Home / Archivio dei Tag: belgio

Archivio dei Tag: belgio

Il Belgio adotta ufficialmente il Nutri-Score dal 1° aprile 2019. Contraria l’associazione delle industrie alimentari

mgaphone : nutriscore

È ufficiale: il Nutri-Score è l’etichetta nutrizionale a semaforo del Belgio dal 1° aprile 2019. La svolta arriva a meno di un anno dall’annuncio della ministra degli Affari sociali e della salute pubblica Maggie De Block, che alla fine dell’estate 2018 aveva spiegato come l’obiettivo del governo fosse quello di rendere le informazioni nutrizionali più accessibili e facili da comprendere. …

Continua »

Anche il Belgio sceglie l’etichetta francese a semaforo Nutri-Score. Annuncio della ministra della Salute, dissenso delle industrie alimentari

mgaphone : nutriscore

Anche il Belgio ha deciso di adottare un’etichetta nutrizionale a semaforo semplificata come quella francese (Nutri-Score), che potrà essere applicata volontariamente dalle aziende sulla parte frontale dei prodotti alimentari. Lo ha annunciato la ministra degli Affari sociali e della salute pubblica, Maggie De Block, motivando la scelta con la volontà di rendere più facile per i consumatori ottenere informazioni su come …

Continua »

Acrilammide, il Belgio insorge contro l’Ue: “Vogliono vietare le nostre patatine fritte”. Il ministro del Turismo belga lancia l’allarme

Il nuovo regolamento che la Commissione europea sta preparando per limitare la formazione dell’acrilammide nei cibi ha provocato la reazione del ministro del turismo belga in difesa delle patatine fritte, piatto tradizionale in Belgio. Note anche come frites o frieten, le patatine belghe devono il loro gusto particolare alla varietà delle patate utilizzate e al doppio sistema di frittura, prima a bassa temperatura …

Continua »

Pomodori San Marzano coltivati in Belgio e negli Usa. Un’interrogazione al Parlamento europeo e il mistero del New York Times

grappolo di pomodorini san marzano

Il presidente della commissione agricoltura del Parlamento europeo, Paolo De Castro, ha presentato un’interrogazione alla Commissione Ue, chiedendo che si attivi per far cessare l’utilizzo del termine “San Marzano” nell’etichetta di pomodori prodotti e commercializzati in Belgio dall’azienda LAVA, con sede a Leuven. Secondo De Castro, si tratta di utilizzo “chiaramente evocativo“ dei pomodori a denominazione di origine protetta, che …

Continua »

Expo 2015: dalla Spagna alla Russia, tra padiglioni che non comunicano nulla. Un tuffo nel passato dell’URSS con vodka gratis per tutti

Con le eccezioni positive di Germania, Gran Bretagna e Olanda e il padiglione dell’Ue, gli altri paesi europei seguono il modello italiano, parlando di se stessi, facendo promozione turistica e comunicando ben poco  sul tema dell’Expo. Per accedere all’area  della Francia bisogna attraversare un orto dove sono esposte le fotografie di Matteo  Renzi con il Presidente Francois Hollande e quella del ministro dell’ecologia Ségolène Royal che inaugura il …

Continua »

Insetti nel piatto: dopo i sequestri di un mese fa il padiglione del Belgio a Expo ottiene la prima autorizzazione

Il padiglione belga a Expo ha ottenuto l’autorizzazione delle autorità sanitarie italiane per offrire ai visitatori una degustazione di insetti, appartenenti alle dieci specie autorizzate in Belgio, su cui l’Agenzia belga per la sicurezza della catena alimentare ha effettuato una valutazione di rischio. Si tratta di: grillo domestico (Acheta domesticus), grillo Gryllodes sigillatus, tarma minore della cera (Achroia grisella), tarma …

Continua »

Olio di palma, il consumo eccessivo può avere effetti negativi sulla salute e aumentare il rischio cardiovascolari. Lo sostiene il Consiglio Superiore della Sanità del Belgio e l’Agenzia per la sicurezza alimentare francese

Sono passati 6 mesi da quando l’Unione Europea ha imposto alle aziende di specificare il tipo di olio vegetale sulle etichette dei prodotti alimentari, e in Italia è in corso un’accesa discussione dopo la scoperta che in moltissimi prodotti si usa olio di palma. Nel dibattito la domanda più frequente riguarda i problemi di salute correlati all’assunzione elevata di questo grasso. …

Continua »

L’Agenzia francese per la sicurezza alimentare raccomanda prudenza nel consumo di insetti

insetti piatto

In Africa, Asia e America Latina, il consumo di insetti fa parte della dieta alimentare di circa due miliardi di persone. La Fao si è pronunciata a favore del loro allevamento su larga scala, per far fronte alle preoccupazioni sull’approvvigionamento alimentare e sull’apporto proteico. In Europa pare esserci un interesse crescente verso questa pratica, con progetti industriali e di ricerca, …

Continua »

Mangiare insetti al ristorante? In Belgio e in Olanda si può. Il parere dell’Agenzia per la sicurezza alimentare sui rischi microbici, chimici e fisici

L’Agenzia belga per la sicurezza della catena alimentare ha pubblicato un parere sui rischi microbici, chimici (compresi quelli allergenici) e fisici collegati al consumo di insetti allevati. Il parere si riferisce a una lista di dieci specie, il cui consumo alimentare è tollerato in Belgio. Si tratta di: grillo domestico (Acheta domesticus), grillo Gryllodes sigillatus, tarma minore della cera (Achroia …

Continua »

Insetti a tavola: Olanda e Belgio dicono sì, il Lussemburgo no. Quest’anno il parere scientifico dell’Efsa e un nuovo regolamento europeo

Il Lussemburgo ha deciso di non autorizzare la commercializzazione di insetti commestibili, adottando un’interpretazione restrittiva del regolamento europeo del 1997 sui nuovi alimenti. La posizione del piccolo Stato si differenzia da quella di Olanda e Belgio, che, sulla base di un’interpretazione più elastica del regolamento, hanno optato per un atteggiamento più tollerante.   Il regolamento Ue n. 258/97, sui nuovi …

Continua »

Negli USA ritirati 252 prodotti alimentari negli ultimi 3 mesi, anche in Francia e Inghilterra sono decine, in Italia 4! Siamo i più bravi o i più fessi?

Secondo l’indice ExpertRECALL™, pubblicato dalla FDA Enforcement, nel corso del terzo trimestre 2013 i prodotti alimentari ritirati dal mercato statunitense sono stati 252 e 136 le aziende coinvolte (-14% rispetto al trimestre precedente). Il numero di richiami è diminuito mentre il numero di prodotti ritirati ha subito un incremento notevole (7 milioni di pezzi) a causa di un grosso lotto …

Continua »

Uno studio belga sullo spreco alimentare nei supermercati: i consigli per ridurlo. Ancora troppe le reticenze sui dati

La quantità di cibo che si butta via è tutto sommato contenuta, ma lo spreco alimentare si può ridurre ulteriormente. Sono queste in estrema sintesi le conclusioni di uno studio francese sugli sprechi da parte dei supermercati, realizzato dal Centro di ricerca e informazione delle organizzazioni dei consumatori del Belgio (Crioc). Si tratta di un’analisi qualitativa più che quantitativa, basata …

Continua »