Home / Archivio dei Tag: nanotecnologie

Archivio dei Tag: nanotecnologie

NanoFood 2019, a Roma il terzo convegno sulla sicurezza di nanomateriali e nanotecnologie nel cibo dell’Istituto superiore di sanità

nanoparticelle biossido di titanio

I nanomateriali possono essere una grande opportunità per la ricerca nel settore alimentare. Ma possono rappresentare anche un rischio per la salute umana, come dimostrano le controversie che circondano l’additivo alimentare biossido di titanio, che si trova in forma di nanoparticelle nel cibo. Per questo motivo, il prossimo 18 febbraio 2019, l’Istituto superiore di sanità terrà a Roma NanoFood 2019, il …

Continua »

Nuove linee guida dell’Efsa sulle nanotecnologie in alimenti e mangimi. La valutazione del rischio per la salute umana e animale

additivi alimentari

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato le nuove linee guida sulla valutazione del rischio per la salute umana e animale delle applicazioni delle nanoscienze e delle nanotecnologie nella catena alimentare. Si tratta di nuovi alimenti, materiali a contatto con gli alimenti, additivi alimentari e per mangimi, pesticidi. Oltre al documento scientifico, l’Efsa ha prodotto anche un video …

Continua »

Faber: un test unico per scoprire 244 possibili allergie. Il nuovo sistema utilizza le nanotecnologie ed è stato creato dal CNR e dagli allergologi del CAAM costa 200 €

Grazie alle nanotecnologie è disponibile un nuovo sistema di diagnosi delle allergie che si esegue contemporaneamente su 144 fonti  (alimenti, pollini, acari, epiteli, muffe, lattice, veleni di api e vespe, tessuti). Bastano  quattro ore e i risultati con le spiegazioni degli esperti vengono inviati online al paziente. Il nuovo sistema, denominato Faber, è stato sviluppato dall’Istituto di bioscienze e biorisorse …

Continua »

Nanomateriali: manca ancora una normativa omogenea. L’Europa è l’unica a definire cosa siano e come comportarsi nel settore alimentare

Le applicazioni delle nanotecnologie e l’utilizzo di nanomateriali nel settore agroalimentare, dei mangimi e del packaging, sono in fase di sviluppo e si prevede che molti prodotti, attualmente in fase di ricerca, entreranno sul mercato nel prossimo futuro. Per questo diventa sempre più importante disporre di sistemi normativi che affrontino adeguatamente la gestione dei rischi potenziali delle nanotecnologie. L’Unione europea, …

Continua »

Notizie dal mondo: bibite zuccherate, tasse, packaging nanotech, integratori alimentari, standard Halal

Le notizie dal mondo di questa settimana arrivano da: Francia, Olanda, Stati Uniti e Paesi islamici   Primo studio sull’efficacia di una tassa sulle bibite zuccherate: simulato il comportamento di acquisto in un supermercato virtuale in 3D. Riduzione modesta dei consumi ma significativi effetti cumulativi nel lungo periodo. Una tassa sulle bibite zuccherate produce un minor consumo di queste bevande, …

Continua »

Nanotecnologie: primo caso di ritiro per i contenitori alimentari con nanoparticelle di argento. Sono pesticidi soggetti a restrizione

Per la prima volta le nanotecnologie sono sotto la lente dell’Agenzia statunitense per la protezione dell’ambiente (Environmental Protection Agency – EPA) che ha ordinato il ritiro dal commercio di alcuni contenitori alimentari di plastica. Il motivo è la presenza di nanoparticelle d’argento (Nano Silver), presentate dall’azienda produttrice, Pathway Investment Corporation, come rimedio per ridurre la crescita di muffe, funghi e …

Continua »

Rischi e benefici delle nanotecnologie negli alimenti. Francesco Cubadda dell’ISS risponde a 5 domande

Componenti e supplementi dalle dimensioni nanometriche: un probabile futuro scientifico per il settore alimentare e a volte addirittura un presente già sfruttato. Le nanotecnologie sono infatti già presenti in alcuni additivi e nei contenitori alimentare, come spiega in modo chiaro Francesco Cubadda, ricercatore dell’Istituto superiore di sanità, rispondendo a 5 domande sul numero 11 della Newsletter dell’EFSA (EFSA Focal Point …

Continua »

Nanoparticelle negli alimenti e nel packaging: la tossicità è allo studio all`Istituto superiore di sanità

Le nanoparticelle sono sempre più diffuse nel settore alimentare: soprattutto nel packaging, ma anche nei cibi. Grazie a nuovissimi processi tecnologici, la materia viene strutturata in dimensione nanometrica (nm), ossia un miliardesimo di metro  e utilizzato  su substrati (per rendersi conto basta dire che 1 nanometro è 40mila a 80mila volte più sottile di un capello). Ridurre materiali come argento, …

Continua »

Nanoparticelle: i consumatori inglesi le ammettono solo per scopi salutistici e nel packaging. Una ricerca della Foods Standards Agency

Il dibattito sull’uso alimentare delle nanoparticelle è sempre vivissimo. E’ di questi giorni la pubblicazione, da parte dell’inglese Food Standards Agency (FSA) di una ricerca sull’opinione dei consumatori riguardante l’uso delle nanotecnologie nel packaging alimentare e nei cibi, condotta tra la fine del 2010 e l’inizio dell 2011. I risultati sono chiari: i consumatori dichiarano un atteggiamento positivo verso l’uso …

Continua »

Nanosilver: troppi interrogativi aperti. L`Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi raccomanda prudenza

Le nanotecnolgie – che permettono ridurre la materia conosciuta a dimensioni infintesimali per modificarne le caratteristiche usuali e renderla adatta a nuovi scopi e funzioni – sono senza dubbio affascinanti e Ilfattoalimentare.it se ne è occupato più volte (vedi sotto l’articolo). Ma le conoscenze attuali sono ancora incomplete per poter escludere con assoluta sicurezza i rischi per la salute. Questa …

Continua »

Nanotecnologie: la prudenza non è mai troppa, i francesi fanno ricerca con soldi pubblici

nanoparticelle biossido di silicio

Il settimanale specializzato della grande distribuzione GDO Week ha dedicato un articolo sulle nanotecnologie che fa il punto sullla situazione europea nei confronti di questa nuova “quinta dimensione”. L’autore, Gino Pagliuca, sottolinea la generale prudenza che caratterizza l’atteggiamento delle autorità statali: così, la Camera del Lords del Regno Unito raccomanda un approccio di estrema cautela prima di autorizzarne l’assunzione diretta …

Continua »

La nanotecnologia a tavola è (già) servita, lo sostiene un’inchiesta del mensile francese 60 millions de consommateurs

Il mensile dell’associazione francese 60 millions de consommateurs di febbraio 2011 dedica un’ampia inchiesta alle nanotecnologie, a firma di Patricia Chiropoulos. Secondo l’autrice, senza troppo rumore, i “nano-food” sono già presenti nei nostri piatti. Anche se ufficialmente l’industria alimentare nega di farvi ricorso, nella pratica le cose sono assai meno lineari. Questi nuovissimi processi tecnologici strutturano la materia in scala …

Continua »

Nanotecnologie: la regolamentazione prossima ventura

Abbiamo accennato alle prudenze espresse dal Parlamento europeo quando, lo scorso 7 luglio a Strasburgo, ha votato la proposta di regolamento sui nuovi prodotti alimentari, i “Novel foods”. L’Assemblea ha chiesto che sia indicata sulle etichette degli alimenti l’eventuale presenza di nano-materiali, prima ancora che venga introdotta una normativa che autorizzi e regoli il loro impiego nel settore alimentare. Proviamo …

Continua »