focaccia carboidrati grassi olio di oliva extravergine focaccia ligure focaccia di Genova

focacce spizzipanPenny Market ha segnalato il richiamo precauzionale da parte del produttore di un lotto di focacce con olio extravergine di oliva 8,7% a marchio Spizzipan per la possibile presenza di ocratossina A oltre i limiti di legge. Il prodotto interessato è venduto in confezioni da 200 grammi (sei pezzi) con il numero di lotto 223740 e il termine minimo di conservazione (Tmc) 13/01/2023.

Le focacce richiamate sono state prodotte per Grif Srl dall’azienda Fartons Polo, nello stabilimento di Poligono Industrial III, Calle Vimeteres 15, ad Alboraya, nella Comunità Autonoma di Valencia, in Spagna. Il richiamo, fa sapere Penny Market riguarda soltanto le regioni Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio, e alcuni punti vendita di Emilia Romagna e Toscana.

Sempre per la possibile presenza di ocratossina A, il ministero della Salute aveva già pubblicato il richiamo di un lotto di focacce a marchio Tre Mulini di Eurospin, prodotte dalla stessa azienda, Fartons Polo (tutti i dettagli in questo articolo).

In via cautelativa, l’azienda raccomanda di non consumare le focacce con il numero di lotto e il termine minimo di conservazione indicati e restituirlo al punto vendita d’acquisto per la sostituzione o il rimborso. Per ulteriori informazioni, è possibile contattare l’azienda al numero 0471 817900 oppure all’indirizzo e-mail quality@grifgroup.it

Dal primo gennaio 2022 Il Fatto Alimentare ha segnalato 168 richiami, per un totale di 301 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata Foto: Depositphotos (copertina), Penny Market

Ogni anno vengono ritirati dagli scaffali dei supermercati centinaia di prodotti alimentari pericolosi o non idonei alla vendita.
Il Fatto Alimentare ha lanciato un servizio completamente gratuito, che permette di ricevere in tempo reale una notifica ogni volta che viene pubblicata un'allerta o un richiamo.
Se volete rimanere informati iscrivetevi al nuovo canale Telegram de Il Fatto Alimentare https://t.me/ilfattoalimentareallerta, oppure al servizio di allerta via email cliccando il pulsante qui sotto.

Iscriviti

Giulia Crepaldi - 5 Dicembre 2022
0 0 voti
Vota
Iscriviti
Notificami
guest

1 Commento
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
giova
giova
8 Dicembre 2022 14:57

Mi chiedo perchè l’ocratossina, che è uno dei parametri spesso considerati nella valutazione della qualità di cereali e pasta, non viene monitorata.
Capisco l’ossido di etilene per il sesamo – anche se meno la mancata prontezza dei produttori sia a ritirare che a sostituire i prodotti acquistati contaminati o potenzialmente tali da esserlo – in quanto non prevedibile come sostanza usata per la conservazione. Ma l’ocratossina … e dai … è quasi come, permetttetemi l’analogia, per un cuoco maneggiare il pollo crudo e passare all’insalata senza lavarsi le mani …
Insomma, è prevedibile assai.

1
0
Ci piacerebbe sapere che ne pensi, lascia un commento.x