Home / Expo2015 / Expo 2015 quanto costa il biglietto? Il prezzo ufficiale dovrebbe essere 39 €, ma sul sito e nelle edicole si compra a 32, alla Coop per i soci si scende a 22,40, nei Cral aziendali a 20

Expo 2015 quanto costa il biglietto? Il prezzo ufficiale dovrebbe essere 39 €, ma sul sito e nelle edicole si compra a 32, alla Coop per i soci si scende a 22,40, nei Cral aziendali a 20

expo biglietti
Il prezzo dei biglietti è 40 euro ma comprandoli adesso l’importo può dimezzare

Mancano 42 giorni all’esordio del grande circo di Expo 2015 e la corsa ai biglietti è cominciata. Qualcuno sussurra che ci sono date esaurite ma non è vero. Le prevendite in città sono già attive e i prezzi sembrano molto  ballerini. Chi ha del tempo  e voglia può collegarsi al sito e scorrere le decine di opzioni possibili con i vari sconti per famiglie, anziani, scolaresche, visite di gruppo e altre varianti. C’è poi una pagina dedicata alle domande più frequenti con le risposte per tematiche come  rimborsi, cambio data … Un primo articolo sul prezzo dei biglietti lo abbiamo già scritto ma a questo punto serve un aggiornamento perché i listini sembrano davvero impazziti.

 

expo2015 milano
Al prezzo del biglietto vanno aggiunti 5 euro per la metropolitana

Il dato da cui partire per valutare sconti e promozioni  è il prezzo di un ingresso valido per qualsiasi giorno che l’organizzazione ha fissato a quota 39 €. A questa somma va aggiunto il trasporto in metropolitana pari a 5 euro per un totale di 44 €  (un’esagerazione).

Si tratta di un importo a parer nostro esagerato che non incentiva certo il flusso di visitatori. Per contro va detto che  fino ad ora nessuno biglietto è stato venduto a questo prezzo.   Acquistando il ticket on line sul sito prima del giorno dell’inaugurazione fissato il 1 maggio 2015 si usufruisce di uno sconto del 20% per cui la somma scende a 32 € più 5 di trasporto per un totale di 37.  Chi non ha dimestichezza con internet può acquistarli allo stesso prezzo nelle principali edicole milanesi.

 

 

expo 2015 padiglione francia
Gli sconti più vantaggiosi sono per i soci Coop e per chi acquista nei Cral aziendali

Per ridurre la spesa bisogna percorrere altre strade che permettono un discreto risparmio. Coop ad esempio propone ai soci che comprano i biglietti prima del 1 maggio un ulteriore sconto, per cui il ticket con data libera si compra a 22,40 € e si può scendere a 18,90 per la data fissa (somma a cui va aggiunto il costo del trasporto pari a 5,00 euro).  Chi ha la fortuna di lavorare in un’azienda  dove esiste un Cral o  un dopolavoro  può comprare biglietti con data libera a 20,00 €.

 

L’ultima nota sul fronte degli sconti è riservata ai bambini fino a 14 anni da 11,00 a 16,00  €, per gli studenti ( 14-26 anni da 16,00 a 29,00 €). La beffa in questo caso è il costo del biglietto della metropolitana che non fa sconti. La nota positiva è che tutte le iniziative, le performance, le mostre e quant’altro organizzato all’interno di Expo sono gratuite ad eccezioni degli spettacoli proposti da Circle du soleil.

Sara Rossi

® Riproduzione  riservata

 

 

  Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Guarda qui

Expo 2015, il successo di Israele ed Emirati Arabi e il flop degli Stati Uniti. Continua il tour tra i padiglioni di Beniamino Bonardi

Il prossimo Expo si terrà nel 2020 a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, che nell’area espositiva …

7 Commenti

  1. Ma non vi sembra che il costo del biglietto per la metropolitana sia “speculativo” ?
    Vorrebbero incoraggiare il trasporto pubblico, ma se la famigliola media ci spende 15 euro, ovvero quasi 10 litri di carburante perché dovrebbe rinunciare all’auto ?
    E’ come il trenino che da Termini porta a Fiumicino. 15 euro a testa (trascinandosi i bagagli per tutta la stazione, perché parte dalle vecchie “laziali”, i binari più lontani). Sono le stesse vetture “scadenti” dei treni locali dove lo stesso percorso chilometrico costa meno di un terzo. Basta essere in tre e conviene il taxi.

    • Infatti io ho l’auto a GPL e i mezzi pubblici non li prendo perché mi costano di più. Se poi si è in 4 in famiglia il risparmio è ancora maggiore!
      Per andare in centro a Firenze il biglietto costa €1,50, in 4 persone si pagano 6€ all’andata e 6€ al ritorno. Una gita ci costerebbe quindi ben 12€, un’enormità, quando non spendo neppure 1€ di GPL….

  2. Perchè non ridanno tutti i soldi che hanno rubato con EXPO? Probabilmente coprirebbero la differenza della vendita dei biglietti da 35 a 5 euro! (e con l’aggiunta di un panino al prosciutto gratuito per ogni visitatore).
    Per quanto riguarda ATM: grande insensibilità! Si chiedono perchè in molti non pagano il biglietto? Troppo caro, ragazzi: prima il pane … Se poi sistemassero i problemi di barriere architettoniche. Avete mai usato le stazioni MM2 tra Gobba e Gessate? E allora fate un giro, ad esempio, a Bussero. Una scalata di quarto grado! Vergogna! quarto grado

  3. segnalo ad esempio una pagliacciata all’italiana.
    sul sito dell’expo che ci si aspetti sia concepito per persone da tutto il mondo.
    Non si può comprare un biglietto usando:
    – Diners
    – American Express
    – Paypal
    e per fortuna che per sei mesi dovremo ospitare ospiti da ogni paese!!!

  4. Io comunque sono abbastanza scontenta perchè ho acquistato i biglietti a dicembre per euro 32 e dopo due mesi coop ha “lanciato” i suoi prezzi per i soci… io potevo risparmiare un bel 30 euro e invece sono rimasta fregata.. e di questi tempi 30 euro mi fanno la differenza. Comunque ormai è andata così, ma non è stato corretto.. i prezzi dovevano uscire TUTTI INSIEME E NELLO STESSO MOMENTO!! Mi chiedo se non ci sia una “strada” per pretendere un rimborso, dopo tutto è stato scorretto far uscire le tariffe agevolate parecchio tempo dopo…. Se qualcuno ha informazioni in merito mi può scrivere? Grazie infinite!!!

  5. Ci sono stati buoni sconti anche con i coupon a data libera, in realtà i coupon giravano su un altro sito dove vendono biglietti vari…

    Io non ci andrò, pagheremo gli scandali per decenni come per i mondiali di calcio e di nuoto. Inoltre tutto questo caos di lavori, vie d’acqua, politici, affaristi, multinazionali, ritardi solo per “parlare” di cibo. Ridicolo.

  6. Giovanna

    Cercando sul web tra i vari siti per alberghi e b&b in occasione dell’evento Expo di Milano 2015,sono rimasta molto basita dai prezzi delle camere! Al di là delle numerose prenotazioni, il fattore sconcertante risiede nella esagerata lievitazione dei prezzi delle camere che come al solito accompagna un evento speciale. E’ possibile che soltanto per poter dormire la notte un turista debba spendere dai 190 euro ai 300 euro?? Credo che queste situazioni siano più che vergognose, soprattutto perché nella realtà dei fatti, si tende sempre a mirare ad un unico obiettivo : quanto più si può guadagnare da una situazione tanto più è vantaggioso, non importa a che prezzo!!!
    Tutto questo ribalta il senso civico di una nazione. Un evento come l’EXPO, sarebbe dovuto essere alla portata di tutti, ma come sempre noi ITALIANI, ci distinguiamo per l’essere furbetti e molto poco onesti, soprattutto in considerazione del fatto che molta attività commerciali in una circostanza del genere non emettono neppure fattura!!!
    Se il tema dell’EXPO è :cibo per tutti, mi viene da dire: l’Expo, un evento per tutti, ma una possibilità per pochi!