Home / Archivio dei Tag: Pediatrics

Archivio dei Tag: Pediatrics

Additivi alimentari, allerta dei pediatri statunitensi sui possibili rischi per i bambini

bambino pappa svezzamento autosvezzamento

Di fronte alla sempre maggior evidenza che le sostanze chimiche presenti in coloranti, conservanti e imballaggi alimentari possono interferire con la crescita e lo sviluppo dei bambini, l’American Academy of Pediatrics chiede urgenti riforme del processo di regolamentazione alimentare degli Stati Uniti. Un rapporto pubblicato dalla rivista Pediatrics evidenzia come negli Usa sia consentito l’uso di oltre 10.000 additivi per …

Continua »

Tra bambini e adolescenti statunitensi continuano a crescere sovrappeso e obesità. Contraddetti precedenti studi che avevano indicato una diminuzione

obesita infantile sovrappeso bilancia

Nonostante alcuni rapporti di quattro anni fa indicavano una diminuzione dei tassi di obesità di bambini e adolescenti negli Stati Uniti, la realtà è che il fenomeno è in crescita nella fascia di età compresa tra i 2 e i 19 anni. Lo rileva una ricerca condotta dalla Duke University e pubblicata dalla rivista Pediatrics, che indica nel 35,1% il …

Continua »

Niente succhi di frutta nel primo anno di vita. Lo prevedono le nuove linee guida dei pediatri statunitensi. Meglio la frutta fresca

bambini colazione succo

I succhi di frutta non offrono alcun beneficio nutrizionale ai bambini al di sotto di un anno di età e quindi non dovrebbero far parte della dieta. Lo afferma l’American Academy of Pediatrics, che ha rivisto le linee guida datate  2001. Il testo precedente sconsigliava di dare succhi di frutta fino ai sei mesi di età, adesso questo intervallo è …

Continua »

Usa, neonati e bambini piccoli non ricevono un’alimentazione adeguata. Il 60% non viene allattato al seno, miglioramenti ma verdure scarse tra i 12 e i 36 mesi

Uno studio pubblicato dalla rivista Pediatrics indica che oltre la metà dei neonati statunitensi non viene allattata al seno e molti bambini piccoli non mangiano abbastanza frutta e verdura. La ricerca ha esaminato i cambiamenti avvenuti in due periodi – 2005-2008 e 2009-2012 – nel consumo di alimenti e bevande, sia complessivamente, sia all’interno dei vari gruppi socio-demografici. I neonati …

Continua »

Sale e adolescenti: il consumo eccessivo di sodio è associato all’obesità e a stati infiammatori indipendentemente dalle calorie assunte

Uno studio condotto su 766 adolescenti statunitensi tra i 14 e i 18 anni, metà afro-americani e metà  bianchi, ha rilevato un consumo medio di sale pari a quello degli adulti e più che doppio rispetto alla quantità quotidiana raccomandata dall’American Heart Association: 3,3 grammi contro 1,5 consigliati. I partecipanti allo studio hanno riportato su un questionario tutti i cibi …

Continua »

Sportivi e personaggi famosi spopolano nelle pubblicità del junk food e influenzano le scelte alimentari dei più giovani

dieta scelta salute obesità

Il rapporto tra i campioni dello sport, gli attori, i vip e la pubblicità del cibo spazzatura è sempre oggetto di dibattito e polemiche. Negli Usa è molto diffusa l’abitudine tra i protagonisti del mondo dello spettacolo e dello sport di associare il proprio nome a prodotti alimentari non proprio salutari. Un esempio significativo viene dalla first lady Michelle Obama, …

Continua »

Mentre diminuisce l’esposizione al bisfenolo per i bambini e gli adulti, aumentano le prove sulla pericolosità

bicchieri plastica

L’esposizione dei cittadini europei al bisfenolo A (BPA) uno degli interferenti endocrini più discussi, sta diminuendo, nonostante dal 2006 (anno dell’ultimo pronunciamento dell’EFSA) a oggi sono emerse nuove possibili fonti, che devono ancora essere valutate appieno. In attesa di risultati definitivi e di nuove indicazioni, aumenta la mole di dati che sembrano inchiodare il composto alle sue responsabilità in un …

Continua »

Troppo sale nel menu dei bambini americani. Prospettive drammatiche se non si cambia stile di vita. Il modello New York

I bambini americani – e probabilmente non solo loro – sono a rischio ipertensione a causa dell’eccesso di sale. In genere il cibo con un pizzico di sale in più piace molto, anche se l’ingestione di quantità elevate provoca parecchi danni in un organismo in crescita già messo a dura prova da bevande zuccherate, dolci e grassi. Purtroppo negli Usa …

Continua »