Home / Nutrizione / Società Svizzera di Nutrizione: polemiche per i finanziamenti dalle multinazionali del cibo

Società Svizzera di Nutrizione: polemiche per i finanziamenti dalle multinazionali del cibo

piramide alimentare svizzera
La SSN è un’associazione nata per informare la popolazione sui temi legati all’alimentazione e promuovere uno stile di vita sano ed equilibrato.

La Società Svizzera di Nutrizione (SSN) è un’associazione nata nel 1965 con lo scopo di informare la popolazione sui temi legati all’alimentazione e promuovere uno stile di vita sano ed equilibrato. Con questo obiettivo la SSN ha elaborato la piramide alimentare svizzera e le tabelle di composizione nutrizionale. Esaminando però la lista dei suoi sostenitori troviamo nomi che mal si accompagnano alla missione. Tra i finanziatori dell’associazione ci sono diversi rappresentanti delle multinazionali del cibo come Coca-Cola, Danone, McDonald’s, Nestlé e Unilever. Coca-Cola ha confermato di donare ogni anno alla SSN circa 10.000  franchi svizzeri dei 213.000 regalati dalle big dell’agroalimentare e della grande distribuzione.

Ma BigFood non si limita a versare contributi alle associazioni. Fa molto di più. Per esempio, Nestlé ha creato i Premi dell’Alimentazione del valore complessivo di 30.000 CHF che vengono conferiti durante l’annuale congresso del SSN, che avrà luogo il prossimo settembre, a cui contribuiscono attivamente altre grandi aziende come Coca-Cola, Andros (gigante dei succhi di frutta) e Migros (catena di supermercati).

Nestle S.A.
Tra i finanziatori della SSN troviamo diversi rappresentanti delle multinazionali del cibo come Coca-Cola, Danone, McDonald’s, Nestlé e Unilever.

I rapporti della SSN non sono una novità e sono stati criticati aspramente in passato. Il suo direttore Christian Ryser dichiara che l’associazione mantiene una totale indipendenza dai finanziatori e di rispettare i più rigorosi standard scientifici e nutrizionali. Ma la Società Svizzera di Nutrizione non è l’unica organizzazione a ricevere finanziamenti dalle Big Food. Secondo una strategia di marketing ben collaudata, le multinazionali del cibo finanziano società di nutrizione, associazioni e gruppi di ricerca nel campo della salute, per associare i propri prodotti e il proprio nome a un concetto di alimentazione sano ed equilibrato.

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

Sweet donuts with measurement tape on the green background

Cibo industriale e salute: una dieta basata su alimenti ultra-processati fa ingrassare. Lo rivela uno studio americano

Ora è dimostrato inequivocabilmente, anche se i dati sono stati ottenuti su un campione piccolo …