;
Home / Richiami e ritiri / Ossido di etilene nel sesamo: richiamati semi sfusi bio Carrefour, barrette Crownfield Lidl e baguette Grab&Go da Penny Market

Ossido di etilene nel sesamo: richiamati semi sfusi bio Carrefour, barrette Crownfield Lidl e baguette Grab&Go da Penny Market

semi di sesamo sfudi biologici carrefourNon sembrano volersi fermare i richiami e i ritiri di prodotti alimentari per la presenza di semi di sesamo provenienti dall’India contaminati con ossido di etilene. Per questa ragione, Carrefour ha pubblicato l’avviso di richiamo per i semi di sesamo sfusi biologici, acquistati tra il 04/06/2020 e il 31/08/2020 presso i distributori self service dell’ipermercato di Carugate (MI).

I semi di sesamo interessati sono stati prodotti per GS Spa da Cerreto Srl nello stabilimento di via G. Verdi 15, a Gattatico, in provincia di Reggio Emilia.

In via cautelativa si raccomanda di non consumare i semi di sesamo acquistati in questo ipermercato Carrefour nel periodo segnalato e restituirli al punto vendita.

Non si tratta dell’unico provvedimento. Lidl, infatti, ha diffuso il richiamo di numerosi lotti di barrette muesli e cereali alla nocciola senza zuccheri aggiunti Crownfield “poiché non si può escludere che i semi di sesamo utilizzati nel prodotto come ingrediente possano essere stati contaminati da ossido di etilene”. I prodotti interessati sono venduti in scatole da 8×25 grammi con i termini minimi di conservazione 10/11/2020, 24/11/2020, 08/12/2020, 20/12/2020, 03/02/2021, 17/02/2021, 31/03/2021, 04/05/2021, 05/07/2021, 09/08/2021, 30/08/2021, 15/09/2021, 18/10/2021 e 30/10/2021.

barrette muesli cereali nocciola crownfield lidlLe barrette richiamate sono state prodotte per Lidl Italia dall’azienda Nutrisun GmbH & Co. KG, nello stabilimento di Bosteler Feld 6 a Seevetal, in Germania.

Anche in questo caso, per precauzione si raccomanda di non consumare le barrette segnalate e riportarle al punto vendita Lidl d’acquisto. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il servizio clienti Lidl Italia al numero verde 800 480048.

Infine, Penny Market ha pubblicato il richiamo di alcuni lotti di baguette Praga & Cheddar a marchio Grab&Go, perché il pane contiene semi di sesamo potenzialmente contaminati con ossido di etilene. Il prodotto coinvolto è venduto in confezioni da 220 grammi con i numeri di lotto 2010328 con la data di scadenza 21/11/2020, 2010530 con la scadenza 23/11/2020 e 201156 con la scadenza 30/11/2020.

baguette praga cheddar grab&goLe baguette richiamate sono state prodotte da Laboratorio Gastronomico Due A.A. Srl nello stabilimento di via Galvani 5/7 a Sedriano, nella città metropolitana di Milano (marchio di identificazione IT 9-2907L CE).

Penny Market fa sapere che il richiamo interessa i punti vendita di Biella via Milano 50, Monza via Borgazzi e Milano via Bastioni di Porta Volta 7, via Boscovich, viale Monza 35, via A. Carnevali 116, via Ricciarelli 11, via Espinasse 137 e via Massara de Capitani 15.

A scopo cautelativo si raccomanda di non consumare le baguette con le scadenze e i lotti segnalati e restituirli al punto vendita Penny Market dove sono stati acquistati entro il 30/11/2020. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 0290 111360

Dal 1° gennaio 2020, Il Fatto Alimentare ha segnalato 143 richiami, per un totale di 173 prodotti, e 5 revoche. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

Per capire come funziona il servizio di allerta alimentare e come viene effettuato il ritiro dei prodotti dai punti vendita leggi il libro “Scaffali in allerta” edito da Il Fatto Alimentare. È l’unico testo pubblicato in Italia che rivela i segreti e le criticità di un sistema che ogni anno riguarda  almeno 1.000 prodotti alimentari. Nel 10-20% dei casi si tratta di prodotti che possono nuocere alla salute dei consumatori, e per questo scatta l’allerta. Il libro di 169 pagine racconta 15 casi di richiami che hanno fatto scalpore. I lettori interessati a ricevere l’ebook, possono fare una donazione libera e ricevere in omaggio il libro in formato pdf  “Scaffali in allerta”, scrivendo in redazione all’indirizzo ilfattoalimentare@ilfattoalimentare.it

© Riproduzione riservata

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

Plse Salsiccia Salchicha Wurst Sausage Saucisse Kiebasa salsicce

Possibili corpi estranei, richiamo precauzionale per un lotto di salsiccia di suino

Il ministero della Salute ha segnalato il richiamo precauzionale da parte del produttore di un …