Home / Richiami e ritiri / Listeria: richiamati pecorino toscano Pascoli italiani e insaccato spalmabile Metzgerei KIEM. Coop e Sigma richiamano sugo alle vongole per presenza di allergeni

Listeria: richiamati pecorino toscano Pascoli italiani e insaccato spalmabile Metzgerei KIEM. Coop e Sigma richiamano sugo alle vongole per presenza di allergeni

pecorino toscano DOP insaccato spalmabileIl Ministero della salute ha pubblicato il richiamo di un lotto di pecorino toscano Dop stagionato a marchio Pascoli Italiani per contaminazione microbica da Listeria monocytogenes. Il prodotto è venduto in confezioni da 350g, col numero di lotto TS 22180130 e la data di scadenza 01/10/2018. Il pecorino è commercializzato da Eurospin ed è prodotto da Rocca Toscana Formaggi nello stabilimento di via Puccini 79, Arezzo (marchio di identificazione IT 0929 CE).

Il Ministero della salute, inoltre, ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto di Mettwurst – insaccato crudo spalmabile a marchio Metzgerei KIEM sempre per presenza di Listeria monocytogenes. Il prodotto è venduto in porzioni da 250g, col numero di lotto 25.18 e la data di scadenza 20/08/18. L’insaccato è prodotto da Metzgerei KIEM GmbH nello stabilimento in Strada Statale 96, a Castelbello, Bolzano (marchio di identificazione IT 9-567L).
Il Ministero della salute fa sapere che il prodotto in vendita è stato ritirato e che nei punti vendita sono stati esposti dei cartelli per informare i clienti del richiamo. La commercializzazione è avvenuta interamente in 3 negozi al dettaglio, per un totale di 15 kg circa.

Infine, Coop e Sigma hanno richiamato un lotto di sugo alle vongole a marchio Le conserve della nonna per presenza di tracce di proteine delle uova non segnalate nella lista degli ingredienti, precisando però che il prodotto è sicuro per i consumatori non allergici. Coop fa sapere anche che il ritiro riguarda solo i punti vendita Alleanza 3.0 e UniCoop Tirreno. Il richiamo è stato pubblicato anche dal Ministero della salute. Il sugo è venduto in confezioni da 190g, col numero di lotto LA 017, la data di scadenza 13/07/2020, ed è prodotto nello stabilimento a marchio di identificazione IT 589L CE.

Dal 1° gennaio 2018, Il Fatto Alimentare ha segnalato 77 richiami, per un totale di 141 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Annalisa Cavazza

Avatar

Guarda qui

Antibiotici nei cotechini da cuocere del Salumificio Romano Mainelli. Il produttore li richiama

Aggiornamento del 27/11/2019: il ministero della Salute ha diffuso nuovamente il richiamo (e rimosso il …

Un commento

  1. Avatar

    È di nuovo sul loro sito non c’è traccia….perché lucrano sulla pelle dei consumatori? Potete chiedere spiegazioni? Tutti i ritirari di quest’anno non sono mai stati segnalati sul loro sito n siamo al al limite della scorrettezza visto poi le pagine di pubblicità sui giornali
    Sono passati 4 anni dal vostro articolo su questo è non è mai cambiato nulla