;
Home / Richiami e ritiri / Possibile presenza di glutine nel burro: richiamati altri lotti. Coinvolti otto marchi e diversi formati

Possibile presenza di glutine nel burro: richiamati altri lotti. Coinvolti otto marchi e diversi formati

Il ministero della Salute ha segnalato il richiamo di altri lotti e altri marchi di burro prodotto da Gra-Com per la possibile presenza di glutine non dichiarato. I prodotti interessati sono:

burro budget bur-bon generico

  • Burro Budget, in formato da 250 grammi, appartenente ai lotti numero 040921 con la data di scadenza 04/09/2021 e 160921 con scadenza 16/09/2021
  • Burro Bur-Bon, in formato da 1000 grammi, appartenente ai lotti numero 090921 con scadenza 09/09/2021 e 160921 con scadenza 16/09/2021
  • Burro (generico), in formato da 250 grammi, appartenente ai lotti numero 280821 con scadenza 28/08/2021 e 040921 con scadenza 04/09/2021

  • Burro Cattel, in formato da 250 grammi, appartenente al lotto numero 280821 con scadenza 28/08/2021
  • Burro Latteria, in formati da 250 e 1000 grammi, appartenenti ai lotti numero 090921 con scadenza 09/09/2021, 160921 con scadenza 16/09/2021 e 131021 con scadenza 13/10/2021. Il richiamo è stato pubblicato anche da Unes (aggiornamento 21/07).
  • Burro Nonna Tita, in formato da 250 grammi, appartenente ai lotti numero 280821 con scadenza 28/08/2021 e 040921 con scadenza 04/09/2021
  • Burro Valis, in formato da 250 grammi, appartenente al lotto numero 040921 con scadenza 04/09/2021. Il richiamo è stato segnalato anche da Iper (aggiornamento 21/07).

Tutti i lotti richiamati sono stati prodotti dall’azienda Gra-Com Srl nello stabilimento di via Emilia Est 90/A a Castelfranco Emilia, in provincia di Modena (marchio di identificazione IT 08 53 CE).

Un altro lotto di burro prodotto da Gra-Com Srl e venduto con diversi marchi era stato richiamato l’8 luglio 2021, sempre per la possibile presenza di glutine nel prodotto.

Per precauzione, si raccomanda alle persone celiache e con sensibilità al glutine di non consumare i prodotti con i marchi e i numeri di lotto segnalati e restituirli al punto vendita d’acquisto. I lotti di burro in questione sono sicuri per gli altri consumatori.

Dal 1° gennaio 2021, Il Fatto Alimentare ha segnalato 120 richiami, per un totale di 183 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata Foto: ministero della Salute

Il Fatto Alimentare da 11 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare... e dà ai lettori l'accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

Ossido di etilene, ancora richiami: interessati altri burger e cotolette vegetali

Il ministero della Salute ha diffuso gli avvisi di richiamo di alcuni lotti di burger …

3 Commenti

  1. Avatar

    Buongiorno, nel caso di specie qual è la fonte di contaminazione che ha apportato il glutine sui prodotti?

  2. Avatar

    Dalla lettura della notizia pare che il burro sia stato prodotto sempre e solo dalla Gra-Com e poi marchiato commercialmente nelle diverse proposte delle aziende citate. Ho capito bene ? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *