Home / Allerta / Bacche di goji con residui di pesticida e biotossine in ostriche francesi… Ritirati dal mercato europeo 90 prodotti

Bacche di goji con residui di pesticida e biotossine in ostriche francesi… Ritirati dal mercato europeo 90 prodotti

Bacche di gojiNella settimana n°46 del 2017 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 90 (9 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende tre casi: sostanza non autorizzata (propargite) in bacche di goji secche provenienti dalla Cina; contaminazione da biotossine algali paralizzanti (PSP – Paralytic Shellfish Poisoning) in ostriche vive (Crassostrea gigas) originarie della Francia (leggi articolo); sostanze non autorizzate (carbofuran, esaconazolo e propargite) in bacche di goji secche provenienti dalla Cina.

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: etichettatura errata (indicazioni incomplete in lingua italiana degli ingredienti e della dichiarazione nutrizionale e l’indicazione errata in italiano degli allergeni) di bacon affumicato refrigerato dalla Romania (leggi articolo); presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, in filetti di manzo refrigerati e sottovuoto, dall’Argentina; irradiazione non dichiarata in etichettata di vongole congelate dal Vietnam e brodo di vongole (Paratapes undulatus) dalla Turchia; diossine e policlorobifenili diossina-simili in miscela di erbe destinata a mangime per bovini proveniente dalla Germania; infestazione di parassiti in sgombri refrigerati dalla Francia.

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala mercurio in filetti di tonno pinna gialla dalla Spagna; aflatossine (B1) in pistacchi senza guscio dagli Stati Uniti, via Turchia; aflatossine (B1) in nocciole biologiche dalla Turchia; presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, in carne di manzo congelata dal Brasile; piombo in pesce pagello occhione (Pagellus bogaraveo) refrigerato, dalla Tunisia.

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato, la Danimarca segnala riso biologico a grani lunghi infestato da insetti; la Francia segnala nuovo ingrediente alimentare non autorizzato (Epimedium) in integratore alimentare.

© Riproduzione riservata

Ogni giorno oltre 40mila persone ci seguono.
Siamo indipendenti e liberi da logiche politiche e aziendali. Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori che coprono il 20% delle spese

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

tahin tahina crema di sesamo

Salmonella in pasta di sesamo del Libano norovirus in ostriche vive dalla Francia… Ritirati dal mercato europeo 99 prodotti

Nella settimana n°8 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per …