Home / Richiami e ritiri / Nestlé richiama due lotti di latte per la crescita Nidina Optipro 3 per non conformità organolettiche. I prodotti distribuiti nei punti vendita Auchan e Simply di alcune regioni

Nestlé richiama due lotti di latte per la crescita Nidina Optipro 3 per non conformità organolettiche. I prodotti distribuiti nei punti vendita Auchan e Simply di alcune regioni

Nestlé ha richiamato due lotti di latte per la crescita Nidina Optipro 3 per non conformità organolettiche. Nel prodotto interessato possono infatti verificarsi affioramenti di grasso in grumi sulla superficie. L’azienda precisa che comunque i lotti di latte per la crescita richiamati sono sicuri per il consumo e che il provvedimento è stato disposto in via volontaria e cautelativa perché il prodotto non risponde agli standard di qualità fissati da Nestlé.

Il richiamo interessa i lotti di Nidina Optipro 3 numero 71560295A e 71560295AN, con termine minimo di conservazione allo 03/2018. L’avviso di richiamo è stato diffuso anche da Auchan e Simply, che hanno distribuito il prodotto negli ipermercati di Adriatica, Campania, Lazio, Piemonte, Puglia, Milano e Lombardia, Veneto e Sardegna.

L’azienda invita i consumatori che hanno comprato il prodotto a riportarlo al punto vendita di acquisto, dove sarà rimborsato.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero verde 800434434 dalle ore 9 alle ore 19.

Questo è il richiamo numero 53 segnalato da Il Fatto Alimentare nel 2017.

Per capire come funziona il servizio di allerta alimentare e come viene effettuato il ritiro dei prodotti dai punti vendita leggi il libro “Scaffali in allerta” edito da Il Fatto Alimentare. È l’unico testo  pubblicato in Italia che  rivela i segreti e le criticità di un sistema che funziona poco e male. Ogni anno in Italia vengono ritirati dagli scaffali dei punti vendita almeno 1.000 prodotti alimentari. Nel 10-20% dei casi si tratta di prodotti che possono nuocere alla salute dei consumatori, e per questo scatta l’allerta. La questione riguarda grandi aziende come Barilla, Mars…, catene di supermercati che commercializzano migliaia di prodotti con i loro marchi (Esselunga, Coop, Carrefour, Auchan, Conad, Lidl, Eurospin…), e anche piccole e medie imprese. Il libro di 169 pagine racconta 15 casi di richiami che hanno fatto scalpore. Fai una donazione e ricevi il libro in omaggio.

I lettori che hanno fatto una donazione riceveranno in omaggio il libro “Scaffali in allerta”, scrivendo in redazione all’indirizzo ilfattoalimentare@ilfattoalimentare.it

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017.  Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

richiamo naturasi latte di cocco ecomil baule volante cioccobi fondente

NaturaSì richiama latte di cocco Ecomil per allergeni non dichiarati e Cioccobì fondente Baule Volante per frammenti di plastica

NaturaSì ha diffuso il richiamo di un lotto di bevanda a base di latte di …