Home / Redazione Il Fatto Alimentare (pagina 130)

Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Coca-Cola sospende la pubblicità nelle Filippine e trasforma il budget in aiuti alla popolazione colpita dal tifone

Coca-Cola

Coca-Cola ha sospeso le campagne pubblicitarie in corso nelle Filippine, per devolvere l’intero budget, pari a 2,5 milioni di dollari, all’aiuto delle popolazioni colpite dal tifone Haiyan, sotto forma di contanti e materiali di soccorso, tra cui 129.000 casse d’acqua.   L’iniziativa ha ricevuto apprezzamenti e critiche, queste ultime motivate con il fatto che in realtà la decisione di Coca-Cola …

Continua »

India, l’inflazione riduce del 40% il consumo di cibi ad alto valore nutritivo. Buone prospettive per le catene che propongono ristorazione veloce

cibo indiano

Negli ultimi tre anni, l’inflazione ha ridotto il budget alimentare delle famiglie indiane e il consumo di cibi essenziali, come frutta, verdura e latte, di circa il 40 per cento. L’impatto è stato più forte nelle maggiori città. Lo rileva un sondaggio condotto in ottobre e novembre dall’associazione della Camere di commercio indiane, tra duemila casalinghe e mille persone che …

Continua »

Etichetta: il consumatore compra di più quando si dice che un ingrediente è assente, rispetto a quando si vanta la presenza di un nutriente salutare

I consumatori preferiscono le etichette con l’indicazione che il prodotto non contiene qualche ingrediente giudicato potenzialmente dannoso, piuttosto che quelle che indicano che contiene qualcosa ritenuto positivo.   Se il prodotto non contiene un particolare ingrediente, ad esempio un colorante artificiale, i consumatori sono ancor maggiormente disposti ad acquistarlo, pagando anche di più, se nelle informazioni supplementari dell’etichetta vengono indicati …

Continua »

È allarme botulino per le olive nere a marchio Bel Colle. I supermercati Eurospin ritirano il prodotto in otto regioni. C’è già un ricovero a Forlì

Il Ministero della salute ha lanciato un’allerta per botulino riguardante due lotti di olive a marchio Bel Colle. L’allarme risale al 26 novembre 2013 a seguito del ricovero d’urgenza, presso l’ospedale di Morgagni di Forlì, di una paziente con una grave sintomatologia ascrivibile a sospetta intossicazione da Clostridium botulinum. Le indagini delle autorità competenti sono scattate immediatamente e le analisi effettuate dall’Istituto Zooprofilattico …

Continua »

Notizie dal mondo: cani in Cina, igiene al ristorante, energy drink, foto dei cibi, spegnare il cellulare

Camion per cibo all’andata, per rifiuti al ritorno La catena di supermercati britannica Tesco sotto accusa perchè i camion che trasportano gli alimenti vengono utilizzati anche per prelevarne i rifiuti e i prodotti invenduti. Continua leggere l’articolo.   In Galles vetrofania obbligatoria Dal 28 novembre tutti i negozi e le attività che servono o vendono alimenti dovranno obbligatoriamente esporre all’entrata la …

Continua »

In Galles obbligatorio il cartello sull’igiene all’entrata dei ristoranti: molte le proteste. I voti vanno da 0 a 5

Dal 28 novembre, in Galles, tutti i negozi e le attività che servono o vendono alimenti dovranno obbligatoriamente esporre all’entrata un cartello che riporta la valutazione delle autorità locali sull’igiene alimentare e dei locali. La valutazione va da 0, che indica la necessità di urgenti miglioramenti, a 5, che equivale a ottimo. Sinora, l’esposizione di questa pagella è stata volontaria …

Continua »

L’etichetta del salmone affumicato è la stessa, ma le calorie diminuscono del 40%. Come mai? Risponde l’azienda

Ho acquistato di recente due confezioni di salmone affumicato della Sal Seafood al supermercato Esselunga di San Fruttuoso (Monza), ieri mentre mi decidevo su quale aprire per prima ho notato che i valori nutrizionali indicati sulle due confezioni sono completamente diversi! È anche vero che si tratta di confezioni con date di scadenza diverse (vedi foto), la prima busta scade …

Continua »

La mozzarella del “Caseificio Pugliese” è fatta con latte piemontese! È tutto regolare? Risponde l’avvocato Dongo

Mia madre ha acquistato al supermercato una mozzarella dell’azienda Caseificio pugliese. Non osservando bene l’etichetta ha scelto questa mozzarella pensando fosse della Puglia (come suggerito dall’enorme logo aziendale)… immaginate il suo stupore quando ha letto “prodotta a Torino”. È tutto corretto ? M. C.   Abbiamo rivolto la domanda al produttore che così ha risposto. La denominazione “Caseificio Pugliese” che ci …

Continua »

Troppe fotografie di cibo in internet, potrebbero fare diminuire la voglia di mangiarli

Più si vedono fotografie di un alimento, più si riduce la voglia di consumarlo. La sovraesposizione alle immagini di cibi, cui siamo sempre più protagonisti e vittime anche tramite i social media, produce un senso di sazietà e rende il cibo meno piacevole, anche se potrebbe favorire una dieta dimagrante. È quanto emerge da una ricerca condotta su 232 persone da …

Continua »

Camion che trasportano cibo e spazzatura: in Inghilterra è polemica per l’igiene nelle procedure dei supermercati Tesco

tir trasporti

La principale catena di supermercati britannica, Tesco, è sotto accusa per scarso rispetto delle norme igieniche, a seguito della pubblicazione di un articolo sul quotidiano The Guardian in cui si descriveva come, gli stessi camion che trasportano gli alimenti ai supermercati vengono utilizzati anche per prelevarne i rifiuti e i prodotti invenduti, da portare nei centri di smaltimento. Secondo il …

Continua »

Panna da cucina Sterilgarda, Conad e Apprezzo: il produttore è lo stesso e le differenze sono minime. Il prezzo inferiore del 30% rispetto al leader

La panna da cucina UHT è un prodotto semplice con variazioni minime tra una marca e l’altra. Sugli scaffali si trovano confezioni all’apparenza abbastanza simili, proprio perché la panna è una frazione del latte, separata per affioramento spontaneo o per centrifugazione, con un contenuto di grasso variabile dal 20% al 25%.   Il Fatto Alimentare ha confrontato le tre confezioni …

Continua »

Pasta De Cecco: se il grano non è tutto italiano, è corretto scrivere “made in Italy”? Risponde l’azienda

Sulla pasta De Cecco c’è la frase “made in Italy” sotto la bandiera tricolore. qualche tempo fa, se non sbaglio, all’azienda Voiello è stato proibito di inserire il riferimento all’Italia perché il grano utilizzato non era italiano. Per il grano De Cecco credo valga la stessa cosa anche perché in etichetta non è indicata la provenienza, né il sito internet …

Continua »

La pasta Coop è prodotta da Rummo, ma i due prodotti sono diversi cambia la qualità della semola, la lavorazione e il prezzo

Sullo scaffale dei supermercati troviamo tre tipi di pasta,  la marca  leader (Barilla) , la confezione con il marchio della catena ( marca privata) e il  prodotto “premium” con un prezzo e una qualità superiore. Barilla si colloca in una fascia intermedia sia come prezzo sia come  qualità. La pasta con il marchio del  supermercato ha un prezzo  inferiore del …

Continua »

Troppo caro il cibo sano: negli USA solo i ricchi possono davvero permetterselo. Lo sostiene uno studio del dipartimento dell’agricoltura

Una dieta sana deve essere  economicamente accessibile a tutti i gruppi di cittadini? La domanda è al centro del dibattito sia negli Stati Uniti sia in altri Paesi industrializzati. In Italia, il Barilla Center for Food and Nutrition (BCFN) è stato tra i primi a evidenziare criticamente il problema attraverso la pubblicazione della Doppia Piramide 2012. Se da un lato …

Continua »

Passata Mutti: nell’etichetta nascosta ci sono ideogrammi “giapponesi”! L’azienda chiarisce, il pomodoro è italiano

Alcuni giorni fa lavando il contenitore di vetro della passata di pomodoro Mutti si è staccata parzialmente l’etichetta e, con mio grande stupore, è apparsa una nuova etichetta con ideogrammi che richiamano quelli cinesi. La cosa mi è sembrata abbastanza strana visto che sulla confezione c’è un bollino dove si certifica che si tratta di prodotto 100% italiano. Vi sarei …

Continua »