Home / Lettere / Latte Milbona della Lidl andato a male prima della scadenza. Risponde la catena di supermercati

Latte Milbona della Lidl andato a male prima della scadenza. Risponde la catena di supermercati

Un nostro lettore ha aperto una confezione di latte Milbona della Lidl ed ha avuto una spiacevole sorpresa. Di seguito pubblichiamo la lettera e le foto che abbiamo ricevuto e a seguire la risposta della catena di supermercati.

Buongiorno, questa mattina volevo preparare il solito cappuccino, ma nell’aprire una delle confezioni acquistate due o tre giorni fa al LIDL di San Giuliano Milanese, ho avuto la sorpresa di un latte andato a male, tutto cagliato (vedi foto allegate). Il latte era andato a male nonostante la scadenza fosse ancora lontana. Ho aperto un secondo cartone e per precauzione ho bollito il latte che comunque non manifestava segni di degrado e ho fatto il cappuccino. Mi sembra altresì utile segnalare che i tappi delle confezioni sono facilmente manomettibili e manca un sigillo sotto il tappo come in altre confezioni di altre marche. Rino

Latte Milbona
Il latte Milbona era andato a male nonostante la scadenza fosse ancora lontana

Di seguito la risposta della Lidl.

Abbiamo provveduto a contattare il fornitore del prodotto il quale ci ha confermato che dalla verifica dei documenti di produzione e dei controcampioni del lotto segnalato non sono emerse irregolarità.
Anche dalla verifica delle segnalazioni ricevute dai nostri Clienti non risultano altri reclami sul prodotto: riteniamo, pertanto, che si sia trattato di un caso isolato, dovuto probabilmente ad un’interruzione della catena del freddo o ad un accidentale danneggiamento della confezione.
Peraltro, da diversi anni, la società produttrice Hohenloher Molkerei eG realizza le confezioni di latte fresco con il meccanismo di chiusura ad “apertura in unico passaggio”, senza aver mai ricevuto alcuna contestazione. Il produttore ritiene, inoltre, che non sussista alcun rischio per la sicurezza. Il tappo, infatti, presenta una resistenza alla prima rotazione a cui segue un leggero clic che impedisce l’accidentale apertura della confezione, evitando in tal modo che il tappo possa aprirsi da solo.

© Riproduzione riservata

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Ossido di etilene in decine di lotti di semi di sesamo in tutta Europa. L’approfondimento di Roberto Pinton di Assobio

L’ossido di etilene è utilizzato come fumigante per disinfestare da parassiti silos e stive. Il suo …

9 Commenti

  1. Avatar

    Strano, l’immagine fornita dal lettore raffigura una confezione di latte uht sterilizzato in tetrapak.
    Non si capisce perché la lidl abbia risposto sul latte fresco che ha altro tipo di criticità, come giustamente detto la possibile interruzione della catena del freddo.
    In ogni caso il tipo di confezione tetrapak chiamato “edge” ha sì il tappo in sé facilmente rimovibile, ma la chiusura è assicurata da una linguetta in plastica saldata alla confezione; il tappo non è pensato per il mantenimento della chiusura, ma ha solo la funzione di sigillare una volta aperta la confezione.

    • Avatar

      Dubito che il latte acquistato dal consumatore sia uht visto che sulla confezione è indicata una scadenza, tipica del latte fresco, e non un tmc (da consumarsi preferibilmente entro il) come sarebbe per il latte uht.

    • Avatar

      Ho controllato, è vero l’azienda produce sia latte fresco pastorizzato che uht nella stessa confezione tetrapak. Grazie

    • Avatar

      Capitato anche a me con altra marca di latte, ma sempre preso da lidl, la catena del freddo è facile che ci rompa se in un supermercato del genere si mettono solo due persone a lavorare e devono gestire tutto…

  2. Avatar

    Salve. Verso il 20 settembre ho acquistato allal Lidl un budino per mia figlia “Safari” quello con gli animali per intenderci e in uno ho trovato muffa! La scadenza era verso il 6/10/2020 avevo anche fatto delle foto ma non sapevo dove poterci segnalarlo poi ho lasciato stare. Ma una cosa è certa: non li acquisterò più!

    • Valeria Nardi

      Gentilissima, purtroppo può succedere, ma non per questo si deve smettere di acquistare quel determinato prodotto o quella marca. In questi casi può portare il prodotto, o segnalare l’accaduto, al punto vendita per un rimborso o un cambio.

    • Avatar

      Ottima risposta. Cara Nadia, ti invito anche io a segnalare sempre se ci sono problemi altrimenti le aziende non possono risolvere né migliorare.

  3. Avatar

    Non è latte uht ma fresco microfiltrato , venduto nel banco frigor

  4. Avatar

    Anche io questa mattina ho aperto una nuova confezione con scadenza 13-11-2020 e risulta precipitato e raggrumato. Certamente non pericoloso per la salute ma una brutta sorpresa che lascia stupiti. Ora provvederò a contattare lidl per informarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *