Home / Archivio dei Tag: coca-cola (pagina 10)

Archivio dei Tag: coca-cola

Junk food: in Inghilterra la pubblicità corre su siti, app, social network. E i bambini ingrassano…

caramelle

In Gran Bretagna, dove la pubblicità di cibo-spazzatura è vietata durante le trasmissioni televisive rivolte ai bambini, la Children’s Food Campaign (un programma per migliorare l’alimentazione dei più piccoli promosso dall’associazione no profit “Sustain” della British Heart Foundation) ha realizzato un rapporto  sui modi più o meno subdoli utilizzati dai produttori di junk food per reclamizzare i loro articoli ai …

Continua »

Troppo Bisfenolo A nei contenitori per alimenti. Uno studio valuta l`accumulo esagerato nel corpo umano

Dalla scorsa primavera il bisfenolo A (BPA) non viene più usato nei biberon venduti nell’Unione Europea, ma non è scomparso dalla tavola dei cittadini. Se ne produce ancora moltissimo, buona parte del quale finisce in resine e plastiche impiegate in imballaggi e stoviglie. Uno studio pubblicato su JAMA, prende in esame il Bisfenolo A presente nelle lattine a banda stagnata …

Continua »

Bibite gassate: Coca Cola & C. bombardano di spot i teenager ma lo negano. La nuova frontiera della persuasione sono i social network

Sono i numeri a smascherare i produttori americani e le multinazionali di bevande gassate e zuccherate che negli ultimi anni hanno cercato di fare varie operazioni di green washing salutistico. In particolare, quando sostengono di impegnarsi nella tutela della salute dei più indifesi, bambini e adolescenti, e di avere perciò diminuito pubblicità e campagne dirette ai più piccoli. Tutte bugie: …

Continua »

La Coca-Cola Zero contiene l’edulcorante ciclammato, vietato negli USA ma autorizzato in Europa. Perchè questa disparità?

coca-cola-zero1

La Coca-Cola Zero venduta in Italia non è uguale a quella degli USA, la differenza è poco vistosa ma significativa. La versione europea ha un ingrediente che manca nella bibita americana: si tratta del ciclammato, un edulcorante intenso sintetizzato per la prima volta nel 1937 negli Stati Uniti e utilizzato sino agli anni ’70. Successivamente è stato vietato perchè La …

Continua »

Coca-Cola censurata dal Giurì. L’articolo con l’intervista a Lorella Cuccarini è pubblicità mascherata

Coca-Cola

La Coca-Cola è stata censurata dal Giurì della pubblicità. La condanna è di pochi giorni fa e riguarda un finto articolo apparso nel mese di giugno sulla rivista “Donna moderna”. Il messaggio si presentava come un’intervista a Lorella Cuccarini su due pagine intitolato “L’idea vincente – Le sorprese intorno alla tavola di Lorella Cuccarini”. Oltre al racconto di una cena …

Continua »

La Francia vuole tassare le bibite come è stato fatto in Danimarca e Ungheria. Luci e ombre di un provvedimento inutile

zucchero bibite soda tax

“La Francia tassa la Coca–Cola”, “La tassa sulle bibite decisa dal governo francese è un’ipocrisia”,  sono questi alcuni titoli apparsi sui giornali per commentare l’intenzione del governo  Sarkozy di tassare le bibite zuccherate. Premesso che la nuova tassa inciderà pochissimo sulle tasche dei consumatori e dei  produttori (si dice 1 centesimo di euro a bottiglia), questo vuol dire che  l’accusa …

Continua »

Soft drink: Coca Cola, Pepsi e Aba fanno ostruzionismo per zittire chi le accusa di favorire l’obesità. Ma i consumi delle bibite zuccherate in Usa sono in calo

Refreshing Glass Of Cola

A molti commentatori, lo scontro in corso tra le autorità sanitarie statunitensi e l’American Beverages Association (Aba), colosso dei soft drink, sembra un film già visto: negli anni Novanta, quando le major del tabacco hanno utilizzato ogni mezzo a disposizione per cercare di mettere a tacere prima e rendere inutile poi la grande mole di studi che si andava accumulando …

Continua »

Coca-Cola, il museo creato ad Atlanta per la bibita più famosa del mondo sembra un mega spot in stile disneyano

Anche aspettandosi la peggiore delle americanate, non si può visitare Atlanta e saltare il Coca-Cola World,  una sorta di tempio in stile disneyano consacrato alla bibita più famosa dell’universo, “nata” nella capitale della Georgia.Tanto più se quest’anno ricorre il 125° anniversario dell’invenzione di quella che le reclame definiscono la “formula della felicità”. E una volta dentro – dopo aver superato …

Continua »

Pubblicità ingannevole: la Coca-Cola non va bevuta tutti i giorni. L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria censura l’ultima campagna

ragazzi bere coca cola fast food

«Le prossime pubblicità della Coca-Cola dovranno evitare di suggerire un consumo quotidiano della bevanda». È questa la decisione presa dall’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria (vedi allegato) contro la campagna pubblicitaria apparsa su numerosi giornali pochi mesi fa e caratterizzata dallo slogan “La formula della felicità”. Massimiliano Dona, segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori autore della richiesta di censura ha espresso soddisfazione per la …

Continua »

Coca-Cola: l’Unione nazionale consumatori chiede la censura della pubblicità

L’Unione Nazionale Consumatori ha annunciato l’apertura di un procedimento presso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, per censurare lo spot della Coca-Cola. Nel messaggio si invitano i consumatori a pasteggiare con la bevanda dolce, lasciando intendere che si tratta di una vecchia tradizione italiana. La sentenza di censura o di assoluzione dovrebbe arrivare tra qualche settimana. Secondo Massimiliano Dona, …

Continua »

93 bustine di zucchero al giorno! Ecco lo spot della città di New York per ridurre il consumo di bevande

cola

La città di New York, ha presentato una nuova campagna di comunicazione per la prevenzione dell’Obesità e del Diabete, con una serie di spot, che hanno come soggetto in consumo eccessivo di zuccheri. Il messaggio focalizza l’attenzione sulle bibite gasate tipo cola. È la prima volta che una città, una municipalità, decide di intervenire con un linguaggio crudo, cosa dire? …

Continua »

Coca Cola invita a bere la bibita durante i pasti. È questo il marketing responsabile che la multinazionale sostiene di rispettare?

Gentile redazione de Ilfattoalimentare.it ho casualmente ascoltato per radio una riedizione dello spot della Coca-Cola. “Le mamme italiane  finalmente la porteranno in tavola, come buona bibita di famiglia”. Già questa pubblicità era andata in onda alcuni mesi orsono, sembra con scarso successo. Ora forse ci stanno riprovando?   Da consumatori e da esperti, evitando le ideologie, non sarebbe il caso …

Continua »

La Coca-Cola ritira 88 mila bicchieri al cadmio. E altre aziende la imitano

Il gigante delle bibite Coca-Cola ha annunciato il 22 novembre il ritiro volontario di 88 mila bicchieri di vetro causa contenuto di cadmio. Il ritiro è stato effettuato in via cautelativa in quanto, come afferma la stessa società, «i livelli sono molto bassi e non rappresentano un rischio per la salute». I bicchieri oggetto del ritiro sonos stati venduti nei …

Continua »