Home / Archivio dei Tag: Mareblu

Archivio dei Tag: Mareblu

Mareblu richiama tonno in olio di oliva per un possibile difetto nel packaging. Coinvolti i supermercati Il Gigante

Mareblu ha richiamato a scopo precauzionale di un lotto di tonno in olio di oliva Mareblu per “un potenziale problema di produzione legato all’integrità del packaging che potrebbe compromettere la qualità del prodotto”. Il tonno in scatola interessato dal provvedimento è venduto in confezioni da 12×80 g e da 6×80 g, con la data di scadenza 05/01/2023. Il richiamo è stato pubblicato …

Continua »

Tonno in scatola sostenibile: il colosso Thai Union (Mareblu) si impegna con WWF e Greenpeace per migliorare i metodi di pesca. Soddisfazione delle associazioni

tonno pesca

Petizioni online, raccolte di firme, campagne di informazione: quando si parla di tonno in scatola tutte le associazioni ambientaliste sono schierate in difesa degli ecosistemi marini e dei diritti umani. Si tratta di battaglie che non sono combattute invano, perché le aziende più importanti “disturbate” dalle richieste dei cittadini e ancora di più dalle scelte delle catene della grande distribuzione …

Continua »

Alla ricerca del tonno in scatola sostenibile: i metodi di pesca alternativi. Complicato orientarsi nella giungla delle certificazioni

Il tonno in scatola è uno degli alimenti preferiti dagli italiani: contiene proteine e pochi grassi (se si sgocciola bene l’olio), è economico e sempre pronto, si può fare la scorta e piace a tutti. Nel 2015 ne abbiamo mangiato 2,4 chili a testa. Le comode scatolette hanno però un impatto notevole sugli ecosistemi marini, perché gran parte delle navi …

Continua »

Tonno in scatola la classifica della sostenibilità: promosso ASdoMAR, bene Esselunga, Conad e Rio Mare. Maglia nera per Mareblu

ASdoMAR in fascia verde, maglia nera per Mareblu: sono i risultati della quarta edizione della campagna “Rompiscatole” di Greenpeace. La classifica valutare l’indice di sostenibilità  del tonno in scatola venduto in Italia, analizzando undici marche scelte tra quelle più vendute sul mercato. A distanza di due anni dall’ultima rilevazione, l’Associazione ambientalista ha finalmente promosso in fascia verde un prodotto, ASdoMAR, …

Continua »

Grazie alle campagne di Greenpeace, anche Mareblu, dopo As do Mar, commercializza tonno pescato in modo sostenibile

Il tonno in scatola è la conserva ittica più comune nelle cucine degli italiani, eppure secondo Greenpeace pochi produttori adottano nella fase di cattura principi di sostenibilità  (vedi rapporto “I segreti del tonno”). Tutto ciò avviene anche se – secondo i criteri della Lista Rossa dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) – cinque delle otto specie di tonno …

Continua »

L’olio usato per friggere, se buttato negli scarichi, inquina mari e fiumi. Le regole per la raccolta e lo smaltimento

L’olio usato per friggere le uova al tegamino o per preparare le conserve di carciofi, o le verdure grigliate… costituisce una minaccia per l’ambiente, e deve essere raccolto e smaltito adeguatamente. Purtroppo differenziare gli oli e i grassi utilizzati in cucina e portarli nelle isole ecologiche, è una pratica poco diffusa, perchè il problema è quasi sconosciuto e viene sottovalutato. …

Continua »

Tonno Mareblu: nuove etichette che raccontano tracciabilità e sostenibilità nella pesca

Pesca sostenibile e tracciabilità, sono le nuove informazioni che si trovano sulle scatolette di tonno Mareblu. Dopo le numerose campagne condotte dalle associazioni ambientaliste e da gruppi di ricercatori sulle criticità della fauna marina, l’azienda ha deciso di intervenire impegnandosi a migliorare cinque elementi di rilievo nella filiera del prodotto.   1.    Metodo di cattura: entro il 2016 la totalità …

Continua »

Tonno in scatola: Greenpeace boccia le marche italiane. Bene Coop, As do Mar e Mareblu

Greenpeace ha bocciato 11 delle 14 aziende che producono tonno in scatola. Lo rivela il rapporto “Tonno in trappola” che l’associazione ambientalista ha redatto sulla base delle risposte a un questionario. Nell’elenco dei marchi che finiscono nella zona rossa del grafico – perché non sono in grado di garantire metodi di pesca rispettosi delle altre specie ittiche  – troviamo: Mare …

Continua »