Home / Etichette & Prodotti / Arrivano nuovi mix bilanciati di legumi e cereali sviluppati in collaborazione con SmartFood-Ieo

Arrivano nuovi mix bilanciati di legumi e cereali sviluppati in collaborazione con SmartFood-Ieo

legumiI legumi sono alimenti preziosi per la salute, perché sono ricchi di proteine e poveri di grassi. Questo non vale però se li consumiamo insieme alle costine o alla salsiccia, mentre l’abbinamento corretto è con i cereali. In commercio si trovano surgelati, in scatola, pronti per il consumo, oppure secchi, anche già miscelati con cereali, per preparare zuppe.

Il settore si è appena arricchito di alcune nuove miscele interessanti: sono le ZuppamiXlegumi, di Amío, marchio della multinazionale Ilta Alimentare. Questi nuovi mix sono stati studiati insieme ai ricercatori di SmartFood, progetto dell’Istituto europeo di oncologia di Milano (Ieo) che si occupa di ricerca e comunicazione relativa agli effetti protettivi del cibo, con il fine di diffondere uno stile alimentare utile per la prevenzione delle malattie.

“In realtà – dice Fabrizio Cantoni di Ilta Alimentare – la miscela di legumi e cereali è stata composta proprio da SmartFood.  Considerando le miscele disponibili sul mercato, abbiamo notato la necessità di prodotti che unissero l’aspetto nutrizionale alla comodità d’uso, senza sacrificare il risultato gastronomico, spesso scarso a causa dei diversi tempi di cottura dei legumi impiegati. Ci siamo rivolti a loro per avere garanzie sulla corretta composizione nutrizionale”.

“Le miscele – spiega Lucilla Titta, ricercatrice all’Ieo, responsabile del progetto – contengono cereali e legumi con tempi di cottura simili, in proporzioni tali da realizzare un piatto sano e bilanciato. Ci teniamo molto a ricordare che i legumi non sono un contorno, ma un’importante fonte di proteine. Una porzione da 125 grammi di queste zuppe, corrisponde come apporto di proteine e carboidrati a un pasto “classico” formato da 80 g di pasta e 100 g di carne. A differenza delle proteine di origine animale, quelle dei legumi non contengono tutti gli amminoacidi essenziali in proporzioni adeguate, ma combinati con i cereali possono coprire il fabbisogno in modo ottimale. Simo così riusciti a realizzare  miscele gustose per il palato e con un corretto apporto amminoacidico”.

mix cereali legumi zuppamixlegumi amio
Amìo ha sviluppato insieme a SmartFood tre mix di legumi e cereali da mangiare come piatto unico

Gli amminoacidi sono i “mattoni” che tutti i viventi usano per costruire le proteine. Nove di questi, detti essenziali, non possono essere prodotti dal nostro organismo, quindi devono essere assunti con gli alimenti. Le proteine di origine animale contengono tutti i nove amminoacidi nella giusta proporzione per soddisfare i fabbisogni dell’organismo (diversamente, le proteine dei cereali sono carenti in triptofano e lisina, mentre in quelle dei legumi scarseggiano metionina e cisteina). Combinando cereali e legumi in modo opportuno possiamo rifornirci di queste sostanze in modo ottimale.

Il mix è quindi un piatto unico, da completare con una porzione di verdura e una di frutta. Possibilmente un frutto ricco di vitamina C, come i kiwi o le fragole, perché favorisce l’assimilazione del ferro che è abbondante nei legumi ma risulta meno facilmente assimilabile di quello presente negli alimenti di origine animale.

Le miscele Amío contengono cereali diversi: avena, farro oppure grano saraceno; come legumi, invece, troviamo piselli, ceci, lenticchie e adzuki, piccoli fagioli di origine orientale, in proporzioni diverse nelle tre ricette. “Abbiamo scelto gli adzuki perché, come tutte le varietà di soia, sono molto ricchi di proteine – spiega Titta – Hanno un contenuto in amminoacidi particolarmente apprezzabile e hanno dimensioni ridotte, per cui la cottura è piuttosto rapida e si possono cucinare senza ammollo”.

Fagioli azuki
I fagioli adzuki sono stati scelti perché, come tutti i legumi hanno un contenuto proteico apprezzabile, ma anche una cottura piuttosto rapida

Il mix a base di avena ha un contenuto particolarmente alto di potassio e zinco, che lo rende più adatto a soddisfare il fabbisogno di questi nutrienti negli uomini e negli sportivi, categorie in cui è più elevato. Quella a base di farro ha un contenuto interessante di ferro, e risulta  interessante per le donne, che hanno un fabbisogno di questo elemento superiore a agli uomini. La zuppa a base di grano saraceno, infine, contiene legumi come lenticchie, fave e piselli spezzati, che richiedono una cottura più breve, e di solito provocano meno gonfiore, quindi sono più adatti per chi non è abituato a mangiare legumi. È ricca di magnesio, importante per un ottimale sviluppo delle ossa e la sua consistenza morbida la rende adatta anche ai bambini.

Le zuppe – destinate alla grande distribuzione e già presenti nei supermercati Esselunga – sono commercializzate in sacchetti da 500 g (quattro porzioni) a un prezzo di 1,99 €, volutamente basso per rendere più accessibile il prodotto.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Valeria Balboni

Valeria Balboni

Guarda qui

Wooden kitchen cabinet full of food products

Indagine del Beuc sulle etichette ingannevoli. Troppi inganni sui prodotti tradizionali, artigianali, integrali e alla frutta. Servono nuove regole

Un nuovo rapporto del Beuc, l’organizzazione europea dei consumatori, fotografa i modi in cui le …

Un commento

  1. Interessante…
    speriamo propongano anche una versione biologica e con cereali integrali (anche se temo non sarà semplice conciliare i diversi tempi di cottura)