Home / Nutrizione / Stop alla pubblicità in TV di bibite, merendine, dolci: il Messico interviene nelle fasce orarie dedicate ai bambini

Stop alla pubblicità in TV di bibite, merendine, dolci: il Messico interviene nelle fasce orarie dedicate ai bambini

pubblicità
Stop alla pubblicità in TV di merendine, dolci e bibite nelle fasce orarie dedicate ai bambini

Il governo messicano ha deciso di vietare la pubblicità televisiva di bibite, merendine, dolciumi e cioccolato nelle ore in cui è più facile trovare  i bambini davanti alla tv. Si tratta  di due intervalli, dalle 14,30 alle 19,30 dei giorni feriali e dalle 7,30 alle 19,30 nei week-end. Secondo il Ministro della sanità messicano, la decisione  comporterà una riduzione del 40% degli spot televisivi di questi prodotti alimentari, corrispondente a 10.233  spot pubblicitari. La decisione del governo è finalizzata al controllo e alla prevenzione del sovrappeso, dell’obesità e del diabete. Nelle fasce orarie interessate dal divieto saranno consentite solo le pubblicità di alimenti ad alto valore nutrizionale, che rispettano le linee indicate dal governo lo scorso aprile. Restrizioni analoghe saranno applicate anche nei cinema dove si proiettano film visibili anche dai bambini.

Con il 70% degli adulti e il 30% dei bambini obesi o in sovrappeso, è il 32,8% di adulti obesi, il Messico detiene il record mondiale. In assenza di interventi, nel 2017 questa epidemia costerà al sistema sanitario pubblico circa 8,5 miliardi di euro. L’anno scorso, il governo messicano ha introdotto una tassa su cibi e bevande ad alto contenuto calorico. Con questa nuova legge si cerca di contenere il problema. Vietare gli spot e apporre tasse da soli non bastano: servirebbe anche campagne informative sui benefici di una alimentazione sana.

Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: istockphoto.com

 

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Child drinking glass of fresh water

Bevande zuccherate: è sempre meglio bere acqua. Moderazione anche nel consumo di quelle con dolcificanti. I consigli dei cardiologi americani

È sempre meglio l’acqua, anche gassata o aromatizzata, ma sempre senza zuccheri. Tuttavia, se proprio …

2 Commenti

  1. E che dire della pubblicità che si trova nei canali televisivi italiani esclusivamente dedicati ai bambini (ed alle loro mamme), per di più con claims fuori legge ?

  2. Forse non servirà a molto, ma è già un piccolo passo in avanti.
    Già, da noi, quando?
    Le Industrie ci smenerebbero troppo?
    E, per questo motivo, dobbiamo continuare a smenraci noi perdendo la salute ed i nostri cari?
    Ad ogni modo, sta all’individuo, alla sua consapevolezza(derivata sempre da una corretta informazione), scegliere la strada da seguire.
    I Media sono oltre il limite della ma siamo SEMPRE E SOLO NOI a decidere COSA FARE DELLA NOSTRA VITA.