (International Sports and Culture Association) in Europa – ricevono ulteriore benedizione dal mondo scientifico.

L’attività fisica praticata con regolarità è uno strumento essenziale per la buona salute, fisica, ma anche psichica: qualche passeggiata all’aperto, le scale a piedi e, possibilmente anche una pratica sportiva che – con lo stimolo del gioco, della socialità, del contatto con la natura – permetta ai nostri muscoli e al nostro cervello una preziosa ossigenazione. Senza contare la produzione di endorfine, che aumenta il senso di benessere generale. D’altra parte, sovrappeso e obesità affliggono adulti e bambini in tutta Europa, con un’incidenza significativa e crescente anche da noi 

Uno studio citato dalla “Nutrition Foundation of Italy” ha esaminato quale sia l’effetto del camminare a passo svelto e andare in bicicletta sulla riduzione del rischio di aumento del il peso corporeo.

Lo ricerca ha considerato le variazioni del peso di 18.414 donne sane, in età pre-menopausa, in un lungo arco di tempo (16 anni). Al termine del periodo di osservazione si è riscontrato un incremento ponderale medio di circa 9 kg.

Ma una significativa riduzione dell’aumento di peso è stata registrata per ogni mezz’ora al giorno trascorsa camminando a passo svelto e in bicicletta. Con effetti più marcati sia per gli “absolute beginners” – cioè coloro che all’inizio dello studio non erano soliti compiere passeggiate veloci né utilizzare la bicicletta – e per gli individui sovrappeso.

Nel dettaglio, il rischio di aumentare il peso oltre il 5 per cento del peso basale è drasticamente ridotto nelle donne normopeso che pedalano più di 4 ore la settimana e nelle donne sovrappeso o obese che pedalano 2-3 ore alla settimana.

Non è necessario il giro d’Italia a tappe a cronometro in salita: basta salire in sella e pedalare, per esempio per andare al lavoro o nel tempo libero. Serve solo una pista ciclabile, l’argine di un fiume, un parco. Se non c’è, si può sempre camminare a passo svelto per almeno mezz’ora tutti i giorni.

Dario Dongo

foto: Photos.com

© Il Fatto Alimentare 2010 – Riproduzione riservata

 

Guarda qui

Woman Suffering Toothache After Eating Chocolate

Zucchero & carie: è il momento di scelte radicali per la salute dentale. A partire dalle responsabilità di Big Sugar

Le campagne di salute pubblica hanno troppo spesso ignorato quella dentale, ma ora è indispensabile …