Home / Pubblicità & Bufale / Panzironi: nuova censura dell’Agcom e multa di 260 mila € per il giornalista di Life 120

Panzironi: nuova censura dell’Agcom e multa di 260 mila € per il giornalista di Life 120

panzironi il cerca saluteNuovi guai per Adriano Panzironi. L’Autorità garante delle comunicazioni (Agcom) ha sanzionato con oltre 260 mila euro Life 120 Channel, l’emittente che attraverso programmi presentati come divulgativi, come “Il cerca salute”, diffonde il metodo “Life 120”. Secondo l’Agcom il programma avrebbe “trasmesso informazioni pubblicitarie potenzialmente lesive della salute degli utenti” violando il Testo unico dei servizi di media audiovisivi (dlgs. n. 177/05) e del Codice di autoregolamentazione media e minori per la presenza, in alcune puntate, anche di minori.

In particolare, l’Autorità ritiene che il programma abbia diffuso informazioni che possono “diminuire il senso di vigilanza e di responsabilità verso i pericoli connessi al corretto uso dei farmaci, in particolare sotto il profilo della mancata assunzione degli stessi, o del tipo di alimentazione da seguire e quindi tali da risultare pregiudizievoli per la salute dei consumatori/utenti

L’Agcom ricorda anche che, secondo un parere del Consiglio superiore della sanità, il metodo Life 120 di Panzironi contribuirebbe a una vera e propria “disinformazione nutrizionale”, non essendo basato su evidenze scientifiche.

Per Adriano Panzironi non si tratta del primo incidente. Nel mese di ottobre 2018 l’Antitrust aveva condannato il giornalista, la società Life 120 Italia Srls di cui è socio (fatturato 2017 oltre 2,7 milioni di euro) e Welcome Time Elevator Srl di cui è amministratore (fatturato nel 2017 pari a oltre 5 milioni di euro), a una multa di 476 mila euro per pubblicità occulta. Il provvedimento riguardava la vendita degli integratori alimentari “Life 120” attraverso il sito internet Life120.it e la trasmissione televisiva “Il cerca salute”, diffusa sul territorio nazionale attraverso 24 emittenti televisive locali.

Panzironi il cerca salute
L’Agcom ha sanzionato Life 120 Channel di Adriano Panzironi con una multa di oltre 260 mila euro

Dall’inchiesta dell’Antitrust emerge che le società di Panzironi provvedevano ad acquistare spazi televisivi sulle emittenti  private della durata da 60 a 120 minuti per la trasmissione de “Il cerca salute”. Il programma andava in onda ogni giorno o più volte alla settimana in relazione al contratto siglato con le varie la tv. Oltre a ciò le due società acquistavano anche gli spazi pubblicitari all’interno del programma (di durata totale variabile fino a 18 minuti) per promuovere la vendita dei prodotti della Life 120.

Secondo l’Autorità nei programmi erano diffuse informazioni ingannevoli sulle caratteristiche degli integratori alimentari: Omega 3 Life, Vita Life C, Melaton in Complex, Multivitamineral, Radical Killer, Stress Killer, Orac Spice, Aminoday, Amoniday Extreme e Vitalife D, presentati come idonei a determinare o favorire effetti benefici o curativi anche di gravi malattie, senza alcun fondamento scientifico. Nella scheda di questi integratori si vantavano proprietà miracolose come la capacità di diminuire “le possibilità d’infarto e di morte improvvisa, rafforzando anche il nostro sistema immunitario (inibendo il cortisolo), nonché di inibire la crescita delle cellule tumorali del cancro alla prostata, ai polmoni, all’utero ed alle mammelle”. Tutto ciò in palese violazione del Decreto legislativo n. 169/2004, in cui si stabilisce che la presentazione e la pubblicità non devono attribuire agli integratori alimentari proprietà terapeutiche né capacità di prevenzione o cura delle malattie umane.

La seconda scorrettezza individuata dall’Antitrust riguardava il modo poco trasparente di promuovere la vendita degli integratori nel programma.“Il cerca salute” si presentava apparentemente con un contenuto informativo, ma in realtà occultava finalità promozionali. Lo scopo pubblicitario era dissimulato dalla presenza di Adriano Panzironi, che argomentava sulla possibilità di prevenire e curare una ampia serie di patologie, mediante uno stile di vita ed un regime alimentare che prevede un significativo uso di integratori alimentari, descritti in un libro, Vivere 120 anni, di cui il giornalista stesso è autore.

Oltre al provvedimento dell’Antitrust va ricordato che contro il regime dietetico proposto da Adriano Panzironi è intervenuta l’Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica chiedendo al ministero della Salute di istituire un’autorità di vigilanza che regoli e sanzioni il mercato delle diete propagandato attraverso i media e i social network. Anche l’Ordine dei medici di Roma ha denunciato alla procura della Repubblica il giornalista Adriano Panzironi per abuso della professione medica. Recentemente anche la ministra della Salute Giulia Grillo si era espressa contro il metodo.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Sara Rossi

Sara Rossi
giornalista redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Dietidea Riso Scotti: censurata la pubblicità. Sotto accusa anche il professor Nicola Sorrentino

La pubblicità della Dieta Riso Scotti, Dietidea, firmata dal dietologo Nicola Sorrentino è ingannevole. Il …

29 Commenti

  1. L’uomo più perseguitato del momento! Multe salate per metterlo in ginocchio, ma nemmeno una denuncia sulla pericolosità dei suoi integratori o di qualcuno danneggiato da essi. Anche se sono convinta che prima o poi uno prezzolato che dichiarerà di stare male a causa del metodo Panzironi salterà fuori.
    “Il cerca salute” si presentava apparentemente con un contenuto informativo, ma in realtà occultava finalità promozionali”… Occultava? A me è sempre sembrato chiaro che promuovere la vendita di integratori. “possibilità di prevenire e curare una ampia serie di patologie, mediante uno stile di vita ed un regime alimentare che prevede un significativo uso di integratori alimentari, descritti in un libro, Vivere 120 anni, di cui il giornalista stesso è autore”…E allora? Da quando è sbagliato promuovere uno stile di vita sano? Da quando lo “stile di vita” è diventato prerogativa della medicina? Se gli integratori di quest’uomo sono nocivi per la salute sia dimostrato e lì si tolga dal mercato. Altrimenti gli integratori a questo servono, a migliorare lo stato di salute e di conseguenza possono anche prevenire o curare problemi di salute. Altrimenti cosa li si assume a fare? Non sono caramelle!

    • Ma perchè mette la medicina in mezzo che in questo dispositivo non c’entra nulla? AGICOM è un’altra cosa. Non c’entra nulla con il fatto che consiglia uno stile alimentare. Esistono delle regole per la vendita di prodotti e panzironi, secondo questo dispositivo, non le ha rispettate. PUNTO. Si adeguasse alle regole che tutti gli operatori televisivi devono rispettare. Fatto ciò può continuare benissimo a parlare di stili alimentari che vuole. IL fatto poi che non ci siano state denunce per i suoi integratori non significa nulla. Possono benissimo NON funzionare e farli passare come cose che funzionano. Questo lo deve stabilire la scienza non un giornalista.

    • Lo stile di vita è prerogativa della medicina? Certo che si! Come lo è il fatto di prevenire o curare problemi di salute! Un integratore NON può millantare proprietà curative come i farmaci, semplicemente perché non è sottoposto agli stessi rigidi controlli che deve passare un farmaco per essere messo in commercio ( e anche dopo la commercializzazione). Studi di sicurezza, di tossicità, su cellule, su animali e infine su volontari sani. Vuole comprare gli integratori di Panzironi, garantiti dal solo fatto che li sponsorizzano lui e altri pagati per farlo? Lo faccia, ci spenda anche tutto il suo stipendio se vuole. Ma il fatto che lei si sia convinta che questo è uno stile di vita “sano” non basta a renderlo tale, come non basta la parola di un giornalista autodidatta in materia di salute. È assurdo vedere quanti seguaci si guadagnino a propagandare una dieta per vivere 120anni, senza studi sul lungo periodo a confermarlo, senza confronti con placebo, basta la parola di un giornalista -senza formazione medica- per confermarlo. Tanto la salute è oramai patrimonio di chiunque, persone che hanno studiato e fatto esperimenti in materia per anni non riscuotono la stessa credibilità… eh si, è proprio un perseguitato questo poverino…

    • Scusate ma come si può definire sano uno stile di vita che promuove il consumo di carne (riconosciuto il cibo può dannoso ed innaturale al nostro organismo)ed eliminare quello che invece è il nostro cibo naturale come la frutta o i legumi??’E lo stesso sig.Panzironi non si contraddice di continuo nelle sue trasmissioni,quando dice che l’uomo deve seguire la natura se non vuole incorrere in tutti quei disturbi che ha la “pretesa”di curare con i suoi prodotti?Non credo che dalla sua posizione possa permettersi di diffamare esperti come il fu Veronesi,che ci ha messo la faccia come e più del giornalista andando contro l’interesse delle lobbies alimentari….personalmnte credo che la sua sia solo una televendita stile Vanna Marchi,nulla di più!Il sig.Vince ha perfettamente ragione!

  2. Buongiorno, è da poco che ho iniziato a seguire lo stile di vita life120. Premetto che non è semplice quando i carboidrati sono come una droga… Ma indipendentemente dal fatto che io riesca a seguirlo nel modo più corretto o meno non capisco perché si debba attaccare così una persona che ha dato e da dei consigli come se fosse un amico, un fratello e dove ti spiega il problema delle associazioni del cibo a livello molecolare… In più dove ci sono testimonianze di persone che sono guarite o migliorate… Detto ciò, quello che non tollero è che fino a prova contraria siamo Liberi nel pensiero e nelle azioni.. Liberi di scegliere della propria vita cosa fare. Liberi di pubblicare ciò che si vuole. Siamo liberi di decidere se è cosa mangiare, se curare o meno con una medicina o un’altra una malattia.. E se lui, Panzironi, decide di dire qualcosa per aiutare le persone… Ben venga… L’avesse detto un medico nessuno si sarebbe sentito preso in causa. In ogni caso, sia che io riesca a fondo o meno a seguirlo io sono con lui… Libera di scgliere cosa fare e se vedrò sempre più miglioramenti, libera di testimoniare x aiutare chi sta male… Grazie a Dio siamo tutti con una testa per pensare… E poi in giro ci sono tanti libri… Tanti pensieri su ogni cosa… Anche molte schifezze a mio parere, ma li va tutto bene… Allora lasciate la gente là libertà di scelta… Mi spiace per le case farmaceutiche e chi sta dietro a tutto ciò ma si arriverà come nella preistoria a curarsi con le piante… In modo naturale…

    • Lei si sbagli clamorosamente e, se permette che glielo dico, non ha centrato la questione. A panzironi si contesta il fatto che non ha rispettato delle regole sulla pubblicità e sull’acquisto di spazi televisivi. Anche se l’avesse fatto un medico lo stesso sarebbe incappato nella contestazione. Già in passato gli è stato contestato la metodologia di lavoro. Nessuno lo imbavaglia, può parlare di tutti gli stili di vita che vuole ma deve rispettare le regole sulla pubblicità. Ha capito? Le “guarigioni” poi le stabilisce la scienza non un giornalista. Poi io ho studiato questo stile di vita. Non è altro che la paleodieta già risaputa e già nota da tanti anni. Si sa che si sfiamma il corpo, si abbassa la glicemia, ci si sente più allegri per i corpi chetonici in giro, ecc ecc. Non ha scoperto niente sto panzironi. Finiamola di santificare la gente senza sapere niente.

    • Sono 7 mesi che seguo questa alimentazione ho guarito diverse patologie croniche sto benissimo non cambierò mai più stile di vita !ho conosciuto personalmente Adriano e RobertoPanzironi ho testimoniato in trasmissione domenica 10 marzo …sono fiera di avere intrapreso questo cammino …ci sono tantissimi medici che seguono questo stile di vita e lo fanno seguire anche ai loro pazienti !! Basta con queste denuncie e multe ma lo volete capire che la gente è stanca di medicine e si vuole curare con la semplice alimentazione !!!!

    • Gentile sig.ra Rosalba,
      non entro nel merito della questione Panzironi ma, mi scusi, non è vero che siamo liberi di fare ciò che vogliamo della nostra salute e del nostro stile di vita.
      Se lei dovesse ammalarsi a causa di uno stile di vita scorretto, è anche con le mie tasse che verrebbe curata dal Servizio sanitario nazionale.
      A meno che lei non disponga di milioni di euro per farlo da sé.
      Moltiplichi questi milioni di euro per i milioni di clienti di tutti gli integratori alimentari in commercio. Aggiunga, se è in grado di calcolarla, la cifra comportata anche dai clienti futuri. Forse le sembrerà che stia esagerando.
      Alllora gliela pongo in questo altro modo:
      io ho in frigo una scatola di farmaci del costo di circa 1.200 € per confezione mensile, mia madre una che costa circa 700 € al mese.
      Assumo il mio farmaco per 12 mesi dal 2006 e dovrò farlo finché vivrò. Ho cominciato a 33 anni. Mi curo anche grazie alle tasse che lei paga, presupponendo che lei lavori e che lo faccia onestamente.
      Calcoli lei stessa quanto le costo come contribuente.
      Pensa ancora che io sia libera di fare ciò che voglio della mia salute?
      Che ben vengano i controlli accuratissimi da parte di chi riceve le mie tasse, pagate col sudore del mio lavoro, per contribuire al benessere della società.
      Cordiali saluti,
      mia cara signora Rosalba, libera solo di pensarla come vuole.

    • Panzironi ha dimostrato che se non fai le cose correttamente e cerchi di vendere prodotti comunissimi come gli integratori spacciandoli per migliori di quelli sul mercato o addirittura curativi, tra l’altro non necessari come lui stesso a volte ha ammesso, perdi di credibilità e tutto quello che hai detto perde di valore. Se decidi di contrastare gli studi ufficiali non puoi permetterti questi passi falsi.

    • Sono d’accordissimo. Il problema è che nel nostro Paese i cartomanti o le varie Vanna Marchi alla fine sono ben tollerati e spessissimo non vengono perseguitati tranne rarissimi casi, mentre condannano un professionista come Panzironi che dà solo delle informazioni e dei buoni consigli dei quali ogni adulto li usa come meglio crede.E’ proprio un Paese strano il nostro!!!

  3. Purtroppo il fine anche se ipotizziamo in buona fede, non giustifica i mezzi impiegati se scorretti.
    Perché un conto sono i consigli informativi supportati da studi statistici, scientifici e medici, altro conto è vendere una speranza di longevità ipotetica e fantasiosa con l’ausilio integratori funzionali per raggiungerla, con un esplicito marchio “Life 120”.
    C’è un limite e regole stabilite per tutti, nessuno escluso contro il liberismo selvaggio e spregiudicato del commercio ed a mio parere anche quello dei farmaci pubblicizzati, che ne sfugge le regole di prudenza con la libera vendita, che richiederebbero al contrario una prescrizione medica.

    • Lui fornisce proprio come hai detto tu “consigli informativi supportati da studi statistici, scientifici e medici” tant’è che in ogni trasmissione sua ci sono medici che lo sostengono, ci sono spiegazioni scientifiche e ha pubblicato un libro con il resoconto di 1000 ricerche scientifiche a supporto del suo stile di vita. Per quanto riguarda gli integratori e il loro uso, consiglia ripetutamente di rivolgersi al medico e di non sospendere medicine se non col parere del medico. Io seguo da un anno e mezzo il suo stile di vita con continui benefici.

  4. sembra che venda elisir di lunga vita e invece inganna la gente.. consigli che bastarebbe un nutrizionista e del movimento.. ma poi.. questo a fatto un fatturato di 5 milioni di euro? qualche dubbio qualcuno dovrebbe averlo

  5. Gabriella Giannetti

    È una vera e propria persecuzione! Ma finiamola. Per favore vi chiedo solo una cosa, portatemi un solo giornalista o meglio ancora un bravo medico che come lui riesce a riempire da settimane interi ristoranti in tutta Italia, e parliamo di 200/250 persone per volta, di persone che hanno avuto benefici nell’intraprendere lo stile di vita Life 120. Persone che dopo anni di calvario fra medici e medicinali non riuscivano a risolvere un bel nulla. La rete è piena di testimonianze svegliatevi! Per quanto riguarda gli integratori non capisco il problema. Vitamine o spezie di cui tutti conosciamo i benefici. Se vuoi li usi altrimenti il regime alimentare da lui proposto è più che sufficiente. Boh manco stesse vendendo stupefacenti!

    • Guardi, la rete è piena anche di testimonianza di casalinghe che investendo online sono diventate miliardarie, ma non per questo ci credo. Forse è lei che dovrebbe un po’ svegliarsi e farsi due domande su queste persone che hanno avuto tanti benefici incredibili. Come sa che non sono pagati per essere li a dire quelle cose? Il fine del programma e del libro è chiaramente la vendita di prodotti, non certo aiutare l’umanità. E non lo paragoni a un “bravo medico”… qualcuno potrebbe credere che ha delle qualifiche per consigliare diete… non è laureato in medicina, è un giornalista che alcuni anni fa ha iniziato a studiare su internet, da li è nato il suo metodo e anche il progetto di vendita degli integratori ( li produce il fratello). Non trova un po’ strano che un uomo senza nozioni in materia scopra in cosi breve tempo un metodo miracoloso per vivere sani e a lungo, solo informandosi su internet? Dev’essere proprio un gran genio! Oppure sono tutti gli altri che non ci arrivano? O c’è un grande complotto per impedirci di vivere a lungo? O..?

  6. Luciana Ghilardi

    Ma la libertà dove sta finendo, mi auguro di cuore che Adriano Panzironi possa continuare la sua missione senza tutti questi attacchi, noi di poter essere sempre più consapevoli visto che la biologia non ce l’ha spiegata nessuno, e comunque almeno io mi consulto sempre con il mio medico come ci dice sempre il signor Panzironi. Fateci questo enorme favore……. lasciateci la possibilità di capire.

  7. ma a seguito di più censure, quindi reiterate, l’ordine dei giornalisti tace ?

    Poi vorrei dire che Panzironi non ha nessuna competenza se non quella di essere giornalista, per cui mi domando cosa può capire di articoli scientifici e medici se non ha almeno studiato la fisiologia.
    Gli articoli scientifici veri sono abbastanza complicati anche per un tecnico, occorre capire la tesi, capire con quale mezzo si dimostra o si nega e se i metodi utilizzati sono adatti allo scopo. Io pur avendo studiato cose scientifiche, spesso sono in difficoltà, articoli che servono solo a soddisfare una tesi ( magari sovvenzionati ), ed altri che sono di pura sperimentazione senza applicazioni pratiche.

  8. Sono un medico. La cosa che mi ha colpito di panzironi (ho letto il libro e vedo le trasmissioni) è la sua genialità come imprenditore. Intanto, leggendo un po’ la sua carriera, ho visto che è stato in grado di passare da varie esperienze imprenditoriali (palestre, editoria, addirittura produttore cinematografico) a proporsi come colui che ha identificato, spulciando la ricerca medica, la migliore alimentazione per l’uomo e il tutto nel giro di pochi anni (io impiegai un anno della mia vita solo per fare l’esame di anatomia umana normale, hahahahaha). La genialità sta nel fatto che lui propone uno “stile di vita” che ricalca esperienze di altri stili alimentari quali la paleodieta e la dieta chetogenica. Quindi lui appare come il “creatore” ,di cose già esistenti in realtà, agli occhi di chi non sa nulla di medicina, alimentazione, ricerca scientifica, ecc ecc ecc..Esistono numerosi studi in cui si è valutato il ruolo della dieta chetogenica come fattore migliorativo di varie condizioni patologiche, come ad esempio nella nefropatia diabetica di cui mi sono occupato. Ma dove sta la genialità di panzironi allora? Sta nello sfruttare la crisi medico-paziente e la crisi paziente-isituzioni sanitarie che imperversa oggi. Noi medici non avremmo mai il tempo di parlare con i nostri assistiti perchè hanno burocratizzato il nostro lavoro lui invece appare come la persona che ha a cuore la salute della gente, svela i “complotti” dei medici e delle case farcaceutiche, rende pubblico il disagio del malato di fronte all’istituzione sanitaria così in crisi oggi. Che la gente senta migliorare la salute facendo uno “stile di vita low carb” io ci credo, perchè la dieta chetogenica (lo stile life 120 è una dieta chetogenica, PUNTO) ha diversi effetti positivi sulla salute (diabete, stato infiammatorio, stati dolorosi persistenti, problemi gastrointestinali, altri ancora) il cui limite (e la ragione per la quale non è consigliata nella persona sana allo stato delle conoscenze attuali) è che, ovviamente, non ci sono studi a lungo termine fatta eccezione su una piccola popolazione di bambini affetti da epilessie. Il resto sono tutte esperienze sui topi o su esseri umani ma di durata massima di 12 mesi. Panzironi è un vero genio dell’imprenditoria e sarà difficilmente attaccabile perchè utilizza il lavoro dei medici contro i medici. Un genio.

    • Esattamente quello che penso ogni volta che vedo Panzironi.
      Mai avrei creduto che rimpacchettare la notissima chetogenica o la paleo per il pubblico italiota sarebbe stato un buon modo per guadagnare milioni.
      Però in effetti il precedente di Mozzi insegna.

    • Gentilissimo Dottore, quando dei suoi pazienti lamentano: (diabete, stato infiammatorio, stati dolorosi persistenti, problemi gastrointestinali, altri ancora), parole sue, Lei gli prescrive medicinali o una dieta “low carb” o che dir si voglia dieta “chetogenica” che lei trova positiva? Grazie se vorrà rispondere.

  9. Nel testo di Panzironi: “Vivere 120 anni LE RICERCHE”, il sottotitolo “Ricerche e studi scientifici che confermano le verità del libro”, svela la verità delle sue ricerche e che cioè sono solamente quelle mirate per confermare le sue tesi espresse nel libro in oggetto e di cui parliamo.
    Nessuno mette in discussione quanto documentato in positivo, ma semmai discutiamo del fatto che non ci siano presentate anche le ricerche contrarie alle sue tesi della dieta chetogenica e paleolitica;
    ricerche indispensabili per un confronto vero e completo, non solo pro domo sua e del suo business.
    Naturalmente nessuno obbliga nessuno a smentirsi volontariamente, ma uno straccio di ricerca scientifica e statistica sulle probabilità di una maggior durata della vita fino a “Life 120”, ritengo sia dovuta non solo ai suoi estimatori, ma a tutti quelli che per professione o ricerca informata, hanno un minimo ed anche un massimo di conoscenze.

  10. Personalmente mi trovo molto bene con i suoi integratori da anni, posso dire solo questo.

  11. Se Antitrust trova un’attività contraria alle leggi e ritenuta dannosa per il pubblico cui è rivolta, è inutile che agisca con multe, per quanto pesanti, ma che comunque sono ridicole in relazione agli utili realizzati, e perciò già messi in conto.
    Potrei sembrare drastico, ma l’unica soluzione è a mio parere l’inibizione a proseguire nell’attività ingannevole. Prima per un tempo ragionevole (non certo di qualche giorno), e poi in via definitiva.

  12. Chi legge i commenti, che non è stupido, avrà notato come – in questo e in altri siti – non appena si fa il nome di Panzironi, dopo qualche ora se non minuto i post vengano inondati di commenti positivi verso questo signore, che lo difendono a spada tratta e che elogiano asseriti grandi benefici prodotti dalla sua dieta.
    Questi commenti, redatti più o meno con lo stesso stile, la stessa sintassi e lo stesso linguaggio, quasi sempre sono firmati con nome e cognome (che appare fittizio), e molto spesso il commento include la fotografia di un profilo che, facendo una ricerca inversa con un motore di ricerca immagini, si può facilmente verificare che è tratta da qualche angolo sperduto dell’internet ed appartiene ad altre persone.
    Stesso discorso vale anche per le recensioni ai suoi libri e prodotti reperibili in rete. Chissà se l’AGCOM non veda qualcosa di sospetto anche in questo fenomeno e se la cosa non meriti anch’essa una bella indagine.
    In ogni caso, è anche un invito alla moderazione di questo sito di stare in guardia.

  13. Vorrei porre un quesito al Dott. Matteo :
    Davvero i carboidrati possono creare stati infiammatori ? E la carne no ? Mi sembra strana questa dieta chetonica e paleodieta, preferisco credere alla dieta mediterranea e possibilmente perlopiù vegetariana, come sosteneva il Prof. Umberto Veronesi.
    Personalmente trovo strano che un tipo di dieta come quella consigliata dal Panzironi possa far bene. A lungo termine tutto quell’eccesso di proteine animali non credo proprio facciano bene! Lo dice l’Oms che nutrirsi di carne porta facilmente a malattie “importanti”.

    • Gentile Tiziana, esistono diverse evidenze che un uso smodato di carboidrati insulinici sono correlati con gli stati infiammatori. Può tranquillamente verificare lei stessa utilizzando una ricerca bibliografica in merito. Quindi Panzironi non dice una cosa sbagliata da questo punto di vista. Il problema è che Panzironi ha creato un suo business su questo, passando, tra i suoi numeri seguaci, come lo scopritore dell’alimentazione low carb. La dieta mediterranea purtroppo non esiste più da oltre un secolo. Oggi parlare di dieta mediterranea è semplicemente ridicolo. La dieta, ovvero le diete mediterrranee (diverse a seconda dei paesi) erano regimi alimentari ipo-normocalorici con pochi carboidrati, pochi grassi e poche proteine. Oggi nessuno più fa la dieta mediterranea. Per ciò che concerne le diete estremamente low carbo (chetogeniica, paleodieta, quella di panzironi che è una rivisitazione della paleodieta) sono utilizzate (specificamente la dieta chetogenica) già come terapia in varie patologie e studi retrospettivi a lungo termine su soggetti sani non ce ne sono. Personalmente credo che non dovrebbero comportare grossi problemi (visto che l’uomo ha una capacità di adattamento incredibile) ma resto dell’opinione che qualsiasi regime alimentare ipo-normocalorico, che includa i tre macronutrienti e i micronutrienti essenziali, insieme all’attività fisica, sia garanzia di buona salute con una bassissima possibilità di sviluppare tutte le patologie da mismatch evolutivo, tra cui le dannose patologie metaboliche (diabete in primis)

  14. Riguardo alle censure da parte dell’Agcom (e relative sanzioni) sono perfettamente d’accordo con il sig. Vince. Riguardo all’aspetto prettamente scientifico, Il sig Panzironi appare decisamente improvvisato. Sono biologo, e nel corso degli anni mi sono specializzato in biologia della nutrizione. I libri di Panzironi sono illeggibili, non solo dal punto di vista grammaticale (errori di stampa? correttori di bozze assenti?) ma soprattutto dal punto di vista dei contenuti. La stessa cosa si evince quando espone le sue convinzioni in televisione. Non solo non aggiunge nulla di nuovo, ma appare goffo nel descrivere gli aspetti molecolari di citochine, precursori e proinfiammatori, solo per citarne alcuni. Chi studia la biochimica da anni, si accorge subito dei macroscopici errori di Panzironi, ma chi non conosce la materia prende tutto per buono. Si sfrutta il cosiddetto “effetto Biglino”…ci si propone ad un pubblico, quello televisivo, che nulla o poco sa di biochimica. Disciplina complessa, che richiede come minimo una laurea in biologia (ripeto, in biologia perché neanche in medicina sono previsti molti esami di biochimica, biologia molecolare e fisiologia della nutrizione). Figuriamoci poi come il telespettatore tipico possa sapere di biologia molecolare della nutrizione, del metabolismo dei lipidi o di epigenetica & nutrizione…!
    Dunque mi chiedo come Panzironi sia diventato, in due/tre anni, un esperto. Sarebbe bello (e ne vedremo delle belle), se lo stesso Panzironi accettasse un confronto con un dottorando in biochimica o biologia molecolare, anche al suo primo anno di studi …. 🙂
    Signori, non fatevi ingannare dall’ennesimo venditore di improbabili promesse e, se volete un’informazione seria, imparate ad utilizzare motori di ricerca seri in ambito scientifico, come PubMed o anche semplicemente Google Scholar.
    Giovanni

    • Caro Giovanni, anche a me ha colpito quest’aspetto. Ho visto una sua intervista in cui lui dichiarava che ha “studiato” per 2/3 anni su internet e in un solo anno ha confezionato il libro che dice tutto sulla giusta alimentazione per l’uomo. Se penso che io impiegai un anno intero solo per fare l’esame di anatomia umana normale alla facoltà di medicina mi sento veramente un asino. ahah. Scherzi a parte, come giustamente dici tu, nemmeno nel nostro corso di studio in medicina si arriva a coprire le vaste conoscenze di biochimica e biologia molecolare che è il campo di studio prettamente di voi biologi. Il problema è che moltissime persone credono che lui sia coltissimo in materia. Io sono stato iscritto per un certo tempo sulla pagina facebook life 120 pagina ufficiale (prima di essere bannato perchè i miei commenti non erano allineati) e ti dico che si leggono post e commenti da fa venire i brividi.

  15. Luciano pellegrini

    NON GLIENE FREGA NIENTE! Seguita a vendere ed a parlare, anzi su più canali TV!