riso arborio con paletta di metallo

Il ministero della Salute e i supermercati Prix hanno segnalato il richiamo di un altro lotto di riso vialone nano a marchio Prix per la possibile presenza del fungicida triciclazolo oltre i limiti di legge. Il prodotto in questione è venduto in confezioni da 1 kg con il termine minimo di conservazione (Tmc) 18/10/2024, corrispondente al lotto di produzione.

Il riso vialone nano richiamato è stato prodotto per Prix Quality Spa dall’azienda Curti Srl con socio unico nello stabilimento di via Stazione 113 a Valle Lomellina, in provincia di Pavia.

Riso vialone nano PrixIn precedenza, sempre per la possibile presenza di triciclazolo, Prix aveva già richiamato alla fine di dicembre 2022 un lotto di riso vialone nano (ne abbiamo parlato in questo articolo), mentre il ministero lo scorso 18 gennaio aveva segnalato il richiamo di due lotti di vialone nano a marchio Curtiriso (clicca qui per tutti i dettagli). Entrambi i marchi di riso sono stati prodotti dall’azienda Curti Srl.

I supermercati Unes, invece, hanno segnalato il richiamo di un lotto di riso per preparazioni orientali Imperial Rice distribuito da Panigada T. & F. per la presenza di residui di cadmio in eccesso. Il prodotto interessato è venduto in sacchetti da 5 kg con il Tmc 11/11/2023, che corrisponde al lotto di produzione.

Riso imperial riceIl riso richiamato è commercializzato dall’azienda Panigada T. & F. Snc.

A scopo precauzionale, si raccomanda di non consumare i prodotti con i marchi e i termini minimi di conservazione segnalati e restituirli al punto vendita d’acquisto.

Dal primo gennaio 2023 Il Fatto Alimentare ha segnalato 7 richiami, per un totale di 8 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata Foto: Depositphotos (copertina), Prix, Unes

Ogni anno vengono ritirati dagli scaffali dei supermercati centinaia di prodotti alimentari pericolosi o non idonei alla vendita.
Il Fatto Alimentare ha lanciato un servizio completamente gratuito, che permette di ricevere in tempo reale una notifica ogni volta che viene pubblicata un'allerta o un richiamo.
Se volete rimanere informati iscrivetevi al nuovo canale Telegram de Il Fatto Alimentare https://t.me/ilfattoalimentareallerta, oppure al servizio di allerta via email cliccando il pulsante qui sotto.

Iscriviti

Giulia Crepaldi - 23 Gennaio 2023
5 2 voti
Vota
Iscriviti
Notificami
guest

1 Commento
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Doriana Goracci
Doriana Goracci
24 Gennaio 2023 12:03

GRAZIE

1
0
Ci piacerebbe sapere che ne pensi, lascia un commento.x