Home / Video News / Cosa sono le contaminazioni crociate tra alimenti? Un video dell’Istituto zooprofilattico delle Venezie spiega come evitarle in cucina

Cosa sono le contaminazioni crociate tra alimenti? Un video dell’Istituto zooprofilattico delle Venezie spiega come evitarle in cucina

contaminazioni crociate video izsveUno dei rischi più sottovalutati in cucina è quello delle contaminazioni crociate tra alimenti. Per spiegarci in maniera chiara e semplice come funzionano, perché sono tanto pericolose e come fare ad evitarle, gli esperti dell’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie hanno realizzato un nuovo video della serie “100 secondi”.

Le contaminazioni crociate sono trasferimenti accidentali di microrganismi patogeni (oppure pericolosi per alcuni gruppi sensibili) o sostanze chimiche come tossine e allergeni da un alimento all’altro, che può avvenire in modo diretto o indiretto. La contaminazione diretta si verifica per contatto fisico tra due alimenti o per gocciolamento. Il trasferimento indiretto, invece, avviene attraverso le mani, le superfici di lavoro e gli utensili da cucina.

Per evitare le cross-contaminazioni, gli esperti raccomandano di lavare sempre le mani prima e dopo aver manipolato un alimento, così come le superfici e gli utensili tra una lavorazione e l’altra, e non usare mai gli stessi attrezzi per cibi crudi e cotti. Inoltre, non si devono mai lavare le carni crude: gli schizzi d’acqua possono diffondere i microrganismi sulle superfici della cucina.

Per conservare gli alimenti senza trasferimenti di microrganismi o sostanze pericolose, si raccomanda di coprire sempre gli alimenti crudi, utilizzando contenitori che prevengono gocciolamenti, e riporli negli scomparti bassi del frigorifero, ben separati dai cibi cotti e pronti al consumo.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

Nel frigorifero ogni alimento ha il suo ripiano: il video dell’Istituto zooprofilattico delle Venezie

Nel frigorifero vanno conservati tutti gli alimenti deperibili, cioè quelli che devono essere mantenuti a …