Home / Archivio dei Tag: obesita (pagina 20)

Archivio dei Tag: obesita

Usa: Michelle Obama convince Walmart a promuovere i cibi più salutari con meno zucchero sodio e acidi grassi trans

offerte supermercati

Il colosso mondiale della distribuzione Walmart ha annunciato, il 20 gennaio, una strategia quinquennale per ridurre sali, grassi e zuccheri dai propri prodotti, e abbassare drasticamente i prezzi di frutta e verdura. La battaglia contro l’obesità lanciata in Usa nel 2010 da Barack e Michelle Obama va avanti. Basta ricordare iniziative come il “Nutrition Bill”, gli  accordi con le grandi …

Continua »

A scuola si "impara" a mangiare frutta, verdura e latte. Con i programmi della Commissione Ue

L’8 e il 9 dicembre 2010 si è tenuta a Bruxelles una conferenza di alto livello per valutare le strategie dei paesi membri sulla nutrizione e le questioni sanitarie legate a sovrappeso e obesità. Due iniziative appaiono di particolare interesse: i programmi della Commissione europea “School Fruit Scheme” e “School Milk Scheme”. Nei 27 paesi UE ben 22 milioni di …

Continua »

In Europa migliora la salute, ma sovrappeso e obesità sono raddoppiati in 20 anni

obesita grasso sovrappeso dieta 177115587

Gli europei soprappeso o obesi sono il doppio di quanti erano vent’anni fa. È il dato più significativo (e una conferma di quanto già si sapeva) che emerge da “Health at a Glance: Europe 2010”, il rapporto della Commissione europea e Oecd (Organisation for Economic Co-operation and Development) con i dati più aggiornati sullo stato di salute delle popolazioni del …

Continua »

La pubblicità degli alimenti è tra i responsabili dell’obesità infantile? Il dibattito europeo

obesita infantile bambino obeso

EurActiv.com, il più importante portale dedicato alle questioni europee (vedi sito), fa il punto su una questione molto discussa: la pubblicità di alimenti è responsabile dell’obesità infantile? È stata data la parola a Will Gilroy , direttore della comunicazione della World Federation of Advertisers (Wfa), la federazione internazionale delle associazioni di investitori in pubblicità, e a Ruth Veale, del Settore salute …

Continua »

Secondo uno studio svedese gli stravizi alimentari occasionali diventano chili in più a lungo termine

Abbuffarsi e impigrirsi in estate pensando che, tanto, ci pensa l’inverno, la mensa aziendale e lo stress lavorativo a rimetterci in forma è un’illusione.  Un periodo all’insegna degli eccessi alimentari può lasciare chili in più di cui è difficile liberarsi e cambiare  la composizione corporea incrementando la massa grassa peggiorando il metabolismo.  La tesi è sostenuta in uno studio  scondotto …

Continua »

Obesità: la movida spagnola

Anche in Spagna i crescenti livelli di sovrappeso e obesità nei bambini hanno orientato l’attenzione delle autorità verso le scuole. L’Agenzia spagnola per la sicurezza alimentare e la nutrizione (Aesan) ha presentato un programma volto a contrastare questo fenomeno, in accordo con le autorità sanitarie centrali e regionali.  Le statistiche attuali stimano il sovrappeso o l’obesità in un bambino su quattro. …

Continua »

È ora di muoversi. In senso letterale. La campagna della first lady americana Michelle Obama

obesità sovrappeso

Cittadini, muoviamoci! Non è uno slogan politico, ma un’aspirazione sociale sulle due sponde dell’Oceano Atlantico. In USA, la first lady Michelle Obama ha dato il via alla campagna “Let’s Move!”. L’obiettivo è incoraggiare i cittadini, a partire dai più piccoli, a migliorare il loro stile di vita. Grazie a un’alimentazione più equilibrata e a un maggiore esercizio fisico. Obesità e …

Continua »

La ?montagna di schifezze?: quanto junk-food mangia ogni anno un bambino inglese

Cumuli di patatine, snack, merendine e gelati: la foto allegata mostra la quantità di cibo-spazzatura che un bambino inglese mangia in un anno. L’ha pubblicata il Mail Online un articolo di Claire Cohen. Anche se poco lusinghiera, non è quindi inappopriata la definizione di “junk food generation” usata per indicare i bambini di oggi, considerando che nel Regno Unito un …

Continua »

Regno Unito: l?obesità è in crescita, ma la colpa non è solo dell?industria alimentare

Cattive notizie dal Regno Unito: secondo le ultime rilevazioni, l’indice di obesità nella popolazione adulta è aumentato dal 16% del 1994 al 25% di oggi. Un dato allarmante non solo per i singoli pazienti ma per la società britannica nel complesso: l’obesità è una patologia che aumenta il rischio di malattie e riduce l’aspettativa di vita di circa un quarto …

Continua »

Preoccupano gli ultimi dati sulla salute degli americani, crescono le patologie legate alla cattiva alimentazione

I dati sulla salute degli americani pubblicati nel rapporto 2009  del Behavioral risk factor surveillance system è preoccupante. Negli ultimi dieci anni si è abbassato il consumo di tabacco e alcol, si fa più attività fisica e gli  uomini in sovrappeso con  indice di massa corporea tra 25 e 30, sono passati dal 45,3% al 42,6%. Le notizie positive finiscono …

Continua »

Se il bambino mangia male la colpa è anche dei cartoni animati

Come si educa il gusto? Secondo i nutrizionisti proponendo ai bambini cibi semplici quanto a cotture, ma il più possibile variati e freschi. Senza cedere ai capricci – la casa non è un ristorante – ma tenendo presente che il palato dei più piccoli è molto sensibile alle note amare: ragione per la quale i bambini odiano le verdure, a …

Continua »

Secondo uno studio americano, se aumenta il prezzo delle bibite, cala l`obesità

Alzare i prezzi dello junk-food per ridurre i chili di troppo: negli Stati Uniti si susseguono gli studi che mettono in relazione la grave epidemia di obesità che colpisce la popolazione (e soprattutto i più giovani) con i prezzi particolarmente convenienti di hamburger, patatine, snack dolci e salati e bibite gasate. Tanto che sono proprio le fasce di popolazione con …

Continua »

Gli Stati Uniti si mettono a dieta. Meno calorie per tutti con la campagna “Let’s move”

Michelle Obama, dopo avere lanciato in marzo la campagna “Let’s move” contro l’obesità infantile, il 17 maggio ha annunciato un accordo con la Healthy Weight Commitment Foundation, per ridurre il menù dei cittadini americani di 1.000 miliardi calorie entro il 2012  (che diventeranno 1.500 miliardi entro il 2015). Il documento è firmato dalle 16 aziende alimentari americane più importanti, forti …

Continua »

La Scozia dichiara guerra all’obesità: limiti per il cibo spazzatura e porzioni più piccole

La Scozia è decisa a cambiare la dieta dei cittadini con un piano che coinvolge fast-food, ristoranti, supermercati e aziende alimentari. Dopo la decisione presa dal Ministro della salute rumeno di tassare il cibo spazzatura dal mese di marzo, anche il Ministro della salute scozzese avvierà una guerra contro  l’obesità con una serie di iniziative molto drastiche. Tra le nazioni …

Continua »