Home / Pubblicità & Bufale (pagina 20)

Pubblicità & Bufale

Usa, fallisce l’autoregolamentazione sugli spot alimentari rivolti ai bambini che nell’84% dei casi pubblicizzano prodotti ricchi di grassi e zuccheri

Il valore nutrizionale degli alimenti e delle bevande pubblicizzate negli Stati Uniti nei programmi televisivi per bambini è peggiore rispetto a quello dei prodotti presentati negli altri programmi. Una ricerca della University of Illinois a Chicago, pubblicata dalla rivista Childhood Obesity, ha esaminato dal 2009 per la prima volta gli spot nei programmi per bambini con uno share di audience …

Continua »

Uliveto e Rocchetta: gli auguri di Natale con l’inganno. Basta con le “acque della salute”, lo hanno detto Antitrust e Giurì

Gli auguri di Uliveto e Rocchetta pubblicati il 24 e il 29 dicembre sul Corriere della sera hanno un sapore che poco si abbina al clima natalizio. Si tratta di una pubblicità realizzata all’insegna dell’inganno e della scorrettezza. Il  messaggio ignora la recentissima sentenza dell’Antitrust (*) dove la società Co.ge.di International, proprietaria dei due marchi, viene condannata ad una multa di 100 mila euro …

Continua »

Il pomodoro cinese non arriva sugli scaffali dei supermercati. Smentita la favola di Coldiretti del triplo concentrato venduto come italiano

passata pomodori vasi

Una delle bufale più ricorrenti che gira in rete e su molti giornali accreditati riguarda il concentrato di pomodoro importato dalla Cina, che verrebbe imbottigliato in conserve vendute poi come prodotto made in Italy con tanto di bandiera italiana. Uno dei soggetti che ha aiutato a creare e a mantenere in vita la favola del pomodoro cinese è Coldiretti, riuscendo …

Continua »

In Norvegia Burger King regala un Big Mac del rivale McDonald’s per liberarsi dei falsi fan su Facebook: quelli veri non accettano il regalo

Il rapporto delle imprese con i social media non è sempre facile. La catena di fast food Burger King si è trovata alle prese con il fatto che molti dei suoi 38.000 fan norvegesi su Facebook utilizzavano la pagina per scrivere commenti sprezzanti e insulti verso la compagnia. Per porre rimedio alla situazione, la filiale norvegese di Burger King ha …

Continua »

Pillole “miracolose”: stop alla pubblicità, chiusi una decina di siti e multa per oltre un milione. Smantellata la rete

asparagus lipo

L’antitrust ha dato un milione di euro a una rete di società che pubblicizzava e vendeva prodotti dalle proprietà inesistenti (dimagranti che avrebbero fatto perdere 7 chili in 7 giorni, pillole, cerotti e creme in grado di curare cancro e Alzheimer e di garantire la giovinezza). L’autorità ha così messo fine a questa truffa organizzata da sei operatori di svariate …

Continua »

UK: lo spot dei produttori di birra che presenta l’alcol come fattore di successo è stato censurato

Uno spot dell’associazione che riunisce cinque marche di birra, tra cui Heineken e Carlsberg è stato censurato come “irresponsabile” dall’organo di autodisciplina pubblicitaria britannico, l’Advertising Standard Authority (Asa). Secondo la sentenza  la pubblicità induce a pensare che l’alcol aiuti a superare il nervosismo e a risolvere le situazioni problematiche, cambiando l’umore e il comportamento, oltre che favorire il successo sociale. …

Continua »

Uliveto e Rocchetta la pubblicità è ingannevole, 130 mila euro di multa. Le “acque della salute” non esistono. Lo slogan già censurato nel 2004 e nel 2013

Finalmente la pubblicità dell’acqua minerale Uliveto e Rocchetta è stata censurata dall’Antitrust che ha  anche deciso una multa di 100 mila euro alla Co.ge.di International proprietaria del marchio. Altri 30  mila euro di multa sono stati assegnati alla Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (FIMMG) che ha supportato con il logo i messaggi pubblicitari. Il messaggio  censurato è ha totalizzato 150 …

Continua »

Acqua minerale Lindos “Rigenera il cervello, contrasta i dolori, fa bene al cuore…” troppe bugie in quella pubblicità

Il  Comitato di Controllo del Giurì dell’autodisciplina pubblicitaria ha censurato la pubblicità dell’acqua minerale Lindos,  commercializzata dalla società Bognanco Acque Minerali. Il messaggio, apparso nel mese di  agosto 2013 sulla rivista rivista Riza Psicosomatica,  non poteva passare inosservato visto che attribuisce all’acqua Lindos le seguenti proprietà:  “Fa bene al cuore e al sistema cardiocircolatorio“, “Tonifica i muscoli“, “È di aiuto …

Continua »

Uliveto: il Giurì sanziona la finta acqua della salute, ma l’azienda non ascolta e la pubblicità continua

Da alcune settimane le pagine dei quotidiani come il Corriere della sera del 22 ottobre 2013, La Repubblica, Il Messaggero propongono la pubblicità dell’acqua minerale Uliveto. Nel messaggio compaiono per l’ennesima volta le parole “acqua della salute“, “aiuta la digestione” oltre alla collaborazione con l’Associazione italiana gastroenterologi (Aigo) e l’immancabile Alessandro Del Piero con l’uccellino.   Tutto ciò è inconcepibile  …

Continua »

Censurata pubblicità contro il glutine presentato come “dannoso per tutti”. Non è vero, è pericoloso solo per i celiaci

Il  Comitato di controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria ha stabilito che la pubblicita firmata da Le Bontà di Edoapparsa sul “Corriere della Sera” il  15 ottobre è ingannevole. La frase sotto accusa, posizionata con una certa evidenza nella parte alta del manifesto dice  “Lo sai che il glutine è dannoso per tutti?”.   La locandina, realizzata per promuovere alcune degustazione …

Continua »

Incredibile ma vero: il gelato di Grom che cola… è un bene per lo stomaco! Marketing o pubblicità ingannevole

Un lettore ci segnala il singolare modo di fare pubblicità delle gelaterie Grom. Ecco cosa c’è scritto sui depliant posizionati sul bancone:   Un gelato che cola? Vero verissimo il gelato di Grom cola più facilmente L’unico addensante è la nobile farina di semi di carruba in percentuale minima sul prodotto finito, l’assenza di ogni altro addensante dalla carragenina al …

Continua »

Lidl regala “la spesa per tutta la vita”. Non è vero. Lo spot è ingannevole e viene censurato dal Giurì

Lo spot dei supermercati Lidl che promette di vincere “la spesa per tutta la vita!” se “si indovina il valore della spesa nel carrello” è ingannevole. Il Comitato di controllo del Giurì di autodisciplina pubblicitaria ritiene il messaggio – andato in onda sulle reti Mediaset nel mese di ottobre 2013 – poco chiaro perché non chiarisce le condizioni di partecipazione …

Continua »

Fonzies: bloccata la pubblicità spazzatura del ragazzino che ha il pene più lungo. Ma su Facebook lo spot gira ancora!

Il Comitato di Controllo del Giurì di Autodisciplina Pubblicitaria ha bloccato lo spot di Fonzies dove  un ragazzino esclamava «Oggi due centimetri più lungo!» con una chiara allusione alle dimensioni del proprio pene. In seguito alla richiesta di censura inviata il 2 ottobre da Il Fatto Alimentare, l’organo del Giurì ha contattato l’azienda evidenziando gli aspetti critici della campagna, in …

Continua »

Vanity Fair celebra Pepsi e McDonald’s in due pubblicità che sembrano articoli. Voi cosa ne pensate?

C’è chi la chiama pubblicità mascherata e chi occulta, in realtà si tratta di un vecchio sistema utilizzato da giornali, radio e anche tv per promuovere un prodotto o un marchio, senza fare capire che si tratta di un messaggio a pagamento. A volte il giochino riesce, altre volte si rivela un boomerang come dimostrano decine i casi di censura …

Continua »

Cibi contaminati cancerogeni! L’articolo di giornale che circola in rete è l’ennesima bufala

In rete gira questo finto articolo di giornale che ha creato qualche allarme tra i nostri lettori. Si tratta di una  bufala di uno scherzo di cattivo gusto realizzato ocn una certa furbizia , perchè per essere credibile cita  personaggi veri come Beppe Grillo e un noto professore universitario,  e racconta una storia verosimile sulle nanoparticelle che cominciano ad essere …

Continua »