Home / Nutrizione / La carne Halal in Inghilterra viene venduta in molti supermercati e fast food senza informare i consumatori. Forse in arrivo diciture obbligatorie

La carne Halal in Inghilterra viene venduta in molti supermercati e fast food senza informare i consumatori. Forse in arrivo diciture obbligatorie

halal 478269903
La carne Halal viene venduta senza indicazioni in etichetta in supermercati e fast food inglesi

In Gran Bretagna è polemica dopo che il Daily Mail ha rivelato che grandi catene di supermercati e di fast food vendono senza informare i consumatori, carne Halal, macellata secondo i precetti islamici, che prevedono l’uccisione dell’animale per dissanguamento, senza stordimento preventivo. La catena Pizza Express ha ammesso che tutta la sua carne di pollo è macellata secondo i rituali musulmani, dicendo che però i polli vengono storditi prima di essere uccisi. Sinora, l’informazione era reperibile in caratteri troppo piccoli sul sito della compagnia, che ha 434 ristoranti nel Regno Unito. Le riposte venivano date anche ai clienti che  chiedevano esplicitamente informazioni al personale.

 

Halal 470773275
La Gran Bretagna vorrebbe introdurre l’obbligo di indicazione in etichetta se richiesto dai consumatori e condiviso a livello europeo

La stessa situazione è stata rilevata nelle Università. La rete studentesca The Tab ha interpellato 126 Università ricevendo 25 risposte. Dodici servono carne Halal, senza dire nulla agli studenti; a Manchester è halal l’85% della carne servita, a Liverpool un terzo. Il Daily Mail cita un ispettore del settore della carne, Richard North, secondo il quale la scelta di servire carne Halal è fatta per risparmiare. Infatti, “avere sia carne halal, sia non Halal, è costoso e comporta il rischio di servire carne non halal ai musulmani, cosa che negozi e ristoranti sanno che susciterebbe scalpore. Forse pensano che i non musulmani siano meno propensi a lamentarsi”. Secondo quanto riferisce il Telegraph, il governo britannico valuterà l’introduzione dell’obbligo di etichettatura per la carne Halal, se ci sarà una forte domanda in questo senso e se sarà fatto altrettanto nel resto d’Europa.

 Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: Thinckstockphotos.com

 

 

 

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Funny overweight sportsman lying down exhausted on the gym's floor

La ministra Giulia Grillo propone contro l’obesità buoni per attività fisica. Una ricetta inefficace che però piace alle multinazionali

L’ultima proposta della ministra della Salute Giulia Grillo, per contrastare l’epidemia di obesità e sovrappeso …

4 Commenti

  1. …. e le modalità di conservazione dove le mettiamo??…non dimentichiamoci che i filoni di Kebab sono all’origine congelati, tantissime senza informare i consumatori, tante altre volte piccole, piccole diciture da non vedersi…il prodotto una volta scongelato deve essere consumato entro le 24 ore….. e quando un grosso filone di 50 Kg…non viene consumato e tenuto per più giorni sul suo attrezzo ??? …mi chiedo…. a voi i commenti, Da precisare che non si deve fare di tutta l’erba un fascio come si suol dire…alla fine ogni operatore del settore alimentare “avra’ le sue responsabilita’”

    • caro Simone hai ragione in parte per quanto riguarda la carne da kebab, è si congelata ma il gyros è strutturato in modo d cuocere solo la parte superficiale della carne perciò l’operatore andrà ad asportare via solo la parte più esterna lasciando intatta la parte interna congelata.
      perciò non c’è uno scongelamento dell’intera forma e si può quindi rimettere dentro il congelatore.
      Va detto anche che alle volte è discutibile il luogo in cui vengono posti i gyros per la cottura del Kebab (ne ho visto uno sul marciapiede in una strada molto trafficata), in questo caso non c’è solo pericolo biologico che il calore distruggerebbe, ci sono anche pericoli chimici(carburanti e oli) e insudiciamenti vari (polveri, escrementi vari(piccioni )ecc…)(bisogna valutare anche questo tipo di rischio)che è anche più pericoloso del ricongelmento della carne.
      quindi ogni operatore ha le sue responsabilità ma spetta al”tecnico” formare e informare l’operatore e non lasciarlo allo sbaraglio dandogli un piano di autocontrollo HACCP tipo fotocopia e non formando il personale.
      Tecnologo Alimentare redattore di piani di autocontrollo HACCP e formazione per il personale alimentarista

    • Roberto La Pira

      Ho qualche perplessità sulla storia dello scongelamento e poi del ricongelamento, non credo sia proprio una pratica corretta .

  2. il gyros permette la cottura solo superficiale della carne e l’ho constato non solo guardando mentre cuocevano il kebab il resto della carne quella sottostante non viene cotta nè scaldata e perciò viene riposta in congelatore