Home / Allerta / Terzo caso sospetto di botulino in poche settimane: non mangiare Fagottini di melanzane della ditta Ursini

Terzo caso sospetto di botulino in poche settimane: non mangiare Fagottini di melanzane della ditta Ursini

Il Ministero della salute invita a non consumare le confezioni di Fagottini di Melanzane in olio extra vergine di oliva della ditta Ursini perché c’è la possibilità che siano contaminate da botulino.

La ditta Ursini srl mediante un comunicato stampa precisa che, in via precauzionale, ha attivato il ritiro dal mercato di questo prodotto perché confezionato nello stesso giorno (il 26 marzo) in cui era stato confezionato il Pestato di carciofini di Cuppello che aveva già dato problemi analoghi. La questione è molto delicata perchè le tossine di botulino possono essere letali per l’uomo. Il prodotto sospettato è il vasetto da 250 grammi con il numero lotto 74/09 , distribuito dalla ditta Ursini srl, via Santa Maria la Nova 12, Fossacesia (CH). Per leggere il comunicato del Ministero della salute digitare qui

Sono ancora in corso ulteriori indagini sulla linea di produzione da parte delle autorità sanitarie competenti della Regione Abruzzo e sull’eventualità di estendere le misure su prodotti analoghi.

È il terzo caso di sospetta contaminazione da botulino segnalata dal ministero in pochi giorni:

* * Il 29 marzo 2010 l’allerta botulino era scattato per una partita di vasetti di “Pestato di carciofini di Cuppello” sempre della ditta Ursini .

 

* * * Il 7 aprile 2010 è scattato un altro allerta botulino, questa volta per un Minestrone Primavera della ditta Vogliazzi

 

 

Ilfattoalimentare@riproduzioneriservata

 

Guarda qui

formaggi latticini pepe nero

Formaggio al pepe con Escherichia coli e lattosio non dichiarato in ragù di carne… Ritirati dal mercato europeo 143 prodotti

Nelle settimane n°17 e 18 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta …