Home / Pubblicità & Bufale / Multicentrum: un alleato contro il colesterolo! L’articolo publicato su il Giornale.it è pubblicità mascherata o vera informazione?

Multicentrum: un alleato contro il colesterolo! L’articolo publicato su il Giornale.it è pubblicità mascherata o vera informazione?

“Un nuovo alleato nella «lotta» al colesterolo”: questo il titolo dell’articolo comparso il 28 ottobre 2011 sul sito il Giornale.it  e segnalatoci da Gianna Ferretti (http://trashfood.com/). Una ventina di righe dedicate all’integratore Multicentrum cardio, che grazie alla presenza di 1,0 g di fitosteroli (oltre alle vitamine e ai sali minerali) dovrebbe “aiutare a mantenere cuore e livelli di colesterolo sani”. Più volte nel testo si ricorda che per ottenere dei benefici occorre associare il consumo giornaliero del prodotto a una dieta sana e dell’esercizio fisico.

L’articolo si conclude con un rimando per ulteriori informazioni e avvertenze direttamente al sito dell’azienda (già multata nel 2006 per pubblicità ingannevole). È a questo punto che sorge un dubbio: il pezzo che abbiamo appena letto è forse una pubblicità? Secondo l’articolo 7 del Codice di Autodisciplina “La comunicazione commerciale deve essere sempre riconoscibile come tale”. Per un’effettiva tutela del consumatore è fondamentale che la separazione tra pubblicità e testo giornalistico sia netta, anche nelle testate on-line. La differenziazione si ottiene utilizzando un carattere tipografico differente, scritte o altri accorgimenti ancora. In questo caso però il lettore ha difficoltà a classificare ciò che sta leggendo.

Per tutti questi motivi ilfattoalimentare.it ha segnalato al Giurì dell’Autodisciplina Pubblicitaria l’articolo come caso di pubblicità mascherata.

© Riproduzione riservata

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

Belli dentro e belli fuori LA7 tv

Uliveto: il filmato proposto da “Belli dentro, belli fuori” è pubblicità mascherata. Quinta censura per l’acqua minerale della Cogedi

AGGIORNAMENTO del 16 aprile 2019 Il 15 aprile 2019, in risposta a una nuova richiesta …