Home / Recensioni & Eventi / Irregolarità e sanzioni per etichette alimentari nel nuovo libro di Dario Dongo: “1169 PENE”

Irregolarità e sanzioni per etichette alimentari nel nuovo libro di Dario Dongo: “1169 PENE”

copertina ebook dario dongo-1169-pene-500x600 IrregolaritàL’etichetta che omette informazioni al consumatore, il menu del ristorante che tace su allergeni alimentari presenti nelle pietanze servite, le macroscopiche irregolarità nelle vendite di cibo tramite e-commerce, quali conseguenze provocano? Il nuovo ebook di Dario Dongo, “1169 PENE – Reg. UE 1169/11. Notizie sui cibi, controlli e sanzioni” spiega come fornire al consumatore l’informazione prescritta dal regolamento 1169/11 e quali sanzioni sono previste dal decreto legislativo 231/17 per le rispettive violazioni.

Dario Dongo, avvocato e giornalista esperto in diritto alimentare europeo, offre in questo libro un’analisi dettagliata delle norme in materia, con numerosi esempi, sotto una duplice prospettiva: degli operatori responsabili e delle autorità deputate ai controlli. Le normative in esame interessano tutti gli operatori della filiera agroalimentare, “from the farm to the fork”. Un settore ampio e variegato che esprime complessivamente il 13,2% dell’occupazione e l’8,7% del PIL.

“Ai consumatori in Italia – 61 milioni di residenti e 403 milioni di turisti ogni anno – devono venire garantiti i diritti d’informazione a tutt’oggi spesso disconosciuti, purtroppo, – dichiara Dario Dongo. – Il migliore augurio è dunque quello del ripristino della legalità.”

Il download di “1169 PENE” è gratuito, previa registrazione alla newsletter di Great Italian Food Trade, con invito a effettuare una donazione a favore di Food Allergy Italia (IBAN IT56H0622512163615255029043).

Per chi invece vorrà una copia cartacea con dedica dell’autore, il costo sarà di 15€ + 1,90€ spedizione.

1169 PENE – Reg. UE 1169/11. Notizie sui cibi, controlli e sanzioni, 162 pagine, © Copyright GIFT – Great Italian Food Trade, Marzo 2018

gift dario dongo

logo-fare

 

 

 

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

“Autenticità e frodi” della filiera agroalimentare: il seminario organizzato da CSQA

Il prossimo 24 ottobre si terrà a Bologna il seminario “Autenticità e frodi” organizzato da …

2 Commenti

  1. Avatar
    giovanna paltrinieri

    ho visto il sito del GIFT (mi sono iscritta alla newsletter). Ma … esplorando il sito ho visto che viene indicato che è obbligatoria la lista ingredienti (non allergeni, ingredienti, lettera b art9 Reg (UE)1169/11) anche per i prodotti somministrati, in contrasto con l’articolo 44 sempre dell’1169/11. A meno che sia uscita una norma italiana che mi sono persa. Mi fate sapere? grazie

    • Valeria Nardi

      La lista ingredienti è prescritta per i prodotti non preimballati dall’articolo 19 (Vendita di prodotti non preimballati) del decreto legislativo 231/17, al comma 2.
      I soli ingredienti allergenici di cui in Allegato II al regolamento UE 1169/11 devono invece venire indicati in relazione ai singoli alimenti somministrati dalle collettività, ai sensi del successivo comma 8 del predetto articolo 19 del d.lgs. 231/17.
      Tali norme non sono affatto in contrasto con l’articolo 44 del reg. UE 1169/11, che riserva agli Stati membri la disciplina delle fattispecie sopra citate. Dario Dongo