Home / Archivio dei Tag: istituto zooprofilattico

Archivio dei Tag: istituto zooprofilattico

Crostacei crudi: il consumo può causare enteropatie. L’IZSVe consiglia di cuocere gamberi, granchi e gamberetti

gamberetti gamberi crostacei pesce

Negli ultimi anni, lungo le coste italiane e in particolare lungo quelle del Nord Adriatico, si è diffusa l’abitudine di consumare i crostacei crudi, soprattutto scampi e gamberetti, che possono essere fonte di tossinfezioni, per la presenza di tossine o microrganismi patogeni per l’uomo. Tra questi, alcuni vibrioni (Vibrio cholerae, Vibrio parahaemolyticus e Vibrio vulnificus) sono responsabili di episodi anche gravi, che si verificano quando si …

Continua »

Insalata: come lavarla? È meglio quella pronta in busta? La ricerca dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

insalata

Insalata pronta in busta o da lavare? Cos’è meglio comprare dal punto di vista della sicurezza alimentare? L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie ha pubblicato i risultati di un’indagine su questi prodotti e sulle abitudini degli italiani. Lo studio ha preso in esame 207 lotti di insalata, 52 di prima gamma (quella fresca che si trova nel reparto ortofrutta), e 155 …

Continua »

Ho trovato dei corpi estranei in una bevanda, ho avvertito i Nas e l’Asl ma non è successo niente o quasi

Ho comprato una bottiglia di una bevanda: dopo averne bevuto un sorso mi accorgo che ci sono delle cose che galleggiano: 4 o 5 cose nere e una bianca a forma di vermetto. Impossibile capire cosa fossero. Ho telefonato all’ASL per avere assistenza: mi hanno detto che se andavo da loro a denunciare la cosa loro avrebbero potuto analizzare altre …

Continua »

Carne di cavallo: quali pericoli corre chi mangia lasagne o tortellini? Risponde Umberto Agrimi dell’Istituto superiore di sanità

Lo scandalo della carne di cavallo aggiunta in modo fraudolento a lasagne, spaghetti alla bolognese, tortellini, ravioli, hamburger ha coinvolto 20 Paesi. I prodotti ritirati dal mercato il 26 febbraio erano oltre 180 e nell’elenco troviamo sia nomi di grandi aziende alimentari, sia le insegne delle principali catene di supermercati inglesi e francesi.  Le aziende italiane coinvolte sono per il …

Continua »

Sicurezza alimentare: cosa rischiamo mettendoci a tavola? Le risposte nel libro di Maria Caramelli

caramelli-libro

In Occidente, una persona su quattro si ammala per il consumo di alimenti contaminati. Negli USA le malattie a trasmissione alimentare causano 9mila decessi all’anno. In Europa, nel solo 2010, più di 45mila persone si sono ammalate per assunzione di acqua o cibo contaminati. In Italia, i dati dell’Istituto superiore di sanità rivelano oltre 30mila infezioni alimentari e intossicazioni all’anno, …

Continua »

Carne di cavallo: Ikea ritira polpette in Italia e in 15 Paesi. Oltre 180 prodotti coinvolti in Europa. Terzo caso a Verona. Controlli inesistenti

ikea

Ikea ritira da 15 Paesi europei le polpette surgelate in vendita in confezioni da 1 kg dopo il ritrovamento da parte delle autorità della Repubblica Ceca di carne di cavallo. La decisione interessa oltre che l’Italia anche Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria, Francia, Gran Bretagna, Portogallo, Paesi Bassi, Belgio, Spagna, Cipro, Grecia e Irlanda, così come la Svezia e la Danimarca. …

Continua »

Buono il kebab, ma di che carne si tratta? Le analisi dell?Istituto Zooprofilattico hanno trovato in due casi del maiale

La carne del Kebab in alcuni punti vendita di Roma contiene anche maiale. E’ quanto emerge da uno studio realizzato su 44 esercizi nella capitale che evidenzia anche altre irregolarità  di minor rilievo in almeno in 9 esercizi. La decisione di esaminare il tipo di carne utilizzata nello spiedo di kebab posizionato in bella vista in questi tipici fast-food arabeggianti, …

Continua »

Mozzarella blu: dubbi sulle cause della colorazione, il problema si ripropone ogni 2-3 mesi

In questi giorni la mozzarella blu ha ripreso le prime pagine dei giornali dopo la scoperta da parte di un consumatore di una partita di latticini di colore bluastro nel frigorifero. La vicenda è successa in provincia di Frosinone e le autorità sanitarie sono state subito allertate. Qualcuno ha giustamente chiesto di conoscere il nome dell’azienda produttrice, mentre altri hanno …

Continua »