Home / Video News / Congelare la carne senza errori? Attenzione alle dimensioni e al tipo. Tutte le istruzioni nel video dell’IZSVe

Congelare la carne senza errori? Attenzione alle dimensioni e al tipo. Tutte le istruzioni nel video dell’IZSVe

Hand opening freezer doorLa carne è un alimento estremamente deperibile, per questo motivo spesso si sceglie di conservarla nel congelatore. Ma quali sono le regole per congelare nel modo corretto la carne e garantire al tempo stesso la salubrità e le proprietà nutrizionali e organolettiche del prodotto? Lo spiega un breve video della nuova serie “100 secondi” realizzata dagli esperti dell’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie.

Il congelamento è un metodo efficace per rallentare (e quasi bloccare) la proliferazione batterica, responsabile del deperimento della carne. Si tratta di un processo che dipende dalla temperatura dell’apparecchio, dal tempo e dalle dimensioni del prodotto che si vuole congelare. Per favorire il congelamento è meglio evitare pezzi di grandi dimensioni e preferire fette e monoporzioni, ben separate l’una dall’altra: in questo modo il freddo raggiungerà più velocemente il cuore del prodotto e lo scongelamento è più rapido.

Una volta congelata, la carne può essere conservata nel freezer domestico per un tempo che dipende sia dall’efficienza dell’elettrodomestico (riconoscibile dal numero di stelle presente sull’apparecchio o nel manuale di istruzioni) che dal tipo. A -18°C salsicce e macinati si mantengono per due o tre mesi, la carne di maiale per quattro mesi, quella di bovino nove e il pollo può arrivare fino a 12 mesi. È importante ribadire che è necessario congelare la carne in sacchetti o contenitori per alimenti, su cui deve essere indicato il tipo di prodotto e la data di congelamento.

Ecco il video dell’IZSVe:

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Nel frigorifero ogni alimento ha il suo ripiano: il video dell’Istituto zooprofilattico delle Venezie

Nel frigorifero vanno conservati tutti gli alimenti deperibili, cioè quelli che devono essere mantenuti a …

Un commento

  1. Avatar

    Ottimi spunti. È utile anche aggiungere che un congelatore (ma lo stesso vale per il frigo) troppo pieno non lavora al meglio, quindi è preferibile lasciare sempre uno spazio sufficiente alla corretta circolazione dell’aria all’interno del vano. In questo modo la temperatura rimane più stabile, si migliorano i consumi energetici e si preserva l’affidabilità dell’elettrodomestico. Ovviamente anche la carne congelata ne risente positivamente, proprio perché rimane a temperatura stabile e sufficientemente bassa per una corretta conservazione. Andrea Pilotti – Guida Acquisti