;
Home / Nutrizione / Sale e adolescenti: il consumo eccessivo di sodio è associato all’obesità e a stati infiammatori indipendentemente dalle calorie assunte

Sale e adolescenti: il consumo eccessivo di sodio è associato all’obesità e a stati infiammatori indipendentemente dalle calorie assunte

Sale e adolescenti pop corn 86529585
Sale e adolescenti: il consumo è doppio rispetto alla quantità quotidiana raccomandata

Uno studio condotto su 766 adolescenti statunitensi tra i 14 e i 18 anni, metà afro-americani e metà  bianchi, ha rilevato un consumo medio di sale pari a quello degli adulti e più che doppio rispetto alla quantità quotidiana raccomandata dall’American Heart Association: 3,3 grammi contro 1,5 consigliati.

I partecipanti allo studio hanno riportato su un questionario tutti i cibi assunti nelle 24 ore di sette giorni per diversi mesi. Il 97% degli adolescenti ha dimostrato di consumare più sale della quantità raccomandata e i dati della ricerca mostrano che oltre il 75% del sale proviene da cibi processati e da fast food.

 

Sale e adolescenti patatine fritte 176828395
I dati mostrano che oltre il 75% del sale proviene da cibi processati e da fast food

Lo studio, guidato dalla dottoressa Haidong Zhu della Georgia Regents University di Augusta e pubblicato dalla rivista Pediatrics, ha rilevato che un’elevata quantità di sodio è associata all’adiposità, a fenomeni infiammatori e alla predisposizione all’obesità, indipendentemente dalla quantità di cibo assunto e dal consumo di bevande zuccherate.

Gli studi precedenti, invece, addebitavano la maggior quantità di sale assunto alla maggior quantità di cibo consumato.

 

Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: Photos.com

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Attenzione ai dolcificanti artificiali con zero calorie, potrebbero stimolare l’appetito

Quando occorre perdere peso, non si dovrebbe ricorrere ai dolcificanti artificiali e, tra questi, in …