Home / Archivio dei Tag: deforestazione (pagina 4)

Archivio dei Tag: deforestazione

Palma da olio e deforestazione, i grandi coltivatori alla ricerca di un compromesso. Un nuovo studio propone di classificare le foreste con un sistema a semaforo

Le cinque grandi aziende asiatiche coltivatrici di palma da olio  firmatarie del Manifesto dell’olio di palma (Sime Darby, KLK, IOI, Musim Mas e Asian Agri), affiancate dal colosso dell’agroalimentare Cargill e dalla multinazionale Unilever, hanno commissionato uno studio su come conciliare le coltivazioni con la protezione delle foreste tropicali. Lo scopo è dare la possibilità alle aziende di soddisfare la crescente …

Continua »

Intervista a Giovanni Ferrero: il giornalista di Repubblica ci spiega perché il potere nutritivo dell’olio di palma è 7 volte superiore

Oil palm fruit olio di palma

Dopo l’articolo pubblicato da Il Fatto Alimentare sull’intervista a Giovanni Ferrero apparsa sul quotidiano la Repubblica, il giornalista  autore del testo, Paolo Griseri, ci ha scritto, chiarendo il suo punto di vista sulla frase poco condivisibile dell’imprenditore relativa all’olio di palma che l’azienda usa in abbondanza nella Nutella. “Con le conoscenze scientifiche di oggi – spiega Ferrero – possiamo limitare la deforestazione, …

Continua »

Olio di palma: i media ne parlano sempre di più e i consumatori fanno pressione. Le aziende modificano le loro politiche e le rendono più sostenibili

Foreste distrutte, animali massacrati, pericoli per il clima e scarsa tutela per i lavoratori. Questa volta è l’Huffington post a denunciare, con un lungo articolo, i rischi connessi alle coltivazioni intensive di palma da olio. Partendo dalla storia di Kesi, un cucciolo di orango che vive in Borneo, mutilato dai bracconieri che avevano ucciso la madre tentando di allontanarla dal …

Continua »

L’olio di palma si fa strada con la violenza in Liberia e con i roghi dolosi a Sumatra. La corruzione salva i “delinquenti della deforestazione”

L’anno scorso, durante l’emergenza causata dal virus Ebola, una compagnia produttrice di olio di palma ha approfittato della situazione per impossessarsi, anche attraverso la violenza e gli arresti di contadini accusati di atteggiamento antipatriottico, di migliaia di ettari di terra da destinare alla coltivazione della palma. Lo denuncia l’organizzazione non governativa Global Witness, che si occupa di corruzione e di …

Continua »

I danni irreparabili delle coltivazioni dell’olio di palma all’ambiente: le piantagioni costruite su paludi bonificate emettono il doppio di CO2. La Russia limita le importazioni?

La quantità di CO2 emessa dalle piantagioni di palme da olio ricavate da terreni paludosi è in realtà quasi doppia rispetto al valore che si credeva. Per questo motivo, considerando l’estensione delle piantagioni, è importante riconsiderare l’entità del danno ambientale. Si tratta delle conclusioni emerse in uno studio pubblicato su Environmental Research Letters. Lo studio sulle paludi bonificate per la …

Continua »

Biogas: verso l’elettricità prodotta da paglia, microalghe e scarti agroindustriali

In un futuro non lontano, l’energia elettrica sarà prodotta da biogas ottenuto con paglia, microalghe e scarti agroindustriali. È quanto prevede l’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), negli ultimi risultati delle ricerche verso sistemi innovativi per la valorizzazione energetica di una più ampia varietà di biomasse, con riduzione dei costi e dimezzamento dei …

Continua »

L’appello del WWF di nove mesi fa contro l’olio di palma: le coltivazioni provocano una progressiva e continua distruzione delle foreste

Vi proponiamo ampi stralci dell’appello che WWF ha rivolto alle aziende alimentari italiane nove mesi fa, invitandole a utilizzare solamente olio di palma sostenibile certificato entro il 2015. Il testo fa capire perché l’impiego di questo grasso tropicale sia la causa di una continua e progressiva deforestazione. L’invito del WWF, accolto da aziende come Ferrero e Barilla, non risolve però il problema, visto che il quantitativo di palma sostenibile rappresenta …

Continua »

“Non mangiate più Nutella, contiene olio di palma che causa la distruzione delle foreste”, l’invito rivolto dal ministro francese dell’Ecologia, Ségolène Royal. Poi si scusa

“Non mangiare più la Nutella per salvare il pianeta”. E’ l’ultima battaglia del ministro francese dell’Ecologia, Ségolène Royal, che intervistata dal programma del canale televisivo francese Grand Journal di Canal +, ha invitato i consumatori   a non mangiarne più per contribuire a salvare il pianeta. Royal ha detto  che “la deforestazione massiccia che come conseguenza ha anche il riscaldamento climatico”. …

Continua »

Olio di palma e deforestazione: due spot realizzati da SumofUS e Greenpeace per denunciare la devastazione del territorio da parte di Nestlé e PepsiCo

Galeotte furono le Doritos, patatine fritte utilizzando l’olio di palma, dell’azienda Frito-Lay  (filiale della più famosa PespiCo), che in un video di denuncia firmato dal movimento transnazionale Sum of Us fanno scattare la scintilla dell’amore. Ma quando la giovane coppia scopre i retroscena della devastante deforestazione che c’è dietro lo snack,  l’idillio finisce. La campagna pensata da Sum of Us …

Continua »

Deforestazione: si può bloccare quando interessa al marketing. Il caso del Brasile dove gli allevatori hanno smesso di distruggere l’ambiente per lasciare spazio ai pascoli

La deforestazione si può bloccare quando diventa un elemento decisivo per il marketing. Quando è il mercato a chiede la sostenibilità, questa si impone molto più velocemente rispetto ai progetti culturali basati sul rispetto dell’ambiente. Il caso del Brasile è esemplare. Lo illustra, su Conservation Letters, un gruppo di ricercatori appartenenti all’Amazon Institute of People and the Environment (IMAZON) brasiliano, alla …

Continua »

Il caso Mc Donald’s, tra land grabbing, deforestazione e olio di palma. Le proteste contro la catena di fast food riguardano anche retribuzioni e orari di lavoro

Abbiamo iniziato a scrivere del legame vizioso tra olio di palma e land grabbing nell’ormai lontano 2010. evidenziando la vacuità degli impegni assunti da grandi produttori, trader e utilizzatori. Il tentativo era tingere di verde l’immagine dell’olio tropicale (greenwashing), senza tenere conto delle rapine delle terre nelle comunità locali. A fine 2014 abbiamo lanciato una petizione contro l’impiego dell’olio di …

Continua »

Deforestazione illegale: l’Europa è grande importatrice di soia, carne bovina, olio di palma da queste zone

Clearcut logging

L’importazione di materie prime agroalimentari dell’Unione europea è largamente legata alla deforestazione illegale. Uno studio dell’ong Fern, Stolen Goods: The EU’s complicity in illegal tropical deforestation, stima che nel 2012 l’Ue abbia importato sei miliardi di euro di soia, carne bovina, olio di palma e pellame, provenienti dalle attività agroalimentari nelle foreste tropicali disboscate illegalmente: quasi un quarto del commercio …

Continua »

Deforestazione in Indonesia: in dieci anni sono stati persi 6 milioni di ettari di foreste e il tasso aumenta a favore delle coltivazioni di olio di palma. Superato anche il Brasile

In poco più di dieci anni, dal 2000 al 2012, l’Indonesia ha perso oltre 6 milioni di ettari di foresta primaria, che corrisponde a quella non ancora intaccata da attività umana e quindi più ricca di biodiversità. Il fatto ancora più preoccupante è che il tasso di crescita della deforestazione tende ad aumentare nel tempo: questo significa che ogni anno …

Continua »

Olio di palma: Greenpeace avverte del rischio “greenwashing”. Sono necessarie manovre più organizzate e definite per una coltivazione sostenibile

olio di palma Palm fruit on the tree, tropical plant for bio diesel production

«La richiesta di olio di palma è al massimo storico, come pure la consapevolezza che la produzione rappresenti la causa principale di deforestazione in paesi come l’Indonesia. Il momento dunque è critico, ma i progressi fatti possono trasformarsi in greenwashing, se i principali protagonisti del settore non si orienteranno definitivamente verso filiere che escludono la deforestazione». Parola di Annisa Rahmawati, …

Continua »

Olio di palma: le piantagioni distruggono le foreste e la biodiversità, peggiorano l’acqua, e causano lo sfruttamento dei terreni e di chi li lavora

olio di palma

Le estese coltivazioni di palme da olio contribuiscono enormemente all’aumento dell’anidride carbonica, alla distruzione della biodiversità e delle colture locali, e sono responsabili del depauperamento dei terreni e dello sfruttamento di chi li lavora. Per far posto a queste coltivazioni in molti paesi dell’area tropicale, si radono al suolo milioni di ettari di foresta. Alla lista dei danni già noti …

Continua »