;
Home / Benessere animale / Una vita degna di essere vissuta, questa la nuova definizione di benessere animale

Una vita degna di essere vissuta, questa la nuova definizione di benessere animale

benessere animale, frame del video istituto zooprofilattico, allevamento gallineUna vita degna di essere vissuta”. Questa è la più recente definizione di benessere animale, con cui si riconosce definitivamente agli animali il diritto di essere trattati come esseri senzienti e coniuga la nuova sensibilità sociale con le conoscenze scientifiche e gli indirizzi legislativi europei. L’obiettivo di chi si occupa di queste tematiche non è quindi più solamente quello di evitare agli animali le sofferenze e garantire loro la salute e le funzioni fisiologiche di base, ma anche quello di offrire una vita dignitosa, nella quale possano esprimere in maniera completa il loro repertorio comportamentale, a livello di gruppo e a livello individuale. La valutazione del benessere va fatta sia sullo stato di salute psico-fisica del singolo animale, sia sull’ambiente in cui vive, che deve essere adeguato come spazi, temperatura, areazione, igiene, ma deve anche permettere all’animale di esprimere pienamente le sue caratteristiche etologiche.

In questo video della serie “IZSVe Scienza” realizzato dal Laboratorio comunicazione dell’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, sono descritti i diversi aspetti che devono essere valutati per garantire il benessere animale in allevamento. Sono inoltre indicate le figure professionali idonee a fornire una giusta valutazione e le soluzioni più adeguate. Per gestire un aspetto che sempre più spesso è considerato importante non solo dai consumatori che scelgono i prodotti, ma anche dagli allevatori, è molto importante che ci sia la massima collaborazione tra medici veterinari, alimentaristi, tecnici di allevamento e, naturalmente, gli stessi allevatori. Vanno inoltre valutate tutte le fasi della vita, non solo, quindi, quelle dell’accrescimento e del periodo produttivo, ma anche, ove necessario, quelle del trasporto e della macellazione.

© Riproduzione riservata Video: IzsVe

Il Fatto Alimentare da 11 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare... e dà ai lettori l'accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Polli allevamento

Polli di allevamento: Fileni propone un nuovo modello di benessere animale uniformandosi alle regole Ecc

Il gruppo Fileni ha deciso di migliorare il benessere dei polli allevati nelle sue aziende, …

3 Commenti

  1. Avatar

    Il video sul “cibo welfare friendly”, prodotto dal Laboratorio comunicazione di un istituto zooprofilattico…

    A guardarlo mi è sembrato leggerissimamente… patinato 😀

  2. Avatar

    Una vita degna di essere vissuta per qualsiasi ESSERE VIVENTE non è certo nascere vivere e morire dentro un capannone creato da un altro essere vivente.

    Ergo non è cambiato nulla…

  3. Avatar

    Mi sembra il “MONDO” delle buone intenzioni.Anche per gli “UMANI”,sarebbe bellissimo che non ci fossero
    poveri,sfruttati,assassini,drogati ecc.ecc.La realtà,purtroppo,è tutta un’altra cosa.Una vita degna d’esser vissuta
    dovrebbe – dico – dovrebbe – essere un diritto per tutti gli esseri viventi.Ma l’Eden NON è mai esistito.