Home / Archivio dei Tag: alcol

Archivio dei Tag: alcol

Yogurt Müller al gin tonic: un successo in Gran Bretagna ma i medici di famiglia protestano

In Gran Bretagna dal mese di settembre 2019 la Müller vende uno yogurt senza zuccheri aggiunti, senza grassi e con molte proteine. La vera novità è che contiene lo 0,5% di gin. Il risultato è un prodotto chiamato Light Gin & Tonic inspired che, secondo quanto riferisce l’azienda, sta incontrando il gradimento del pubblico e può essere tranquillamente inserito in …

Continua »

Alcol e cancro: cala l’incidenza di alcuni tumori dove si scoraggia il consumo di bevande alcoliche. La conferma da uno studio americano

calorie alcolici

Laddove vengono adottate politiche volte a ridurre il consumo di alcol, cala anche, e in misura non irrilevante, il numero dei tumori a esso tipicamente associati. Che l’alcol sia un cancerogeno lo si sa ed è ufficiale da molti anni, dal 1988, quando cioè l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) di Lione, organo dell’OMS, lo ha inserito nella …

Continua »

La pubblicità della birra fa presa sui ragazzi: più le aziende spendono in marketing, più salgono le vendite tra gli adolescenti

close up of friends with beer bottles outdoors

A guardare i numeri, la strategia risulta molto evidente: le aziende di alcolici e, nello specifico, di birra, investono parecchio denaro per catturare il mercato dei giovanissimi, quasi sempre minorenni. E lo fanno con successo, anche se molti paesi prevedono limiti di età per l’acquisto di bevande alcoliche. La singolare associazione tra quanto i produttori spendono in marketing e quanto …

Continua »

Le cattive abitudini degli adolescenti italiani: saltano la colazione e mangiano poca frutta e verdura. Allerta sul binge drinking

Girl with coffee is yawning.

Saltano la colazione, fanno poca attività fisica, non mangiano abbastanza frutta e verdura e consumano troppo alcol: insomma, le abitudini di molti adolescenti italiani lasciano un po’ a desiderare. Sono queste le conclusioni del Sistema di sorveglianza HSBC (Health Beahviour in School-aged Children), promosso dal ministero della Salute e coordinato dall’Istituto superiore di sanità, che ha diffuso i dati dell’indagine …

Continua »

Alcol, le tasse americane non bastano a coprire i costi sociali e sanitari del consumo: è ora di ripensarle

Negli Stati Uniti le bevande alcoliche sono soggette a due tipi di tassazioni: una federale fissa e una statale variabile. Eppure la somma delle due non compensa, se non in piccola parte, i costi associati al consumo (eccessivo ma non solo) di alcol, che devono quindi essere pagati da tutta la società, compresi coloro che non bevono, o bevono pochissimo. …

Continua »

Non diminuisce il consumo di alcol in Italia: sono più di 8 milioni i bevitori a rischio. Sempre più preoccupante l’impatto su salute e società

alcol birra alcolici sovrappeso obesità

Sono 8,6 milioni e non accennano a diminuire i bevitori a rischio in Italia, tra i quali si contano anche 2,7 milioni di anziani e 700 mila minorenni, con un aumento significativo tra le ragazze. Non si riducono nemmeno i consumi pro-capite. Ogni anno gli italiani bevono 7,5 litri di alcol (*), che salgono a 12 se si tolgono dall’equazione …

Continua »

La guerra francese all’alcol, appello dei medici ai politici: servono misure più dure per ridurre il consumo di bevande alcoliche

Ogni anno in Francia l’alcol provoca 41 mila decessi. Ora però l’Accademia nazionale di medicina dice basta e chiama direttamente in causa i politici, chiedendo loro di introdurre nuove regole per limitare il consumo e smettere di essere succubi di quella che definiscono la lobby dei produttori di bevande alcoliche. I dati sono impressionanti: l’alcol è la prima causa di …

Continua »

Le tasse sullo zucchero costituiscono uno strumento fiscale per promuovere la salute e la corretta nutrizione, sostiene il Lancet

zucchero

“Nonostante il loro potenziale, le tasse su zucchero, tabacco e alcol sono sottoutilizzate dai responsabili politici”, scrivono sulla prestigiosa rivista medica The Lancet i membri del Sugar, Tobacco, and Alcohol Taxes (STAX) Group, di cui fanno parte esponenti dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), della Banca mondiale, dell’Unicef e di altri organismi politici e di ricerca. I firmatari dell’articolo, guidati da …

Continua »

Disincentivare il consumo di alcolici è possibile se si segue la strategia usata per le sigarette

C’è un modo per convincere le persone a bere meno alcolici: scrivere sulla bottiglia o sulla lattina che la diminuzione dell’assunzione (anche di piccole quantità) fa calare il rischio di sviluppare sette tipi di tumori. Meno efficaci risultano invece altri avvisi quali quelli sulle calorie presenti o sui possibili danni cardiovascolari. Il potenziale ruolo di scritte analoghe a quelle presenti …

Continua »

Abuso di alcol, a rischio più di 8,6 milioni di italiani, di cui 1,7 milioni giovani. I dati diffusi dall’Istituto superiore di sanità

Drinking competition at rooftop party

In Europa, il consumo di alcol rappresenta il terzo fattore di rischio di malattia e morte prematura, dopo il fumo e l’ipertensione arteriosa.L’Italia, inizialmente collocata tra i Paesi con il consumo medio pro-capite più elevato, è stata tra i primi a ridurre significativamente i consumi, tanto che nel 2010 era il Paese con il valore più basso tra tutti i …

Continua »

L’industria degli alcolici propone all’Ue l’autoregolamentazione su ingredienti e i valori nutrizionali in etichetta. Dissenso da cooperative e consumatori

calorie alcolici

Le associazioni europee dei produttori di alcolici hanno presentato alla Commissione Ue una proposta di autoregolamentazione per quanto riguarda l’indicazione in etichetta degli ingredienti e dei valori nutrizionali delle bevande alcoliche. La proposta, che è stata bocciata dal Beuc, l’associazione dei consumatori europea, è stata presentata dopo che un anno fa la Commissione Ue aveva presentato una relazione in merito, …

Continua »

Allergie alimentari e intolleranze: facciamo chiarezza tra finte patologie e test inaffidabili. Intervista al dr. Danilo Villalta

La maggior parte dei test per evidenziare allergie/intolleranze alimentari che (ahimè) a volte vengono proposti anche da qualche medico, farmacia o addirittura laboratorio analisi ospedaliero, non sono attendibili (leggi articolo). Alcuni lettori del Fatto Alimentare  ci hanno chiesto di evidenziare invece quali siano i test affidabili e per fare questo ci siamo rivolti al dr. Danilo Villalta Responsabile SSD di Immunologia …

Continua »

La prima bevanda alcolica di Coca-Cola è arrivata in Giappone. Un mercato dove la sperimentazione è un rito quotidiano

Detox drinks in bottles: fresh smoothies from vegetables: beet, carrot, spinach, cucumber and apple on white background

Per la prima volta nei suoi 130 anni di storia, Coca-Cola produrrà una bevanda alcolica gassata e lo farà in Giappone, dove il settore di queste bibite, chiamate Chu-Hi, è particolarmente apprezzato. Si tratta di bevande composte da un distillato chiamato shōchū, acqua frizzante e alcuni aromi. Lo shōchū è un distillato di riso, orzo, patate dolci, grano saraceno e …

Continua »

Gran Bretagna, i supermercati vietano gli energy drink agli under 16. Insufficienti le misure prese dei produttori per scoraggiarne l’abuso

energy drink bicchiere lattine ghiaccio

Il consumo di energy drink cresce, anche in Italia, anche se continuano a essere pubblicati studi sulla pericolosità per la salute dei ragazzi, quando le bevande vengono mischiate con gli alcolici o ne fanno un uso eccessivo. I codici di autoregolamentazione delle aziende, con qualche eccezione come l’eliminazione delle lattine extra large, non sembrano funzionare granché. Anche quando sulle lattine sono …

Continua »

Alcol in gravidanza: un logo in etichetta segnala i rischi per le donne incinte. Regole diverse per ogni Paese: Roberto Pinton spiega come funzionano

Pubblichiamo di seguito il quesito di un lettore sulle indicazioni in etichetta per donne in gravidanza presente su alcuni alcolici . Nelle bevande alcoliche spesso si trova il logo barrato della donna gravida che beve. Questo logo è in qualche modo normato o obbligatorio? Per rispondere a questa Risponde Roberto Pinton, esperto di normativa in ambito agroalimentare, in particolare nell’ambito dell’etichettatura. …

Continua »