Home / Recensioni & Eventi / Irregolarità e sanzioni per etichette alimentari nel nuovo libro di Dario Dongo: “1169 PENE”

Irregolarità e sanzioni per etichette alimentari nel nuovo libro di Dario Dongo: “1169 PENE”

copertina ebook dario dongo-1169-pene-500x600 IrregolaritàL’etichetta che omette informazioni al consumatore, il menu del ristorante che tace su allergeni alimentari presenti nelle pietanze servite, le macroscopiche irregolarità nelle vendite di cibo tramite e-commerce, quali conseguenze provocano? Il nuovo ebook di Dario Dongo, “1169 PENE – Reg. UE 1169/11. Notizie sui cibi, controlli e sanzioni” spiega come fornire al consumatore l’informazione prescritta dal regolamento 1169/11 e quali sanzioni sono previste dal decreto legislativo 231/17 per le rispettive violazioni.

Dario Dongo, avvocato e giornalista esperto in diritto alimentare europeo, offre in questo libro un’analisi dettagliata delle norme in materia, con numerosi esempi, sotto una duplice prospettiva: degli operatori responsabili e delle autorità deputate ai controlli. Le normative in esame interessano tutti gli operatori della filiera agroalimentare, “from the farm to the fork”. Un settore ampio e variegato che esprime complessivamente il 13,2% dell’occupazione e l’8,7% del PIL.

“Ai consumatori in Italia – 61 milioni di residenti e 403 milioni di turisti ogni anno – devono venire garantiti i diritti d’informazione a tutt’oggi spesso disconosciuti, purtroppo, – dichiara Dario Dongo. – Il migliore augurio è dunque quello del ripristino della legalità.”

Il download di “1169 PENE” è gratuito, previa registrazione alla newsletter di Great Italian Food Trade, con invito a effettuare una donazione a favore di Food Allergy Italia (IBAN IT56H0622512163615255029043).

Per chi invece vorrà una copia cartacea con dedica dell’autore, il costo sarà di 15€ + 1,90€ spedizione.

1169 PENE – Reg. UE 1169/11. Notizie sui cibi, controlli e sanzioni, 162 pagine, © Copyright GIFT – Great Italian Food Trade, Marzo 2018

gift dario dongo

logo-fare

 

 

 

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

che mondo sarebbe libro slow food dettaglio

Dalla famiglia del Mulino Bianco ai testimonial VIP: “Che mondo sarebbe” quello delle pubblicità del cibo? Un libro racconta la società degli spot

Che mondo sarebbe… se la nostra vita e la nostra società fosse uguale a quella …

2 Commenti

  1. giovanna paltrinieri

    ho visto il sito del GIFT (mi sono iscritta alla newsletter). Ma … esplorando il sito ho visto che viene indicato che è obbligatoria la lista ingredienti (non allergeni, ingredienti, lettera b art9 Reg (UE)1169/11) anche per i prodotti somministrati, in contrasto con l’articolo 44 sempre dell’1169/11. A meno che sia uscita una norma italiana che mi sono persa. Mi fate sapere? grazie

    • Valeria Nardi

      La lista ingredienti è prescritta per i prodotti non preimballati dall’articolo 19 (Vendita di prodotti non preimballati) del decreto legislativo 231/17, al comma 2.
      I soli ingredienti allergenici di cui in Allegato II al regolamento UE 1169/11 devono invece venire indicati in relazione ai singoli alimenti somministrati dalle collettività, ai sensi del successivo comma 8 del predetto articolo 19 del d.lgs. 231/17.
      Tali norme non sono affatto in contrasto con l’articolo 44 del reg. UE 1169/11, che riserva agli Stati membri la disciplina delle fattispecie sopra citate. Dario Dongo